Nascita del bambino + Travaglio + scollamento delle membrane Nascita del bambino + Travaglio + scollamento delle membrane
Neonato

Scollamento delle membrane

Scollamento delle membrane

L’espressione può sembrare stranamente familiare, soprattutto se sei tu quello che di solito pulisce il pavimento della cucina. Si tratta in realtà di una procedura specifica per la gravidanza e il travaglio. Lo scollamento delle membrane è un metodo usato per avviare il travaglio ed è considerato un'opzione di induzione più dolce e meno invasiva. Generalmente si fa quando una madre ha superato la data di scadenza o quando è necessario indurre il travaglio a causa di complicazioni ostetriche (di lieve entità). È un'alternativa ad altre tecniche di induzione come la rottura artificiale delle membrane e/o una flebo di Syntocinon.

L'obiettivo dello scollamento delle membrane è quello di stimolare la produzione dell'ormone prostaglandina, che si verifica naturalmente nel rivestimento dell'utero. Il ruolo della prostaglandina è quello di stimolare l’utero materno a iniziare a contrarre. La prostaglandina sintetica è disponibile sotto forma di compresse o gel, lo scollamento è un modo alternativo per somministrare la prostaglandina alla cervice.

Perché si effettua lo scollamento?

  • Per indurre il travaglio quando la gravidanza è oltre termine.

  • Come mezzo di "induzione sociale", cioè quando una madre vuole che il suo bambino nasca entro un lasso di tempo prestabilito (questo è un argomento controverso e c'è un reale cambiamento di opinione rispetto all'eventualità che ciò avvenga)

  • Per aiutare la cervice a "maturare" in modo che possa iniziare a dilatarsi e a deformarsi (assottigliarsi)

  • Per rilasciare gli ormoni noti come prostaglandine, che sono prodotti dall'utero e dalla cervice, e contribuire a far sì che l'utero si contragga e inizi il travaglio

  • Per rendere la cervice più favorevole all'induzione

Rischi dello scollamento delle membrane

Generalmente, questa procedura è considerata come un metodo completamente sicuro ed efficace per stimolare le contrazioni nella fase iniziale del travaglio.

Non c'è alcuna prova che dimostri che lo scollamento delle membrane aumenti il rischio di infezione per la madre o il bambino.

  • Se la data presunta del parto è stata calcolata in modo impreciso e non è ancora prevista la nascita del bambino, possono verificarsi complicanze legate alla prematurità. Tra questi vi sono problemi di regolazione della temperatura del bambino, peso ridotto alla nascita, problemi respiratori e difficoltà di alimentazione.

  • Problemi respiratori per il bambino. Uno dei tanti benefici per i bambini nati con parto vaginale è che i loro polmoni vengono delicatamente compressi dalle contrazioni uterine. Questo aiuta a spremere il liquido amniotico in eccesso dentro e intorno ai polmoni. Quando iniziano a respirare da soli, i loro polmoni devono gonfiarsi completamente per poter respirare efficacemente.

  • In generale, quando una madre viene sottoposta a una qualsiasi forma di induzione del parto, aumenta il rischio di avere un parto cesareo.

  • Lo scollamento delle membrane può essere doloroso, soprattutto se la madre non è ancora in travaglio.

  • La maggior parte delle donne scopre di avere un leggero sanguinamento e un aumento di perdite vaginali dopo la manovra. A volte lo scollamento provoca contrazioni che non si concludono con il travaglio, ma sono comunque dolorose.

Come si fa effettua lo scollamento delle membrane?

L'ostetrica spiegherà la procedura per ottenere il vostro consenso. Tu e il tuo partner dovete sentirvi pienamente informati sui benefici, i rischi e i risultati attesi di uno scollamento.

È importante andare in bagno e svuotare la vescica prima della manovra. L'ostetrica farà prima un esame addominale e ascolterà il battito cardiaco del bambino. Nel caso in cui ci fosse qualche variazione rispetto alla norma o qualcosa che non va, allora non bisognerebbe eseguire lo scollamento.

Utilizzando un guanto, l’ostetrica o il medico inserisce delicatamente due dita nella vagina facendo passare l’indice attraverso la cervice. A quel punto verifica se la cervice può essere definita "favorevole", cioè morbida, inizia a dilatarsi e ad assottigliarsi. Una cervice alta e chiusa non è l'ideale per lo scollamento. Aumenta anche la probabilità che la manovra sia dolorosa, non solo fastidiosa.

Dopodiché toccherà le membrane che avvolgono il bambino e che si appoggiano sulla cervice. Nella manovra di scollamento, la cervice viene tesa in modo che si apra, mentre le membrane vengono staccate dal punto in cui aderiscono attorno alla cervice, nella parte inferiore dell'utero.

La cervice deve essere morbida e già leggermente dilatata per poter inserire un dito. Se la cervice non è dilatata, un'altra opzione è che l'ostetrica massaggi delicatamente la cervice in modo che le prostaglandine possano essere rilasciate.

L'obiettivo della manovra di scollamento per l'ostetrica è quello di ruotare il dito con un movimento circolare a 360 gradi. Occorre prestare attenzione a non rompere le membrane nel praticare la manovra, anche se a volte questo è inevitabile, soprattutto se le membrane sono rigonfie e stanno per rompersi spontaneamente.

Cosa significa rompere le acque?

La rottura artificiale delle membrane è una procedura diversa dallo scollamento. Questa manovra deve essere eseguita con un uncino appositamente studiato, dotato di un manico lungo e un'estremità che somiglia a quella di un ferro per l'uncinetto. Lo strumento viene inserito delicatamente nella vagina, attraverso la cervice, e poi viene posizionato in maniera tale da agganciare le membrane e creare un foro da cui far fuoriuscire il liquido amniotico. A volte questa procedura è sufficiente per avviare il travaglio senza che sia necessario utilizzare altri metodi di induzione.

Quanto è efficace lo scollamento delle membrane?

Statisticamente, il tasso di successo della manovra è del 24% circa e il travaglio tende ad iniziare entro le 48 ore successive. La maggior parte delle donne partorirà entro una settimana dal momento in cui è stata effettuata la manovra di scollamento. In ogni caso, se il travaglio non è iniziato entro 36 ore, la procedura può essere ripetuta.

Alcuni assistenti effettuano abitualmente uno scollamento ad ogni visita pre-parto a partire dalla trentottesima settimana di gestazione, anche se questo non è ritenuto necessario e può essere rischioso.

Se lo scollamento non induce il travaglio, la decisione successiva può essere quella di praticare un ARM e iniziare una flebo di Syntocinon.

EmptyView