Nascita del bambino + Travaglio + fase 2 Nascita del bambino + Travaglio + fase 2
Neonato

Seconda fase del travaglio

Il parto - la seconda fase del travaglio

La dilatazione

La seconda fase del travaglio inizia quando la cervice è completamente dilatata e termina con la nascita del vostro bambino.

Quando la cervice si sarà dilatata fino a 10 centimetri, la testa del bambino sarà scesa in profondità nel bacino, con la parte più larga della testa che sarà passata attraverso la "tesa" pelvica e, si spera, anche attraverso la parte più stretta del bacino, il "diametro interspinoso".

Le contrazioni durante il parto

Il viaggio nel bacino avviene naturalmente durante la prima fase del travaglio, quando la parte superiore dell'utero viene compressa durante le contrazioni, dilatando la cervice e, allo stesso tempo, spingendo il bambino più in basso. La forza di gravità può aiutare questo processo, quindi cercate di stare in posizioni erette o inginocchiate durante le contrazioni.

Il tuo bambino è pronto per nascere. Il resto del loro viaggio consiste in un passaggio a testa in giù sotto l'arco pubico, dove esce la parte più larga della testa, seguita dalle spalle una ad una, e il resto del suo piccolo corpicino che segue velocemente.

Le contrazioni continueranno, vicine tra loro, e potranno essere accompagnate da un forte impulso a spingere (che molte donne descrivono come il bisogno di avere un movimento intestinale).

Spesso le donne cambiano i suoni che emettono durante la parte molto forte di una contrazione, dal sospiro o lamento al grugnito o al gemito.

Quanto dura la seconda fase?

La seconda fase può durare da 5 minuti a 3 ore, con una durata compresa tra 1 e 2 ore tipica nel caso del primo parto.

Le spinte

È importante parlare con l’assistente medico quando sentite il desiderio di spingere. Lo stimolo è molto forte e può essere difficile da controllare, ma se la dilatazione non è ancora stata stabilita, il medico potrebbe volervi far aspettare in modo da potersi assicurare che la cervice sia completamente dilatata.

Sarà lui a guidarvi attraverso le tecniche di respirazione e di spinta. Le spinte (o "pressioni") dovrebbero avvenire solo durante le contrazioni, in quanto la combinazione di entrambe vi aiuterà a far nascere il vostro bambino.

Idealmente, all'inizio di ogni contrazione, si fa un respiro lento e profondo, con calma, poi si espira (o, se necessario, si trattiene il respiro) mentre si spinge, per 5-10 secondi. Alcuni consigliano di immaginare di spegnere le candele per emettere quel tipo di respiro "ansimante" che può aiutare a spingere.

Fate un respiro e riposate fra una spinta e l’altra, poiché ci possono essere fino a 3 o 4 spinte durante ogni contrazione.

L'"impulso a spingere" di solito si percepisce durante il picco di ogni contrazione nella seconda fase (anche se può essere indebolito se avete avuto un'anestesia epidurale prima del parto) - ed è meglio aspettare fino a quando si percepisce l’impulso, prima di spingere.

Quando si comincia a spingere, si sente la testa del bambino che scende attraverso il canale del parto, mentre l’effetto si attenua con il passare della contrazione.

Dopo un certo numero di contrazioni, la testa del bambino sporge attraverso le labbra; questa fase si chiama "coronamento" - ed è seguito da una sensazione spesso molto fastidiosa e di bruciore causata dalla testa del bambino che tende la vagina. Questa sensazione viene spesso denominata "anello di fuoco" e coglie di sorpresa molte donne, poiché è una sensazione molto diversa dal dolore alla pancia dovuto alle contrazioni.

Dopo il coronamento, possono essere necessarie ancora un paio di contrazioni prima che la testa fuoriesca; è bene così, perché questa fase dà anche al perineo il tempo di allungarsi un po' di più prima del parto, per impedire o minimizzare la lacerazione della pelle intorno alla vagina. L’assistente medico potrebbe anche chiedervi di cercare di non spingere per qualche contrazione, in modo che il vostro perineo abbia il tempo di allungarsi.

La nascita del vostro bambino

La testa del bambino esce di solito prima della successiva contrazione che fa fuoriuscire le spalle, dando la possibilità alla vostra assistente di controllare il posizionamento del cordone ombelicale del bambino e di sollevarlo dal collo se necessario.

Le spalle del vostro bambino e il resto del suo corpo in genere fuoriescono con una sola spinta scivolosa, poiché tutto il liquido amniotico rimanente fuoriesce immediatamente dopo.

Il vostro bambino può venire alla luce con un pianto forte o respirando tranquillamente, con gli occhi spalancati che si guardano intorno meravigliati o che hanno bisogno di un piccolo aiuto per fare il primo respiro. Il sanitario che vi sta assistendo controllerà velocemente il vostro bambino e si assicurerà che non sia necessario alcun intervento immediato; a questo punto viene clampato e tagliato il cordone ombelicale.

Solitamente il bambino viene avvolto in una coperta per stare al caldo - o appoggiato direttamente sul corpo della mamma, per un contatto pelle a pelle. Spesso viene messe immediatamente sul seno della mamma. Finalmente incontrerà la piccola creatura con la quale ha condiviso il corpo negli ultimi 9 mesi. Che momento meraviglioso.

EmptyView