Gravidanza + Settimana 30 + Mamma Gravidanza + Settimana 30 + Mamma
Gravidanza

Settimana 30

Settimana 30

Trentesima settimana di gravidanza

Ogni settimana il suo cervello si sviluppa velocemente, quindi scegli cibi che fanno bene al cervello e fai visita al mercato del pesce. Ricorda di evitare il pesce con elevato contenuto di mercurio. Generalmente si tratta di pesci predatori ai vertici della catena alimentare.

Il conto alla rovescia sta per iniziare. Sei giunta a tre quarti della tua avventura, e la velocità delle ultime 10 settimane ti stupirà. Ciò che sembrava così lontano si sta avvicinando sempre più, ogni giorno che passa.

È la cosa più triste che abbia mai sentito!

Ormai dovresti avvertire il cambiamento emotivo dentro di te. Cominci a notare le altre donne incinte, i neonati e i bambini piccoli e le esperienze in gravidanza di altre donne catturano il tuo interesse.

Anche se la tua gravidanza non era programmata o è capitata, a 30 settimane hai la piena consapevolezza che anche tu sarai presto madre. Anche se di solito non mostri le tue emozioni, a 30 settimane di gravidanza potresti cambiare atteggiamento. Guardare il TG o ascoltare storie tristi può smuovere un'ondata di empatia e un fiume di lacrime.

In qualche modo, l'esperienza umana sembra molto più intensa e personale durante la gravidanza. Questo non significa che sei destinata a soffrire di depressione post parto o che sei più a rischio di altre neomamme. È completamente normale sentirsi più fragili da un punto di vista emotivo in questa fase. La natura sa come intenerire le madri, in modo che possano mettersi in sintonia con i loro bambini con maggiore sensibilità per allevarli al meglio.

Cambiamenti fisici di questa settimana

D'ora in poi potresti dover far pipì più frequentemente. Il bambino sta diventando più grande e si trova sopra la tua vescica, il che significa che non ci vorrà molto perché lo stimolo diventi impellente. In ogni caso, non essere frettolosa. È importante svuotare completamente la vescica ogni volta che vai in bagno, per evitare il rischio di sviluppare un'infezione delle vie urinarie.

In questa fase potresti soffrire di insonnia, a prescindere dalla tua stanchezza quando vai a dormire. È un fenomeno comune nel terzo trimestre e i rimedi non sono molti. A parte il cercare di mantenere la stessa routine prima di coricarti, evitare la caffeina nel pomeriggio, rilassarti in un’atmosfera tranquilla prima di andare a letto e verificare che il letto offra comodità e sostegno, c'è poco altro da fare. Alcuni rumori bianchi, come quello del ventilatore, o l’ascolto di musica rilassante possono essere utili. La sedazione non è raccomandata durante la gravidanza e l'assunzione di compresse per dormire può essere troppo rischiosa. Prova invece con un bicchiere di latte o fai qualche prova con tanti cuscini nel letto, sdraiati su un fianco e appoggia la coscia su un cuscino lungo. Prova a togliere il computer e il cellulare dalla camera da letto. Se la tua stanza è diventata un deposito, fai un po’ d’ordine. Deve essere un ambiente riposante e sereno.

In questo periodo potresti dover fare i conti con le vene varicose. La pressione dell’utero sui principali vasi sanguigni del bacino non aiuta. Purtroppo, la situazione non migliorerà nel breve termine. Puoi trovare sollievo con biancheria intima rinforzata in Lycra, calze elastiche, bagni e docce con acqua fresca ed evitando di stare in piedi troppo a lungo. Controlla il tuo aumento di peso e solleva gambe e piedi ogni volta che puoi. Di solito le vene varicose migliorano dopo la nascita, anche se per alcune donne la situazione non si risolve in maniera definitiva.

Cambiamenti emotivi di questa settimana

Se stai ancora lavorando, potresti cominciare a segnare il passo. Concentrarsi sulle scadenze e mantenere alto il livello di interesse e coinvolgimento sta diventando difficile. Se lavori a tempo pieno, potresti valutare di chiedere il part time fino al congedo di maternità. Chiedi al tuo capo di lavorare da casa o di occuparti di un incarico diverso e meno gravoso per le settimane che ti restano. La richiesta di compiti più leggeri potrebbe dover essere accompagnata da un certificato medico.

Se hai figli più grandi di cui occuparti, non sarai in grado di prenderti una vera e propria pausa. Se possibile, cerca di fare un riposino pomeridiano, sincronizzandolo con quello dei tuoi figli. Mettiti d’accordo con il partner per condividere la gestione dei bambini in modo da poter avere un po' di tempo libero. La fatica può portare chiunque a un crollo emotivo in famiglia.

Tieni il partner aggiornato sulle sensazioni che provi. Sei incinta da diverso tempo ormai, e il suo entusiasmo iniziale potrebbe essersi un po’ raffreddato. Sforzatevi di andare insieme alle visite prenatali, e descrivigli il tipo di padre che diventerà, secondo te. Il suo rapporto con il bambino è importante tanto quanto il tuo, ed è iniziato nel momento in cui lo avete concepito.

Hai problemi a rimanere concentrata? Se stai studiando, la tua mente comincerà a vagare ovunque, tranne che sui libri. Concentrarsi sui propri incarichi può richiedere un certo sforzo mentale una volta giunta al 3° trimestre. Se continui a rimandare e trovare scuse per qualcosa che deve essere fatto, prova a usare un timer. Riproponiti di concentrarti per un'ora prima di fare una pausa. Funziona!

Come cambia il bambino questa settimana

Il tuo bambino è lungo circa 43 cm questa settimana e pesa approssimativamente 1,5 kg. Nel corso delle prossime settimane, prenderà peso. Cerca di arrivare a tavola con appetito e mangiare con gusto. Puoi mettere nel piatto qualsiasi cosa ma con moderazione, compreso uno sfizio di tanto in tanto. Se hai voglia di cibi particolari, cedi alla tentazione. Se non lo fai, ti ritroverai ad avere un pensiero fisso. Ricorda di evitare alimenti che possono contenere batteri del genere Listeria o causare la Salmonellosi.

Uno strato di grasso si sta accumulando sotto la pelle del bambino, che inizia a sembrare più paffuto e meno gracile. Le pieghe della pelle sopra gli arti e il corpo vengono riempite dall'interno in modo che, alla nascita, il piccolo avrà una pelle distesa e liscia.

Il cervello del bambino è cresciuto e il sistema nervoso è quasi maturo. Alla nascita, milioni di neuroni saranno pronti alle frequenti interazioni affettuose e agli stimoli, in modo da formare le sinapsi tra le cellule nervose. Non aspettare che nasca per cominciare a comunicare con lui/lei. Parlare, cantare, massaggiarti la pancia e fantasticare sull’aspetto del bambino ti aiuterà a formare un legame emotivo fin da subito. Perché non tenere un diario della gravidanza nelle ultime settimane? Sfogliandolo nei prossimi anni avrai qualcosa di prezioso da condividere con il tuo piccolo.

Questa settimana il bambino può assumere qualsiasi posizione: testa in su, testa in giù, girato di lato e messo di traverso. Presto non potrà più fare le capriole, poiché continua a crescere e occupare lo spazio disponibile nel tuo grembo.

Le sue unghie stanno per ultimare la loro crescita, raggiungendo l’estremità delle punte delle dita questa settimana. Ad alcuni bambini è necessario tagliare le unghie già nei primi giorni dopo la nascita, altrimenti si graffieranno il viso.

Consigli per questa settimana

Prepara una lista di domande prima della visita prenatale. L’amnesia da gravidanza può rendere la tua memoria un po’ meno affidabile del solito. Dimenticare le cose importanti può farti sentire frustrata e arrabbiata con te stessa. Ti conviene annotare le domande man mano che emergono. Non provare imbarazzo quando interpelli il medico o il ginecologo. Puoi stare certa che ha sentito la stessa domanda un milione di volte.

Leggi tutte le informazioni che trovi sulla gravidanza e sulla cura del tuo bebè. È il momento di ampliare le tue conoscenze e porre le basi per la filosofia che intendi seguire per crescere il tuo bambino.

Comincia a sistemare la nursery preparando la culla, il passeggino, il bagnetto e i vestitini. Può essere ancora un po' presto per le sessioni di lavatrice e ferro da stiro, ma riordinare i pigiamini e le tutine sarà un vero piacere. Non dimenticare di informare nonne e zie che sanno lavorare a maglia: il piccolo avrà bisogno di babbucce!

Prossima tappa: la 31a settimana!

EmptyView