Gravidanza + Inizio gravidanza + Sintomi di gravidanza Gravidanza + Inizio gravidanza + Sintomi di gravidanza
Gravidanza

Sintomi di gravidanza

Sintomi di gravidanza

Prima di arrivare a sospettare la gravidanza, il tuo corpo subirà cambiamenti significativi, finalizzati a favorire lo sviluppo dell’embrione. Gli aumentati livelli degli ormoni della gravidanza, come estrogeno, progesterone e HCG (gonadotropina corionica umana) si sincronizzeranno al fine di instaurare un ambiente nutriente e protettivo per l’ovulo appena fecondato e annidato.

Quando avrò qualche segnale?

La maggior parte delle donne comincia ad accusare i primi sintomi di gravidanza non prima della 6a settimana, tuttavia ogni donna è un caso a sé. Alcune donne sono talmente in sintonia con il proprio corpo da accorgersi di qualche segnale dal momento del concepimento. Se hai già avviato i tentativi di concepimento, sarai più sensibile ai primi sintomi di gravidanza e relativi cambiamenti. Le coppie che si sono sottoposte a cure di fertilità e fecondazione assistita spesso sono maggiormente consapevoli degli indicatori di inizio gravidanza.

Voglio davvero saperlo?

Se stai provando ad avere un bambino da un po’ di tempo, forse hai imparato che è meglio non riporvi troppe speranze. La delusione inevitabile che si prova di fronte all’esito negativo di un test di gravidanza o all’arrivo del ciclo è un’esperienza comune a molte donne. Ricorda che se hai utilizzato contraccettivi ormonali, possono passare fino a 12 mesi dall’interruzione degli stessi prima di concepire un bambino.

Eppure non mi sento diversa!

Se non avverti tutti i sintomi di gravidanza o la maggior parte degli stessi, non devi preoccuparti. Alcune donne vivono i primi tempi della gravidanza sentendosi praticamente come al solito. Questo non significa che la loro gravidanza sia diversa o che siano più a rischio rispetto alle donne che accusano ogni singolo sintomo immaginabile.

Cambiamenti fisici

Uno dei primi cambiamenti riguarda il maggior flusso di sangue a livello di utero, vagina, cervice e vulva. All’inizio della gravidanza, questi tessuti assumono una colorazione bluastra o violacea. La maggior parte delle donne non è consapevole di questi segnali, che risulteranno evidenti al medico durante la visita ginecologica o agli occhi di un partner particolarmente attento.

Potresti sentirti consumare dalla fame. La sensazione di stomaco vuoto e morsi della fame potrebbe durare per ore. Potrebbe darti tregua se mangi qualcosa, tuttavia non scomparirà mai del tutto.

L’urgenza di fare pipì con maggior frequenza, nonostante a vescica vuota il volume non risulti uguale al solito. Inizialmente, potresti pensare ad una possibile infezione del tratto urinario, o ritenere di aver assunto troppa caffeina. Tuttavia, il dubbio si insinuerà, soprattutto se hai avuto rapporti non protetti nelle ultime settimane.

Nausea e stomaco sottosopra. Forse non saranno tali da provocarti il vomito, tuttavia potresti sentirti indisposta, con alti e bassi durante il giorno e la sera.

Dolore, pesantezza e tensione al seno. La sensibilità dei tuoi capezzoli potrebbe accentuarsi in modo marcato, con un formicolio fastidioso. Le areole potrebbero scurirsi e allargarsi. A livello del seno, potresti avere le stesse sensazioni pre-mestruali, ma più fastidiose.

Potresti avere lievi perdite vaginali. Non saranno abbondanti come le normali mestruazioni, e potranno configurarsi semplicemente come leggero spotting. Si tratta delle cosiddette perdite da impianto, che si verificano quando l’ovulo appena fecondato si annida nella parete ispessita e vascolare dell’utero.

Uno dei segnali di gravidanza più eloquenti è saltare il ciclo. In funzione della durata del ciclo mestruale di una donna, le mestruazioni generalmente arrivano un paio di settimane dopo l’ovulazione. Alcune donne continuano ad avere leggere perdite lungo l’intera gravidanza, tuttavia si tratta di casi eccezionali.

Uno strano sapore metallico o acido in bocca. Piuttosto difficile da descrivere, può essere persistente e molto difficile da eliminare. Spazzolando i denti e usando collutori dall’aroma forte, riuscirai appena a mascherare il sapore.

Dolore generalizzato alla schiena, mai accusato. Anche le emicranie sono un segnale dell’inizio della gravidanza, e si ritiene che siano originate dai livelli degli ormoni della gravidanza.

Aumentata sensibilità dell’olfatto. Alcuni odori di cui solitamente non ti accorgi potrebbero nausearti o provocarti un mancamento. L’odore della carne cruda, in particolare pollo e manzo, potrebbe darti il voltastomaco. Anche gli odori della cucina, ai quali sei normalmente indifferente, potrebbero cominciare a diventare insopportabili.

Potresti cominciare a trovare sgradevoli alimenti e bevande che consumi abitualmente. Caffè, alcol, fritti o alimenti grassi potrebbero causarti malessere fisico. Se sei una fumatrice, potresti sviluppare un’avversione vera e propria all’odore del fumo di sigaretta, smettendo di fumare.

Potresti cominciare ad avere strane voglie alimentari, o desiderare cibo che solitamente non consumi. Sottaceti o salse e condimenti a base di aceto potrebbero improvvisamente diventare oggetto di desiderio. Così come tutti gli alimenti salati.

Potresti sentirti appesantita a livello del bacino, con una sensazione di gonfiore e aria nella pancia. Ripenserai a tutti quei sottaceti, ripromettendoti di andarci più piano. Tuttavia, la causa della flatulenza non dipende dalla dieta.

Sensazioni di spossatezza estrema, al punto di non sapere come affrontare la giornata. Questa sensazione potrebbe peggiorare in caso di altri figli da accudire, che richiedono tempo ed energie.

Se hai tenuto traccia della temperatura basale al fine di prevedere l’ovulazione, potresti notare che il valore si mantiene elevato per circa 18 giorni. In fase di ovulazione, è normale riscontrare un temporaneo innalzamento della temperatura, sebbene questa solitamente ritorni a livelli normali in caso di mancato impianto dell’ovulo fecondato.

Cambiamenti emotivi

Alcune donne riferiscono di sentirsi diverse, come se qualcosa fosse cambiato dentro di loro. Altre affermano di essersi accorte del momento in cui l’embrione si è annidato nella parete uterina. Questo generalmente si verifica tra gli 8 e i 10 giorni dopo l’ovulazione.

Potresti notare di avere la lacrima più facile, e di essere più soggetta a scatti emotivi. Potresti sentirti particolarmente sotto pressione in alcune occasioni, chiedendoti dove sia finita la tua solita pacatezza.

Molte donne decidono di fare il test di gravidanza una volta accertato il ritardo del ciclo. Altre invece non riescono ad aspettare. Se viene effettuato prima che i livelli degli ormoni della gravidanza siano rintracciabili nelle urine, il test di gravidanza può dare un risultato falso negativo. Non è invece possibile avere un risultato falso positivo.

Man mano che la gravidanza avanza, sperimenterai nuovi sintomi e ti accorgerai dei cambiamenti del tuo corpo. Alcuni saranno più pronunciati ed evidenti, mentre altri saranno quasi impercettibili. Ricorda che non esistono due gravidanze uguali. Anche se non è la tua prima gravidanza, preparati a una nuova esperienza ogni volta.

EmptyView