Gravidanza - sviluppo del bebè - settimana 12 Gravidanza - sviluppo del bebè - settimana 12
Gravidanza

Settimana 12

Settimana 12

Dodicesima settimana di gravidanza

Il feto è dotato di tutti i suoi organi vitali, inoltre si sono formate anche le vie del sistema nervoso. Le ossa cominceranno a indurirsi. Il piccolo comincia ad abbandonare la posizione raggomitolata e inizia a raddrizzarsi.

Ormai ci sei quasi! Il primo trimestre, considerato da molte donne il peggiore, sta volgendo al termine. Tira pure un sospiro di sollievo, se gli ultimi due mesi ti sono sembrati terribili. Parlando di respirazione, sappi che da questo momento fino al parto avrai la sensazione di non riuscire a espandere i polmoni come al solito. Questo accade per un buon motivo: qualcun altro occupa lo spazio disponibile, e dovrai farci l’abitudine.

È ora di fare shopping!

Dopo la 12a settimana, la costante sensazione di nausea e stanchezza passerà. Potresti ritrovare l’appetito e il pensiero del cibo non dovrebbe più darti il voltastomaco. In gravidanza, è piuttosto comune provare una voglia insaziabile per alimenti particolari, anche se in precedenza non risultavano appetitosi. Spesso, è la consistenza dei cibi ad attirare, più che il loro gusto. Ghiaccio da masticare, croccante verdura cruda, yogurt vellutato e caramelle gommose vanno per la maggiore. Tieni una scorta di ciò che preferisci nelle vicinanze, meglio non restare senza!

Cambiamenti fisici di questa settimana

La pelle intorno ai capezzoli potrebbe scurirsi e potresti notare macchie scure sul viso. Inoltre, potrebbe comparire una linea scura verticale che congiunge ombelico e inguine. È dovuta ai cambiamenti ormonali, e svanirà dopo il parto.

Grazie all’aumento nel volume di sangue circolante, potresti assumere quell’aspetto raggiante di cui si parla tanto. Quei fastidiosi brufoli che ti hanno tormentato nelle ultime settimane probabilmente sono scomparsi, lasciando spazio a un incarnato più pulito. Era ora!

A partire dalla 12a settimana, non dovrai più correre in bagno così spesso. Il tuo utero comincia a sollevarsi dal bacino, lasciando spazio alla vescica che può riempirsi con un po’ più di urina. Potresti persino sentire la parte superiore del tuo utero che spunta al di sopra dell’osso pubico. Prova a sdraiarti sul letto con la vescica piena: lo sentirai sicuramente.

Cambiamenti emotivi di questa settimana

A partire da questa settimana potresti sentirti quasi euforica. Cominci a ritrovare le energie, e ti sembra di tornare ad essere la solita. Molte donne affermano di desiderare di uscire dal proprio corpo, semplicemente perché ricordano quanto è piacevole non avere la nausea tutto il tempo.

Potresti sentirti più rilassata e a tuo agio a partire dalla 12a settimana. Il rischio di abortire si è significativamente ridotto e molte coppie ritengono che sia giunto il momento di dare la bella notizia agli altri.

Potresti ancora commuoverti più facilmente del solito. La semplice vista di passeggini, donne incinte, bambini piccoli e persino morbidi peluche potrebbero indurti a tirare fuori il fazzoletto. Se le pubblicità dei pannolini sono troppo per te, spegni la TV!

Tesoro, dove sei?

Rispetto alle ultime settimane, potresti improvvisamente trovare il partner molto più sexy e attraente. Forse l’attività sotto le lenzuola è stata l’ultimo dei tuoi pensieri, ma ora la libido torna a farsi sentire più di prima, dopo una fase di ibernazione. Ciò è dovuto al recupero di maggiori livelli di energia e all’afflusso di più sangue nella zona genitale. Grazie, estrogeno!

È perfettamente sicuro continuare ad avere rapporti sessuali in gravidanza, tranne in presenza del rischio di parto prematuro o rottura delle membrane. Infatti, molte donne associano la gravidanza al periodo in cui si sono sentite particolarmente sensuali e hanno risvegliato la libido, provando maggior piacere dall’attività sessuale. Altre invece temono possibili effetti negativi per il bambino. Non ti preoccupare. Il tuo piccolo è protetto da uno spesso tappo di muco che sigilla la cervice, inoltre il liquido amniotico attutisce i vari movimenti e le spinte. Manterrà persino gli occhi chiusi, almeno fino al 7° mese.

Come cambia il bambino questa settimana

Il tuo piccolo ha raddoppiato le sue dimensioni rispetto a 3 settimane fa. Ora misura dai 5 ai 6,5 cm in lunghezza, come una prugna matura.

Si muove in continuazione, scalciando e allungandosi, girandosi e contorcendosi. Ma poiché è molto piccolo e il tuo utero è appena sopra il bacino, non riuscirai a percepire i suoi movimenti. Diventando più grande, comincerà a esercitare pressione contro la parete dell’utero, e solo allora potrai avvertire chiaramente i suoi movimenti.

Questa settimana il midollo osseo del piccolo comincia a produrre i globuli bianchi. Queste cellule combattono le infezioni, tutelando il benessere e la salute del bambino.

Dalla 12a alla 18a settimana si verificano importanti progressi nello sviluppo del cervello del piccolo. Evita alcol, tabacco o sostanze stupefacenti, che potrebbero produrre effetti a lungo termine sul bambino. In questa fase inoltre la ghiandola pituitaria comincia a funzionare e a produrre i propri ormoni.

La placenta del bambino assolve a tutte le necessità primarie: filtrare l’ossigeno e i nutrienti per favorire la crescita del piccolo.

Questa settimana il bambino è in grado di succhiarsi il pollice. Non è bellissimo? Le palpebre coprono interamente gli occhi, proteggendoli.

L’intestino comincia a contrarsi e rilassarsi, una sorta di allenamento alla digestione per quando nascerà. Le prime feci espulse dal bambino sono definite meconio, e rappresentano un segnale importante. Tuttavia dovrai aspettare ancora un po’ per scoprire di cosa si tratta!

Consigli per questa settimana

Evita gli esercizi che potrebbero ridurre l’apporto di ossigeno al bebè. Immersioni subacquee, arrampicate e viaggi verso altitudini elevate sono rischiosi e devono essere evitati almeno fino al parto.

Scrivi una lettera al tuo piccolo, o inizia a tenere un diario o un blog. Adesso potrebbe sembrare assurdo, ma nei prossimi anni sarà bellissimo rileggere insieme le tue pagine. È un periodo ricco di emozioni, e nonostante ti sembri che possa durare per sempre, ti accorgerai che in realtà il tempo vola.

Impara a riconoscere gli alimenti che potrebbero dare fastidio a te o al tuo bambino. L’infezione da listeria è dovuta all’ingestione di cibo contaminato ed è particolarmente rischiosa per la futura mamma e il suo piccolo. Tra i cibi da evitare, figurano i formaggi a pasta molle come camembert e brie, pesce crudo e sushi, paté, insalate pronte e salumi e affettati. Anche la carne cruda è pericolosa e dovrai prestare molta attenzione all’igiene in cucina e nella preparazione dei pasti.

Preparati alla settimana 13!

EmptyView