Gravidanza + Settimana 35 + Mamma Gravidanza + Settimana 35 + Mamma
Gravidanza

Settimana 35

Settimana 35

Trentacinquesima settimana di gravidanza

Il piccolo misura circa 50 cm in lunghezza questa settimana, e il cervello si sta sviluppando in maniera estremamente rapida. Consuma cibi ricchi di DHA (acido docosaesaenoico), come il pesce d’acqua fredda. Verifica con il medico o il ginecologo la possibilità di assumere quotidianamente un integratore di questo importante acido grasso.

Sei sempre più vicina all'ultimo mese di gravidanza. Il conto alla rovescia per l’arrivo del bambino sta per iniziare e il traguardo delle 40 settimane non sembra poi così lontano. Se ultimamente stavi ancora lavorando, a breve potrai cominciare a rilassarti, poiché il congedo di maternità spesso inizia nel periodo delle ultime 4-6 settimane di gestazione. Questo accade per validi motivi. Sebbene la gravidanza sia uno stato normale, può diventare difficile proseguire le normali attività lavorative nelle ultime settimane di gravidanza.

I tuoi ultimi giorni di lavoro sembrano passare così lentamente che credi non finiranno mai. Concentrarsi su qualcosa di diverso dal bambino sta diventando sempre più difficile e ti ritroverai ad appisolarti nei momenti meno opportuni. È opera della natura, che ti prepara a uno degli eventi più significativi che tu possa sperimentare. Quindi, cerca di sembrare concentrata quando sei in riunione, anche se la tua mente è occupata a contare i body e le tutine nel guardaroba del bambino!

Sì, diventerò mamma!

Le ultime settimane della gravidanza sono il periodo ideale per riflettere e apprezzare il lavoro importante che il corpo esegue per proteggere e far crescere il bambino. Anche se a 35 settimane di gravidanza è normale avvertire un certo disagio, ci sono anche alcuni vantaggi. Generalmente, le persone sono più cortesi e disposte ad offrire aiuto se capiscono che ne hai bisogno. Mostrano autentico interesse e curiosità verso di te e il bambino e probabilmente vorranno sapere di quanti mesi sei, se è maschio o femmina e se è il primo figlio.

L'entusiasmo degli altri può essere contagioso e spesso serve come promemoria per l’imminente grande avvenimento. L'altro vantaggio è che non sei tenuta a inventarti nessuna scusa se vuoi semplicemente riposare ed estraniarti dalla vita sociale. Questo vale soprattutto in estate, quando il disagio di essere avanti con la gravidanza può complicare le cose.

Cambiamenti fisici di questa settimana

Se il bambino è rimasto in posizione podalica fino ad ora, questa settimana dovrebbe girarsi. Questo dovrebbe darti un certo sollievo se la sua testolina dura e ossuta è rimasta a lungo infilata sotto le tue costole. La presentazione cefalica del bambino è la migliore posizione in assoluto per nascere.

Questa settimana potresti notare perdite di colostro dai capezzoli. Quando togli il reggiseno, forse noterai che si è asciugato e incrostato sui capezzoli. Il tuo seno ti sembrerà ancora più pesante e striato di vene blu. Assicurati di aver scelto la taglia giusta quando lo hai acquistato. I reggiseni pre-maman sono capi comodi che allevieranno la pressione del seno sul petto e sulle spalle.

Il liquido amniotico che circonda il bambino raggiunge il suo livello massimo alla 35a settimana e, d’ora in poi, inizierà a diminuire. In questa fase della gravidanza, le future mamme potrebbero non sapere se hanno perdite di urina o di liquido amniotico. Tuttavia, questo liquido ha un odore caratteristico, e in caso di dubbi sulla rottura delle membrane, chiedi un controllo da parte del ginecologo o dell’ostetrica. Saranno in grado di analizzarlo e stabilirne l’origine.

Questa settimana potrebbe sembrarti che il tuo cuore perda i colpi oppure batta più velocemente. A causa della portata dei grandi vasi sanguigni e del carico imposto al cuore, le palpitazioni sono molto comuni. Se si sviluppa dolore toracico o problemi di respirazione, non esitare a consultare il medico.

Cambiamenti emotivi di questa settimana

Questa settimana un assillante senso di impazienza potrebbe impadronirsi di te. Potresti cominciare a pensare che sei incinta da parecchio tempo e hai capito come funziona la gravidanza, quindi preferiresti non andare oltre. Il tuo bambino ha assunto un'immagine ben precisa nella tua mente e sei davvero curiosa di sapere quanto corrisponderà alla realtà. Avrà il mio naso? Assomiglierà a mio suocero? Sarà maschio/femmina come desidero? Queste e un milione di altre domande si affolleranno nella tua mente. Abbi pazienza. Il bambino si sta ancora sviluppando e arriverà quando sarà pronto.

Questa settimana potresti ritrovarti spesso con il fazzoletto in mano, e predisposta a crolli emotivi. Schiena e gambe doloranti sembrano prosciugare la tua energia e non avrai voglia di fare molto. Ascolta i segnali del tuo corpo: prenditi una pausa e non pretendere troppo da te stessa. Stacca per un paio di giorni, se puoi. Non sei ancora arrivata alla fase estrema della gravidanza, quindi prenditi cura di te fino a quando non ti senti meglio.

Può essere difficile ricordare che la gravidanza è uno stato sano e normale nella vita di una donna. Anche se può sembrare un fardello scomodo, nelle donne in salute e fertili la gravidanza è uno stato completamente naturale. Considerala come un evento normale, e non come qualcosa di innaturale o che necessita di intervento medico.

Come cambia il bambino questa settimana

Questa settimana il bambino attraversa una fase intensa di sviluppo cerebrale. I neuroni e le prime connessioni nel cervello si stanno sviluppando ulteriormente, in modo che alla nascita saranno perfettamente in grado di ricevere la stimolazione. Ricorda di consumare gli importantissimi alimenti ricchi di DHA e Omega-3, per sostenere la crescita del cervello del bambino. Il pesce azzurro ne è un’ottima fonte, ad esempio salmone, sardine e tonno.

Il bambino prenderà ancora circa 450 grammi questa settimana, accumulando le cellule di grasso per favorire l’isolamento dopo il parto. La maggior parte dei bambini perde peso nella prima settimana o dopo la nascita, a fronte di un consumo maggiore di energia. Tuttavia, circa 2 settimane dopo la nascita, la maggior parte dei neonati ritorna più o meno al peso che aveva alla nascita.

Il tuo bambino è lungo circa 50 cm questa settimana. L'energia dedicata ad allungarsi d’ora in poi sarà allocata all’aumento di peso. Nelle ultime settimane prima del parto non prenderà più di un paio di centimetri.

Da questo momento in poi, i movimenti del bambino non assomiglieranno più ai classici rotolamenti. Semplicemente non ha più abbastanza spazio per muoversi facilmente come un paio di settimane fa. Se ritieni che il bambino abbia cambiato modo di muoversi o sia diventato insolitamente tranquillo, senti il parere del ginecologo o dell’ostetrica. Sei il miglior giudice in materia di attività del bambino, quindi non temere mai di non essere presa sul serio.

Consigli per questa settimana

Acquista qualche traversa in plastica da posizionare sul materasso. Ringrazierai te stessa qualora ti si rompano le acque mentre sei a letto. Tieni un asciugamano anche in auto, nel caso in cui serva. Se le acque si rompono quando la testa del piccolo non è ancora scesa, ovvero non si è ancora verificato l’impegno del bambino nel canale del parto, avrai la sensazione di un fiotto di liquido.

Se non hai ancora elaborato un piano del parto, è ora di prepararlo. Pensa al tipo di parto che vorresti avere e a chi vorresti al tuo fianco in quel momento. Ricorda che non ci sono garanzie quando si tratta di partorire e la tua priorità deve sempre essere la salute e il benessere, tuoi e del tuo bambino.

Rileggi la lista di nomi propri, e soffermati su quelli che ti piacciono di più. Quello che adoravi un paio di mesi fa potrebbe essere stato relegato alla colonna «assolutamente no». Se tu e il partner non siete d'accordo, date tempo al tempo. Non sottovalutare il potere del bambino nel farvi venire in mente un nome al quale non avete ancora pensato. «Ha proprio un viso da...» è una frase comune nelle sale parto di tutto il mondo.

Preparati per la 36a settimana.

EmptyView