Gravidanza + Settimana 29 + Mamma Gravidanza + Settimana 29 + Mamma
Gravidanza

Settimana 29

Settimana 29

Ventinovesima settimana di gravidanza

Questa settimana il piccolo è aumentato di 300-400 grammi. Ecco perché passa la maggior parte del suo tempo a dormire: conserva le energie e accumula strati di grasso.

Da questo momento, la tua pancia viene prima di tutto e ormai ne sei consapevole. Anche se non sei particolarmente grossa, sentirai sicuramente gli effetti della gravidanza su gambe, vescica, pancia e persino cervello.

Questo è particolarmente vero se hai altri figli di cui prenderti cura. Piegarsi verso di loro è sempre più difficile, inoltre hai paura che potrebbero “schiacciare” il bambino se li prendi in braccio. Cerca di non preoccuparti. La natura è stata premurosa e ha predisposto meccanismi protettivi che isolano il bambino nel grembo materno.

Infatti, a 29 settimane di gravidanza, è molto probabile che il bambino risponda con un calcio a qualche spinta di troppo. Considerala una forma iniziale di rivalità tra fratelli, qualcosa a cui ti abituerai presto negli anni a venire.

Ahi, che mal di schiena!

La schiena è una delle zone più vulnerabili. Per controbilanciare il peso e la massa della tua pancia, è probabile che d’ora in poi tenderai a curvare in avanti la colonna. Inoltre, divaricherai maggiormente le gambe mentre cammini. Assumerai la classica andatura a papera, anche se avevi giurato di non farlo.

Tieni il peso sotto controllo, indossa scarpe basse, passa lentamente dalla posizione seduta o sdraiata a quella eretta e fai qualche esercizio di rafforzamento della schiena. Anche i muscoli addominali sostengono la schiena, quindi non trascurarli.

Cos’è il pavimento pelvico?

Parlando di esercizi, cerca di trovare il tempo per tonificare anche il pavimento pelvico, già che ci sei. Pensa ai tuoi muscoli come a una imbragatura che sostiene tutti gli organi vitali e i tessuti nella regione pelvica. La vescica, il retto, la vagina, la cervice e l’utero avranno bisogno di tutto l'aiuto possibile per rimanere saldamente in posizione corretta con il giusto supporto. Tosse e starnuti possono indebolire il pavimento pelvico, quindi verifica con il medico se prendi il raffreddore.

Cambiamenti fisici di questa settimana

Se ti vedi più gonfia e paffuta, è perché hai più sangue e liquidi in circolo nell’organismo. Le gambe, i piedi e persino le dita possono sembrare più grossi del solito. Se gli anelli ti stringono, puoi anche pensare di non indossarli in questo periodo, per evitare di non riuscire a toglierli nelle settimane a venire. Negli ultimi mesi di gravidanza, molte donne portano la fede nuziale e l’anello di fidanzamento appesi a una catenina al collo.

Soffri il caldo? Il terzo trimestre è un momento in cui molte donne notano un vero e proprio cambiamento nella temperatura del loro corpo. Potrebbe capitarti di avere vampate di calore, abbassare l'aria condizionata nonostante gli altri gelino o lamentarti del caldo insopportabile. Il corpo è progettato per raffreddarsi quando diventa eccessivamente caldo. Evita cibi piccanti, alcol e stress, che ti faranno solo sentire peggio.

Il tuo seno potrebbe sembrarti sempre più pesante e sodo. Le vene dilatate sono bene in evidenza e i capezzoli continuano a scurirsi. Tutti questi cambiamenti sono necessari per preparare il seno alla produzione di latte per il bambino. Non utilizzare saponi aggressivi ed evita le irritazioni cutanee in generale.

Piegarsi sarà sempre più difficile. È il momento giusto per tagliare le unghie dei piedi, radersi le gambe e acquistare scarpe che possano essere indossate semplicemente infilandole. Con l’arrivo delle prossime settimane, ti ritroverai a gemere mentre ti pieghi, anche se non l’avresti mai detto! Benvenuta nel terzo trimestre.

Cambiamenti emotivi di questa settimana

Potresti cominciare a rilassarti, sapendo che in caso di parto prematuro, le probabilità di sopravvivenza del bambino sono molto alte. Se hai già avuto un bambino prematuro, potresti temere che possa accadere di nuovo.

Inizia a differenziare ciò che è veramente importante da ciò che non lo è. Separa ciò che devi fare da quello che vuoi fare prima che il bambino nasca. Sii realistica di fronte a ciò che sarà più difficile fare in presenza di un bambino totalmente dipendente da te. Non è il momento di iniziare una ristrutturazione importante, pianificare un trasloco o iniziare un nuovo lavoro. Cerca di evitare lo stress in eccesso e scegli una vita sobria.

Cerca di non dare troppa importanza all’aspetto del tuo corpo o alla tua immagine. Potresti trovarti a cambiare idea sui tuoi canoni di bellezza e seduzione. Il corpo di ogni donna incinta è unico e caratterizzato da una propria bellezza intrinseca.

Gli sbalzi d'umore sono comuni nel terzo trimestre. Un momento potresti sentirti euforica e ritrovarti poco dopo in lacrime. Tieni a portata di mano i fazzoletti e non essere troppo dura con te stessa. Colpa di quegli ormoni che influiscono sul sistema nervoso e possono causare sintomi simili alla sindrome pre-mestruale.

Come cambia il bambino questa settimana

Il bambino pesa circa 1,4 kg questa settimana, ma non ha ancora raggiunto la metà del peso che avrà alla nascita. Se dovessi partorire adesso, il piccolo sarebbe molto magro con gli arti lunghi, in quanto il grasso è ancora accumulato sotto la pelle del bambino.

I movimenti del bambino raggiungeranno la massima intensità tra la 26a e la 30a settimana. Ha ancora spazio per muovere tutto il corpo e cambiare posizione, prima che l’utero gli vada troppo stretto.

Le vie respiratorie del bambino stanno ulteriormente maturando, con un numero crescente di piccoli bronchioli e alveoli. L'apparato respiratorio di un bambino matura completamente nell’arco di 8 anni, quindi siamo solo all’inizio.

In caso di parto prematuro, le probabilità di sopravvivenza del bambino aumentano settimana dopo settimana. Potrebbe anche non aver bisogno di un ventilatore se dovesse nascere questa settimana.

Può essere difficile per il medico o il ginecologo capire la posizione del bambino questa settimana. La parte superiore della testa può essere facilmente confusa con il sederino e il bambino potrebbe muoversi continuamente, rendendo difficile identificare da che parte è rivolto.

Consigli per questa settimana

Chiedi al medico o al ginecologo se è necessario verificare i tuoi livelli di ferro. Dovrai sottoporti a un esame del sangue per decidere, in base ai tuoi valori, se hai bisogno di integratori di ferro. Potrebbe anche essere necessario verificare il gruppo sanguigno ed eseguire lo screening degli anticorpi. Se il tuo gruppo sanguigno è Rh negativo, è importante assicurarsi di non aver sviluppato anticorpi.

Scrivi una lista di nomi che potrai perfezionare ulteriormente qualora tu non riesca a decidere. Molti genitori rimandano la decisione finale all’incontro con il bambino, per capire se il nome gli/le si addice. È un ragionamento piuttosto logico. In un momento di calma assoluta, la maggior parte dei genitori è in grado di guardare il volto del piccolino e sapere esattamente qual è il nome giusto. A volte, si tratta di un nome a cui non avevano mai pensato.

Anche se pensi che ti faccia bene, se hai le emorroidi evita di sollevare pesi. Si ingrandiranno ulteriormente con l'aumento della pressione intra-addominale e rettale. Opta piuttosto per l'attività fisica a basso impatto, come lo yoga o il nuoto.

Prossimo traguardo: la 30a settimana.

EmptyView