Gravidanza + Ovulazione + Calcolatore del periodo fertile Gravidanza + Ovulazione + Calcolatore del periodo fertile
Gravidanza

Calcolatore del periodo fertile

Calcolatore di gravidanza e del periodo fertile

Saper riconoscere il momento dell’ovulazione può essere molto utile per le donne. Possono infatti imparare a conoscere meglio il funzionamento del proprio corpo, oltre che agire di conseguenza per aumentare le possibilità di concepimento. Dopotutto, nel corso del periodo riproduttivo di una donna, l’ovulazione può verificarsi fino a 460 volte, pertanto è possibile fare molta pratica.

La previsione del momento dell’ovulazione può essere utile anche per evitare il concepimento, tuttavia ricorda che persino le donne che conoscono alla perfezione i cicli del proprio corpo potrebbero non cogliere i segnali di un’ovulazione imminente. Lungi dall’essere una scienza esatta, la previsione dell’ovulazione è un calcolo delle probabilità e nel migliore dei casi genera un’ipotesi ragionevolmente accurata. Ecco perché la maggior parte degli strumenti di previsione dell’ovulazione specificano un esonero di responsabilità: non c’è nessuna garanzia. Molti vengono descritti come “migliore ipotesi”, un mezzo innocuo per accrescere le probabilità di sviluppare una gravidanza.

Come posso riconoscere l’ovulazione?

Grazie all’azione degli ormoni, ogni mese un ovulo giunge a maturazione nel follicolo ovarico che lo ospita. In generale, la rottura e l’espulsione di nuovo ovulo si verifica a metà ciclo, ovvero 14-15 dopo il primo giorno dell’ultimo ciclo normale. Se l’ovulo viene fecondato e si annida nell’utero, il ciclo salterà. Tuttavia, se la fecondazione non si verifica, la parete uterina viene evacuata con il ciclo successivo, circa 14 giorni dopo.

Il metodo più semplice e comune per rilevare l’ovulazione consiste nell’utilizzo di un calendario mensile. Segna il primo giorno del ciclo mestruale, e il giorno in cui le perdite smettono. Registrando queste informazioni per un paio di mesi potrai riconoscere i tuoi ritmi biologici nonché la natura ciclica e generalmente prevedibile delle mestruazioni. Nonostante la durata media di un ciclo mestruale sia pari a 28 giorni, il valore varia da donna a donna. È infatti possibile avere cicli più brevi o più lunghi. È importante accorgersi di eventuali cambiamenti fisici, indicativi dell’avvenuta ovulazione, piuttosto che affidarsi unicamente alle date del calendario.

Quando possiamo provarci?

Avere rapporti sessuali appena prima dell’ovulazione o durante la stessa massimizza le possibilità di concepimento. L’arco di tempo durante il quale l’ovulo maturo può essere fecondato è piuttosto breve, dalle 12 alle 24 ore. Gli spermatozoi sono molto più robusti degli ovuli e possono sopravvivere da tre a cinque giorni dopo l’eiaculazione. La fecondazione normalmente avviene in una delle tube di Falloppio della donna. Non appena l’ovulo viene fecondato, agli altri spermatozoi viene impedito l’ingresso nello stesso.

Per maggiori informazioni, vedi le sezioni Concepimento e Rimanere incinta.

Segnali fisici dell’ovulazione

Aumento della temperatura corporea della donna. Misurare la temperatura basale al risveglio è ottimale per rilevare il momento dell’ovulazione.

EmptyView