Bebè + Cura del bebè + Nursery + Arredi Bebè + Cura del bebè + Nursery + Arredi
Gravidanza

Arredi per la nursery

Arredi per la nursery

Progettare e organizzare la nursery che accoglierà il nuovo arrivato è un momento entusiasmante.

Considerata la varietà delle proposte sul mercato, non c’è da sorprendersi che molte di noi rischino di perdere di vista il budget di partenza, specialmente una volta trovato il tema ideale. Spesso gli arredi costituiscono il perno della stanza; è, quindi, naturale investire molto tempo nella scelta di quelli giusti.

Se è vero che un tema di arredo sapientemente sviluppato garantisce grandi risultati estetici, non dimenticare mai che la priorità n. 1 è la sicurezza del bambino. Nello scegliere gli arredi della nursery, concentrati, quindi, sull’obiettivo di creare uno spazio confortevole e sicuro sia per te che per il bambino.

Le esigenze dei genitori

Nel progettare la nursery ricordati che sarà una stanza importante non soltanto per il bambino, ma anche per te.

Tutto il materiale necessario per cambiare, pulire, vestire e nutrire il bebè deve essere sempre a portata di mano (la tua però, non la sua!), così da non dover mai lasciare da solo sul fasciatoio un neonato che si dimena.

Le cadute dai mobili della nursery sono una delle cause più comuni di lesioni nei bambini con meno di due anni e, molto spesso, queste cadute si verificano proprio dal fasciatoio. Progetta, quindi, la nursery in modo da poter sempre tenere una mano sul bambino mentre lo vesti o gli cambi il pannolino.

Fuori dalla portata del bebè, ma a non più di un braccio di distanza dal fasciatoio, posiziona un paio di mensole su cui appoggiare pannolini, salviette, creme, panni e un cestino in cui buttare i pannolini sporchi.

Predisponi la nursery in modo che tutto ciò di cui avrai bisogno ogni giorno sia comodo da raggiungere.

Per le poppate notturne colloca nella nursery una poltrona bassa e comoda. La poltrona deve consentirti di alzarti con facilità con il bimbo addormentato in braccio, ma al tempo stesso garantirti un buon sostegno alla schiena.

Un punto luce o una lampada a intensità regolabile sono perfetti per controllare il bebè di notte. Assicurati che non ci siano cavi elettrici in mezzo o ai lati della stanza. Se le prese di corrente scarseggiano, lampade a batteria o luci LED portatili sono una soluzione poco costosa, ma soprattutto più sicura di una prolunga distesa sul pavimento.

Culle

Durante il primo anno di vita, il tuo bebè trascorrerà gran parte del tempo nella culla; è, quindi, importante scegliere un prodotto di qualità adeguata al compito. Per scegliere la culla, puoi servirti della seguente checklist:

Una culla dal design essenziale è più sicura: non deve esserci nulla che possa soffocare, surriscaldare o intrappolare il bambino, così come nulla su cui il bambino possa arrampicarsi.

Tra la base del materasso e l’orlo della culla deve esserci una distanza di almeno 60 cm.

Gli spazi tra le sbarre o i pannelli laterali devono essere di 5-8,5 cm, in modo che la testa del bambino non possa restarvi intrappolata!

Il materasso deve essere su misura e lo spazio tra fianchi della culla e materasso stesso non deve superare i 2,5 cm.

Controlla che non vi siano fori o spazi in cui possano rimanere intrappolate braccia, gambe, testa e dita del bambino.

Cerca una culla che abbia al massimo due gambe provviste di rotelle. Le rotelle consentono di spostare la culla più facilmente, ma accertati sempre che siano bloccate quando il bambino è nella culla.

Cerca una culla che abbia la base fissa e quanto più bassa possibile. Quelle a base regolabile consentono, tuttavia, di posizionare più in alto la base del materasso quando il bambino è piccolo e di abbassarla quando cresce e diventa capace di stare seduto. Queste culle sono utili anche per le madri che soffrono di problemi alla schiena successivi al parto.

Se stai cercando una culla con sponda laterale abbattibile, scegline una che abbia un meccanismo facile da usare anche con una mano sola. Alcuni modelli offrono l’ulteriore vantaggio di una sponda laterale che scompare sotto la culla, il che consente di collocare la culla stessa direttamente contro il bordo del letto dei genitori.

Se stai pensando a una culla di seconda mano

Verifica che la culla soddisfi gli attuali standard di sicurezza e non faccia parte di un lotto richiamato dal produttore per qualche difetto.

Ricorda che rimontare una vecchia culla può comportare problemi di sicurezza e che con il tempo i componenti meccanici tendono a usurarsi.

Lettini

Alcuni genitori preferiscono investire in un lettino. In genere sono più grandi delle culle e hanno il vantaggio di poter essere trasformati in letti per bambini più grandicelli. Sebbene spesso costino di più, sono progettati per ospitare bambini di età diverse e rappresentano, quindi, un buon investimento, dato che possono essere utilizzati anche quando il bambino è ormai troppo grande per stare nella culla.

Fasciatoio o materassino

Premesso che qualsiasi superficie su cui cambiare il bambino debba essere sicura e confortevole, optare per un fasciatoio o un materassino è una scelta personale. Molte madri scelgono di utilizzare materassini imbottiti, impermeabili e che possano essere utilizzati sia al di sopra di un fasciatoio che in altri punti della casa. Per chi soffre di mal di schiena, utilizzare un fasciatoio consente di minimizzare le sollecitazioni muscolari durante i frequenti cambi di pannolino. La seguente checklist potrà esserti utile:

Assicurati che la superficie su cui stai cambiando il bambino sia stabile e sicura.

Il materassino deve avere i lati più alti di almeno 10 cm rispetto al centro, in modo da impedire al bambino di rotolare giù.

Assicurati che non ci siano oggetti taglienti alla portata del bambino.

Assicurati che il materassino sia lontano da qualsiasi presa di corrente e che il bambino non possa raggiungere con facilità alcuna apparecchiatura elettrica.

Verifica che il bambino non possa impigliarsi nelle corde di tende o tapparelle.

Non lasciare nemmeno per un attimo il bambino da solo sul fasciatoio o su qualsiasi altra superficie sopraelevata. Una caduta può, infatti, provocare lesioni gravi. Inoltre, quando il neonato si trova su una superficie sopraelevata, non lasciarlo mai da solo con un bambino di pochi anni, perché quest’ultimo potrebbe accidentalmente spingerlo o tirarlo giù.

Come scegliere il fasciatoio

Controlla che disponga di protezioni anticaduta, come lati sopraelevati e/o imbracatura di sicurezza. I fasciatoi devono avere lati ed estremità più alti di almeno 10 cm rispetto al centro, così da impedire al bambino di rotolare giù.

Il fasciatoio deve essere robusto e provvisto di bordi smussati.

Inoltre, non deve presentare spazi vuoti in cui le dita del bambino possano incastrarsi.

Verifica che il fasciatoio di tua scelta abbia un’altezza tale da minimizzare possibili problemi alla schiena causati dal doversi piegare spesso per cambiare il bambino.

Per garantire il necessario comfort al bambino, il materassino del fasciatoio deve essere imbottito. Scegli un materassino di dimensioni corrispondenti a quelle raccomandate dal produttore del fasciatoio.

Per renderti conto della solidità dei vari fasciatoi, scuotili leggermente e scegli quello che oscilla meno.

Se hai bisogno di spostare il fasciatoio da una stanza all’altra, i fasciatoi con le rotelle sono ovviamente più pratici. Tuttavia, verifica che le rotelle possano essere bloccate e tienile sbloccate soltanto quando sposti il fasciatoio.

Durante l’uso del fasciatoio

Tieni a portata di mano tutto ciò che ti serve per cambiare il bambino. Avere tutto a portata di mano è una questione di comodità e di sicurezza.

Non lasciare mai il bambino da solo sul fasciatoio: controllalo di continuo e tienigli sempre una mano sul corpo. Non farti distrarre da altre cose e, se devi lasciare la stanza, porta il bambino con te.

Usa sempre l’imbracatura di sicurezza.

Se hai scelto un fasciatoio particolarmente alto, fissalo alla parete per evitare che si ribalti.

La maggior parte dei fasciatoi dispone di appositi spazi contenitivi per riporre gli oggetti di uso frequente. Tenere ordinata la zona del fasciatoio la rende più sicura sia per te che per il bambino.

Per prolungarne l’utilizzo anche quando il bambino cresce, alcuni fasciatoi possono essere trasformati in cassettoni, semplicemente togliendo la sponda fissata al ripiano superiore.

Arredare la nursery di un bambino può essere costoso. Prima di scegliere arredi e accessori, cerca di capire per quanto tempo pensi di utilizzarli. Se ritieni che ne avrai bisogno solo per pochi anni, potresti decidere di eliminare le opzioni più costose dalla tua lista dei desideri.

EmptyView