Concepimento + Gravidanza + Gravidanza isterica Concepimento + Gravidanza + Gravidanza isterica
Gravidanza

Gravidanza isterica

Gravidanza isterica

Una delle situazioni più insolite che possono capitare alle donne è la gravidanza isterica. È una condizione rara e ufficialmente nota come pseudociesi o falsa gravidanza. Il termine pseudociesi deriva dal greco, dove pseudes significa falso e kyesis gravidanza. Negli uomini è più comunemente nota come gravidanza empatica o con la denominazione ufficiale di sindrome di Couvade ed è diffusa in particolare tra uomini particolarmente sensibili che presentano sintomi analoghi a quelli della gravidanza di moglie e figlie. Aumento di peso, dolori diffusi, gonfiore addominale e sbalzi d’umore sono sintomi comuni della sindrome di Couvade.

Devono certamente sapere

È interessante notare che non sono soltanto le donne affette da pseudociesi a credere di essere incinte. Le ricerche dimostrano che il 18% dei medici scambia una donna con pseudociesi per una incinta. Questo avviene perché è così sicura di sé e i sintomi sono talmente convincenti da non dare adito a sospetti.

La gravidanza isterica è una novità?

La storia riporta molti casi documentati di incidenza di pseudociesi o gravidanza isterica. Ippocrate ha riferito e registrato i casi di 12 donne che hanno avuto quest’esperienza. Nel mondo occidentale, la più famosa è stata la regina Mary Tudor, che credette di essere incinta in due diverse occasioni.

Come può succedere?

In una gravidanza isterica, la mente femminile si convince che il suo corpo ospiti un bambino. Sono presenti molti sintomi classici di una gravidanza, forse tutti, tra cui nausea, tensione al seno, assenza di mestruazioni e persino ingrossamento dell’addome. Data la profonda convinzione della donna e la sua interpretazione dei sintomi fisici attribuiti alla gravidanza, il sistema endocrino e la ghiandola pituitaria sono indotti a secernere gli ormoni tipici di questo stato, in particolare estrogeni e prolattina. Quest’ultima ha il compito di ingrandire il seno e prepararlo all’allattamento.

Seno gonfio, cambiamenti nei capezzoli e persino lattazione non sono insolite nelle donne che sono fermamente convinte di essere incinte. In alcuni casi, la gravidanza isterica termina soltanto quando si giunge al (falso) travaglio che non si conclude con un parto.

Le cause esatte della pseudociesi restano comunque poco chiare. Nella maggiora parte dei casi, si verifica in donne disperate che desiderano concepire un bambino. Talvolta, si sentono obbligate ad avere un figlio e fanno ciò che ci si aspetta da loro, convincendo quindi se stesse e gli altri di essere davvero incinte.

La gravidanza isterica è comune?

Secondo le stime attuali, la pseudociesi si verifica da 1 a 6 volte ogni 22.000 gravidanze. Tuttavia, non si limita alle donne, può comparire nei bambini, negli uomini e persino negli anziani. È interessante sapere che la pseudociesi è alquanto comune nei cani e nei gatti, dove è chiamata pseudogravidanza. I cani femmina che ne sono soggetti possono affezionarsi a teneri giocattoli di peluche dopo la gravidanza isterica e attaccarsi a loro come se fossero cuccioli.

Quali sono i sintomi di una gravidanza isterica?

Sebbene possano essere leggermente diversi, per es. alcune donne lamentano nausea e affaticamento, i casi di pseudociesi sono accumunati dalla ferma convinzione della donna di essere incinta e destinata ad avere un bambino. L’aumento del volume addominale, l’ingrossamento e la tensione al seno, l’assenza di mestruazioni e la nausea sono alcuni dei sintomi fisici più comuni a questa condizione. La donna non soltanto si sente incinta, ma lo sembra anche fisicamente.

Altri sintomi sono:

Mestruazioni irregolari o mancanza di mestruazioni.

Alcune donne riferiscono di sentire il bambino muoversi, anche se non c’è nessun bambino.

Sono comuni anche voglie, aumento dell’appetito e repulsione per alcuni cibi.

Sintomi gastrointestinali come nausea, acidità di stomaco, reflusso e stitichezza.

Ingrossamento dell’utero, crescita della pancia.

Cambiamenti del seno, come gonfiore e sensibilità dei capezzoli.

Alcune donne hanno persino un falso travaglio. Arrivano in ospedale e riferiscono dolori dovuti al travaglio, pensando di essere in procinto di partorire.

La durata dei sintomi varia in funzione della donna e della sua storia. Può avere sintomi per giorni, settimane o mesi, solitamente nove mesi, che possono diventare anche anni, se è affetta da problemi psichici.

Cosa provoca una gravidanza isterica?

La comparsa della gravidanza isterica in alcune donne sembra essere dovuta a una complessa serie di ragioni. Il rapporto tra ormoni e psicologia è dimostrato ed è sicuramente collegato ai casi di pseudociesi. Può trattarsi di una combinazione di fattori fisici ed emotivi, in cui il ripetersi dei sintomi della gravidanza alimenta la convinzione della donna di essere incinta. Da qui la secrezione di ormoni, che alimenta la sua certezza.

L’ingrossamento dell’addome è probabilmente essere dovuto a un aumento di peso, causato da variazioni del regime alimentare e da un accumulo di gas a livello intestinale.

A questo contribuisce lo stress nelle aree cerebrali che controllano la secrezione di ormoni specifici della gravidanza.

In quali casi è più probabile una gravidanza isterica?

Chiunque può sviluppare la pseudociesi, sebbene sia più comune tra le donne di età compresa tra i 20 e i 44 anni. L’80% circa delle donne che ne sono affette ha un rapporto stabile e, in alcuni casi, ha già un figlio. Sembra essere più comune nelle donne che hanno subito abusi e incesto.

Le donne che si sottopongono a procreazione assistita, che hanno perso un bambino in precedenza per aborto spontaneo o morte fetale o che sanno di non potere avere figli hanno maggiori probabilità di sviluppare la pseudociesi. Sono inoltre più a rischio le donne che non hanno mai avuto un rapporto stabile o stanno per entrare in menopausa.

Anche le donne in particolari condizioni cliniche possono avere maggiori probabilità di sviluppare una gravidanza isterica, in particolare se affette da disturbi alle ovaie, gravidanza ectopica e/o obesità patologica.

Le donne con background di povertà, difficoltà estreme, mancanza di attenzione e ansia hanno maggiori probabilità di sviluppare una gravidanza isterica.

Possono inoltre essere affette da pseudociesi anche donne con un fortissimo desiderio di essere coinvolte nella gravidanza di un familiare o un’amica. Sono talmente assorbite da quest’esperienza da interiorizzarla (letteralmente) e convincersi di essere incinte anche loro.

In cosa consiste la cura per la gravidanza isterica?

Innanzitutto è fondamentale confermare l’assenza del bambino. Per questo potranno essere utili test di gravidanza su sangue e urine, esame pelvico ed ecografia. Si sono però verificati dei casi di donne con test di gravidanza positivi, sebbene non fossero incinte.

Quando l’ecografia non rileva nessun bambino, il battito cardiaco è assente e non si verifica nessun parto, si può riconoscere che la donna non è incinta. Nonostante i sospetti di una gravidanza isterica, la diagnosi di pseudociesi giunge soltanto dopo avere chiarito questi fattori.

Non esiste un trattamento o un farmaco specifico per la pseudociesi. Tuttavia, siccome è più diffusa tra donne che soffrono o hanno sofferto di disturbi emotivi, è probabile dovere ricorrere ad anti-depressivi o altri farmaci psichiatrici. In assenza del ciclo mestruale, può essere prescritto un trattamento ormonale per favorire il ripristino di un ciclo normale.

La gestione normale in caso di pseudociesi prevede la richiesta di un’ecografia all’utero, in modo che la donna possa vedere di persona che non c’è nessun bambino. I test di gravidanza su sangue e urine non forniscono lo stesso grado di certezza, in quanto alcune donne li riterranno semplicemente errati.

Per le donne convinte di essere incinte, ma che in realtà non lo sono, scoprire la loro condizione può essere devastante. Sensibilità e comprensione sono fondamentali e spesso si rende necessario anche un supporto psicologico. Il sostegno della famiglia, così come quello professionale, è essenziale. Le donne fortemente intenzionate a concepire devono inoltre ricorrere all’assistenza in materia di fertilità.

EmptyView