Gravidanza + Ovulazione + Sintomi dell’ovulazione Gravidanza + Ovulazione + Sintomi dell’ovulazione
Gravidanza

Sintomi dell'ovulazione

Sintomi dell’ovulazione

Quando inizi a prenderti cura del tuo corpo, cominci a notare tutti i segnali che ti lancia nelle varie fasi del ciclo. In particolare, i sintomi dell’ovulazione sono spesso evidenti e facili da riconoscere, una volta che sai su cosa concentrarti.

Non dimenticare che ogni tipo di anticoncezionale a base di ormoni sintetici (come pillola, impianti, iniezioni) elimina i sintomi della normale ovulazione e altri segnali delle diverse fasi del ciclo mestruale.

I sintomi dell’ovulazione possono essere piuttosto lievi. Riguardano la normale risposta del tuo corpo alle naturali alterazioni ormonali che si verificano nelle diverse fasi del ciclo di ovulazione.

Questi sintomi spesso precedono l’ovulazione e ti fanno capire in maniera molto diretta che ti trovi nel tuo periodo più fertile, i quattro o cinque giorni prima dell’ovulazione.

Tra i sintomi più comuni dell’ovulazione figurano:

Aumento della libido (desiderio sessuale)

Variazioni della mucosa cervicale

Modifica di posizione e consistenza della cervice

Tensione al seno

Aumento della sensibilità di olfatto e gusto

Crampi addominali (Mittelschmerz)

Aumento della temperatura basale

Sintomo dell’ovulazione: aumento della libido o desiderio sessuale

Per molte donne, questo sintomo non stupisce – anzi, ha del tutto senso a livello biologico.

L’incremento di alcuni ormoni nei giorni precedenti l’ovulazione spesso scatena livelli di appetito sessuale più alti del solito nelle donne. Gli ormoni che regolano il desiderio nelle donne in questa fase sono estrogeno, testosterone e l’ormone luteinizzante.

Se stai programmando una gravidanza, questo sintomo di pre-ovulazione relativo a una maggior libido è positivo, in quanto avrai più possibilità di rimanere incinta con rapporti sessuali frequenti nei quattro-cinque giorni prima dell’ovulazione.

Sono molti gli aneddoti riferiti dalle donne, che ritengono di possedere maggiore sex appeal nei giorni precedenti all’ovulazione; l’estrogeno può comportare numerosi effetti collaterali correlati, come l’inibizione della produzione di grasso cutaneo, che riduce la comparsa dei brufoli.

Inoltre, almeno uno studio lo confermerebbe: condotta da UCLA nel 2006, l’analisi ha rilevato che le donne prestano un’attenzione maggiore al proprio aspetto, cura di sé e vestiario appena prima dell’ovulazione rispetto ad altre fasi del ciclo.

Sintomo dell’ovulazione: variazioni della mucosa cervicale

La trasformazione della mucosa cervicale che si verifica appena prima dell’ovulazione rappresenta uno dei sintomi più validi e affidabili per la maggior parte delle donne.

Il volume della mucosa cervicale comincia ad aumentare all’avvicinarsi del momento di ovulazione. Subito dopo le mestruazioni, si può notare una quantità esigua di mucosa cervicale, che aumenterà progressivamente in termini di volume con il passare dei giorni. Inizialmente, presenterà una consistenza leggermente collosa, di colore bianco o latteo.

Nei giorni precedenti l’ovulazione, l’innalzamento dei livelli di estrogeno stimolerà la produzione della mucosa cervicale. In questa fase, la mucosa è solitamente trasparente, con una texture gelatinosa e filamentosa – spesso viene paragonata al bianco dell’uovo crudo per colore e consistenza.

La mucosa cervicale prodotta nel periodo antecedente l’ovulazione e durante la stessa favorisce lo spostamento degli spermatozoi nella cervice e nelle tube di Falloppio, inoltre ne permette la sopravvivenza fino all’espulsione dell’ovulo.

Sintomo dell’ovulazione: modifica di posizione e consistenza della cervice

Per cogliere questo segnale, devi conoscere lo stato normale della tua cervice.

A questo fine, è possibile controllare la cervice una volta al giorno, circa alla stessa ora. Solitamente, la cervice è liscia e tonda, e leggermente più compatta della vagina; si trova sulla parte superiore di quest’ultima. Per controllarla, è possibile utilizzare un dito o due, dopo aver lavato le mani, in posizione accovacciata.

Con l’avvicinarsi del periodo di ovulazione, la cervice si alza (diventando quindi più difficile da raggiungere) e diventa più morbida e aperta. Molte donne non sono a loro agio nel valutare lo stato della propria cervice, pertanto questo sintomo dell’ovulazione non è comunemente oggetto di autovalutazione.

Sintomo dell’ovulazione: tensione al seno

Soltanto alcune donne accusano questo sintomo, che viene generalmente considerato un effetto collaterale degli elevati livelli di estrogeno. Le donne che avvertono tensione al seno, solitamente rileveranno più o meno la stessa sensazione ogni mese.

Gli effetti dell’estrogeno calano in maniera significativa dopo l’ovulazione, tuttavia potrebbero ripresentarsi nei giorni che precedono le mestruazioni.

Se soffri di tensione al seno a metà del ciclo, ti conviene considerarla come sintomo dell’ovulazione, prendendo nota di quando si verifica e in che misura, in modo da utilizzare queste informazioni insieme ad altri sintomi per riconoscere il tuo periodo più fertile.

Sintomo dell’ovulazione: aumento della sensibilità di olfatto e gusto

Alcune donne riferiscono di percepire con maggiore intensità diversi odori e sapori nel periodo dell’ovulazione. Anche in questo caso, il sintomo è comunemente associato all’incremento dei livelli di estrogeno. Dopo l’espulsione dell’ovulo in fase di ovulazione, al calo dei livelli di estrogeno generalmente si accompagna la scomparsa del sintomo.

Sintomo dell’ovulazione: crampi addominali (Mittelschmerz)

Più di un terzo delle donne accusa un dolore addominale simile a crampi o fitte in fase di ovulazione.

Questo sintomo viene clinicamente definito Mittelschmerz, che in tedesco significa “dolore di mezzo”.

Il dolore può durare da qualche minuto a qualche ora, ed è più frequente nella parte destra del basso addome, sebbene alcune donne lo avvertano in entrambi i lati, e altre riferiscano invece uno spostamento laterale dei dolori ogni mese.

Tra le diverse possibili spiegazioni del sintomo del Mittelschmerz figurano:

- La crescita dei follicoli nell’ovaio prima dell’ovulazione

- La rottura della parete dell’ovaio, che si verifica ogni mese in corrispondenza dell’ovulazione

- Contrazioni muscolari delle tube di Falloppio e dell’ovaio in fase di ovulazione

Sintomo dell’ovulazione: aumento della temperatura basale

Subito dopo l’ovulazione, l’incremento dei livelli di progesterone nel corpo genera il sintomo praticamente universale della temperatura di ovulazione.

In questa fase, la maggior parte delle donne presenta un aumento della temperatura basale pari a circa 0,5°C, che si mantiene per il resto del mese.

È consigliabile rilevare la temperatura basale al risveglio, prima di alzarsi dal letto, utilizzando un termometro preciso e tenendo traccia delle registrazioni su un grafico con frequenza giornaliera.

EmptyView