Gravidanza - sviluppo del bebè - settimana 22 Gravidanza - sviluppo del bebè - settimana 22
Gravidanza

Settimana 22

Settimana 22

Ventiduesima settimana di gravidanza

In questa fase il piccolo ascolta molti rumori ovattati, quindi prendi la buona abitudine di parlargli, sentire la musica e invitare il partner a chiacchierare col piccolo attraverso la pancia. Sarete ripagati quando il bambino, una volta nato, reagirà alla voce del papà.

Se passi vicino a un negozio di giocattoli, questa settimana, entra e osserva la misura delle bambole. Il tuo bambino ha le dimensioni di uno di quei bambolotti più piccoli, e gli assomiglia parecchio.

A 22 settimane, le sue palpebre sono ancora chiuse e sigillate, tuttavia è in grado di distinguere la differenza tra luce e buio. Man mano che il termine si avvicina, il piccolo comincerà ad aprire gli occhi, allenandosi ben bene prima della nascita. Uno dei motivi per cui le areole sono diventate più scure del solito consiste nel facilitare il bambino a trovare il capezzolo. Il forte contrasto con il tessuto cutaneo circostante lo aiuta a rivolgere la bocca nella direzione giusta.

Se hai voglia di fare un po’ di shopping, acquista un giochino bianco e nero. Spesso, i giocattoli “educativi” sono basati su questi schemi cromatici. Verso le 10 settimane di età, la retina del piccolo matura fino a consentirgli di riconoscere i colori.

Non ho davvero niente da mettermi!

Parlando di shopping, potrebbe essere ora di passare in rassegna il guardaroba. Se non hai voglia di acquistare o indossare vestiti pre-maman, scegli pantaloni e gonne con l’elastico in vita. I giorni in cui le donne incinte indossavano le camicie col fiocco sul collo sono passati (fortunatamente) e probabilmente scoprirai che non devi cambiare il tuo gusto estetico a 22 settimane di gravidanza.

Le donne che amano mettere in vista la loro forma privilegiano le maglie corte e lasciano che la pancia sporga dai pantaloni. Non esistono regole precise. L’importante è che tu ti senta comoda e a tuo agio. Il tuo piccolo beneficerà del tuo senso di benessere, il che è fondamentale.

Cambiamenti fisici di questa settimana

Da questa settimana fino alla settimana 26 il tuo utero continuerà a crescere, superando l’altezza dell’ombelico. Potresti cominciare ad avere il respiro corto, con una capacità polmonare ridotta rispetto al solito. Ma la natura è comunque generosa. L’intera cassa toracica si sposterà verso l’alto per non interferire con l’avanzare della gravidanza e le costole inferiori si espanderanno in direzione laterale. Un po’ come gli slip elasticizzati che indossi.

Cattiva digestione e acidità di stomaco non sono ancora passate. Il progesterone (l’importantissimo ormone della gravidanza) rilassa i legamenti nel bacino, e non solo. Esercita la sua azione anche nel tratto digerente, che smorza l’intero processo della digestione. Non esagerare con curry e cibi speziati, nonostante le tue voglie. Altrimenti ne pagherai le conseguenze.

Puoi tenere la stitichezza sotto controllo consumando molte fibre e crusca e bevendo molta acqua. Limita il consumo di pane e pasta non integrali, che non aiuteranno i movimenti intestinali. Se sei particolarmente indisposta, parlane con il ginecologo, il medico o il farmacista, per trovare soluzioni sicure che ti permettano di regolarizzare l’intestino.

A fine giornata, potresti notare che hai i piedi e le caviglie gonfie. Forse soffri di ritenzione idrica più del solito, che si manifesta nel caso in cui rimani in piedi per lunghi periodi. Presta attenzione alle scarpe. In questo periodo la comodità viene prima dello stile. Scegli scarpe facili da infilare piuttosto che quelle da allacciare, in modo da evitare di piegarti. Tra qualche settimana sarai più che soddisfatta della tua decisione.

Cambiamenti emotivi di questa settimana

Baby brain, amnesia da gravidanza, amnesia della mamma; comunque la si chiami, il significato non cambia. Può rivelarsi molto frustrante, e in qualche caso condurre alle lacrime. Non ti preoccupare. La ricerca spiega che quando cerchiamo di fare troppe cose contemporaneamente, ovvero entriamo in modalità multitasking, la qualità delle nostre attività ne risente. Cerca di affrontare una cosa alla volta, e portala a termine prima di passare ad occuparti di altro. Non pretendere troppo da te stessa; dopotutto ti stai prendendo cura di un bambino. E non è poco!

Potresti realizzare solo alla 22a settimana il vero significato della gravidanza. Stai per avere un bambino. I dubbi potrebbero assalirti, portandoti a mettere in discussione la tua capacità di essere madre e di affrontare le numerose responsabilità della figura del genitore! Si tratta di una normale e sana reazione di fronte a un evento tanto significativo. Avere un bambino non è uno scherzo, e qualche volta dobbiamo porci le domande più scomode affinché tutto acquisisca un senso.

Se conduci una vita impegnata, potresti dimenticarti della gravidanza durante il giorno, e trovarti a pensarci solo la sera. È normale, e no, il bambino non penserà che non lo desideri. Fintantoché ti prendi cura di te stessa ed eviti le attività troppo rischiose, tutto procederà come deve.

Hai già pensato al nome? Trovare quello giusto potrebbe richiedere ore e ore. Forse sei tra i fortunati che hanno sanno sempre saputo come avrebbero chiamato il proprio figlio, oppure è il tuo partner ad avere le idee molto chiare. Puoi acquistare qualche libro dei nomi, fare una ricerca su Internet o cercare l’ispirazione nel tuo albero genealogico. Quando esci, ascolta gli altri genitori chiamare i propri figli. Preparati a cambiare idea un milione di volte: dopotutto è una decisione importante.

Come cambia il bambino questa settimana

Questa settimana i muscoli del bambino si svilupperanno e si perfezioneranno. Il piccolo potrebbe passare un po’ di tempo a succhiarsi il pollice, afferrare il cordone ombelicale, singhiozzare o fare pratica con l’uso delle mani.

Questa settimana accumulerà altro grasso e non sembrerà più trasparente come un paio di settimane fa. Non pensare di dover mangiare per due. Gli esperti raccomandano di incrementare di solo il 10% il normale apporto alimentare. Il che equivale a 1050 kilojoule/giorno extra nel secondo trimestre. Un frutto in più, una manciata di frutta secca o un tramezzino sano sono sufficienti per coprire questo fabbisogno extra.

Seppur piccolissime, il piccolo ha già le unghie. Se aspetti una bambina, utero e vagina saranno già formati, mentre se aspetti un maschietto, i suoi testicoli scenderanno dall’addome fino allo scroto. Molti bambini nascono con i genitali ingrossati. Questo fenomeno è dovuto agli ormoni della gravidanza, che ne determinano il gonfiore. Dopo le prime settimane, assumono le dimensioni normali.

Consigli per questa settimana

Pianifica una vacanza. È il momento giusto per pensare a una pausa prima del lieto evento, quando le tue condizioni ti permettono ancora di viaggiare. La maggior parte delle compagnie aeree impongono vincoli in caso di gravidanza, ad esempio la presentazione di un certificato medico per poter volare dopo la 36a settimana. Se aspetti i gemelli o hai avuto complicazioni, la soglia potrebbe essere anticipata a 32 settimane.

Riduci lo sforzo alla schiena chinandoti verso il bambino, piuttosto che prendendolo sempre in braccio. Incoraggialo a sedersi sulle tue ginocchia quando sei seduta o a sdraiarsi accanto a te. I dolori lombari possono manifestarsi frequentemente in gravidanza, ed è consigliabile non trascurare la schiena. Esamina attentamente il tuo materasso; se presenta affossamenti e non offre sostegno, è ora di cambiarlo. Poiché trascorri almeno 1/3 del giorno a letto, ti conviene scegliere un materasso in grado di sostenere correttamente la tua colonna vertebrale.

Riscopri il piacere di fare il bagno. Immergerti nell’acqua e guardare la pancia che si muove può diventare uno dei tuoi passatempi preferiti nelle prossime settimane. Se ti sembra che il bambino rotoli, ti punzecchi, ti dia dei piccoli pugni, oppure se avverti una sensazione quasi elettrica nella vescica, ciò significa che il bambino è attivo.

Concentrati sul pavimento pelvico! Ricordati di allenare il pavimento pelvico, evitando esercizi ripetitivi e sollecitazioni eccessive. Il jogging e la corsa non sono consigliabili in questa fase. Camminare, nuotare, fare stretching, yoga o pilates sono alternative migliori.

Scopri il beneficio che puoi trarre dagli esercizi per il pavimento pelvico durante la gravidanza.

Tutto pronto per la 23a settimana!

https://www.huggies.it/gravidanza/settimana-per-settimana/secondo-trimestre/settimana-22/

EmptyView