Rimanere incinta + Concepimento + Non riesci a rimanere incinta Rimanere incinta + Concepimento + Non riesci a rimanere incinta
Gravidanza

Non riesci a rimanere incinta?

Non riesci a rimanere incinta?

Ci sono coppie che riescono a concepire un bambino dopo pochi tentativi. Molte affermano infatti di non sapere esattamente come e quando sia avvenuto il concepimento. Anche se non ci vuole molta fantasia a collegare l’effettiva dinamica del concepimento, talvolta dimentichiamo le opportunità. Uno stile di vita intenso, impegni professionali e l’arte di gestire costantemente il tempo fanno sì che stare insieme e avere dei rapporti sessuali finisca al fondo della lista delle priorità.

Fallo!

Per quanto suoni banale, per avere un bambino devi avere dei rapporti sessuali. Tutto il resto va da sé. Senza rapporti sessuali non ci sarà il concepimento, non importa quanti sogni ed energia positiva tu investa, a meno che ovviamente tu non intraprenda un percorso di procreazione assistita, che apre uno scenario completamente nuovo.

Quanto dovremmo aspettare?

Secondo la regola generale, le coppie più fertili che hanno rapporti sessuali regolari e non usano contraccettivi possono prevedere il concepimento entro 12 mesi di tentativi, per quanto possa essere logico estendere questo schema temporale a 24 mesi. Alcune coppie sono definite “sub-fertili”, per es. quando l’uomo produce sperma sano e adeguato e la donna ovula regolarmente, eppure per qualche ragione non concepiscono nei tempi previsti. Molte arrivano a concepire naturalmente dopo un anno o due di tentativi, senza ricorrere alla procreazione assistita. La stessa ricerca ha evidenziata quanto sia importante per le coppie mantenere un atteggiamento positivo sulle probabilità di concepimento, anche se i tempi si dilatano.

Il problema è che l’approccio “aspettiamo e vediamo” non funziona, a meno che la coppia non abbia verificato di essere effettivamente fertile. In caso di disturbi fisici a carico dell’uomo, come conta spermatica bassa o nulla, o della donna, come chiusura delle tube di Falloppio, ovviamente sarà inutile aspettare. Infatti, l’avanzare dell’età della maternità o paternità riduce le probabilità totali di concepimento, oltre ad aumentare il rischio di complicanze in gravidanza.

Non sempre è necessario ricorrere a cure per la fertilità intense. Per molte donne, può bastare una breve terapia ormonale per sincronizzare i cicli di ovulazione, anche se aumenta le probabilità di espulsione di più ovuli ogni mese e, di conseguenza, di gravidanze multiple.

Difficoltà a rimanere incinta: le cause

Nelle donne

Gli eventuali problemi di concepimento delle donne possono avere molteplici cause, spesso correlate a disturbi ginecologici, che comprendono:

Tube di Falloppio bloccate.

Anovulazione, cioè mancanza di ovulazione. I problemi di ovulazione si definiscono comunemente “disfunzione ovulatoria”, un termine generico che comprende quasi tutti i problemi relativi all’espulsione di ovuli.

Muco cervicale ostile, cioè gli spermatozoi sono “eliminati” prematuramente dal muco della donna.

Sindrome dell’ovaio policistico, che influisce sulla produzione di insulina.

È importante ricordare che non tutte le cause d’infertilità femminile sono note. Spesso, dopo avere escluso le cause comuni, si giunge a una diagnosi di infertilità inspiegata. Sotto molti punti di vista, questo processo può essere devastante. Se sappiamo in che modo e perché si verifica una determinata condizione nel nostro corpo, il passo successivo è ovviamente tentare di fare qualcosa. Il caso dell’infertilità inspiegata però implica una notevole ricerca interiore e senso di colpa di entrambi i partner.

Cosa significa troppo vecchio?

L’età della madre è sicuramente un fattore che impatta sulla gravidanza. Fin dalla nascita, una bambina dispone già degli ovuli che utilizzerà. Nel tempo, la qualità e il numero di ovuli che maturano con l’ovulazione si riducono. I picchi di fertilità nelle donne si hanno a partire dai vent’anni e diminuiscono costantemente dopo i trentacinque.

Negli uomini

Numero di spermatozoi basso o nullo nell’eiaculazione.

Traumi o interventi ai testicoli o ai dotti deferenti, i vasi che trasportano lo sperma.

Anamnesi di parotite o chemioterapia che ha causato sterilità.

Vasectomia.

Cosa può essere utile quando non riesci a rimanere incinta?

Migliora la tua conoscenza in materia di fertilità e concepimento. Se sapere è potere, allora può essere utile approfondire la tua conoscenza in materia di ginecologia e procreazione. Esiste un’infinità di libri e siti web dedicati all’argomento. Cerca quindi di essere un futuro genitore informato e non presumere di sapere già come funziona, visto che si parla del tuo corpo.

Cerca di avere rapporti sessuali prima dell’ovulazione. L’ovulo ha una finestra temporale di sole 12-24 ore in cui è più probabile la fecondazione. Per gli spermatozoi è diverso, perché possono restare in attesa per giorni. Quindi non aspettare che un ovaio abbia espulso un ovulo. Preparati in tempo in modo da ottimizzare le probabilità di rimanere incinta. Per maggiori informazioni sul momento dell’ovulazione, controlla il calcolatore del periodo fertile.

Segui un regime alimentare sano. Assumi regolarmente cereali integrali, proteine animali magre, latticini, frutta e verdura fresca per favorire una sana funzione riproduttiva.

Mantieniti entro un range di peso ideale. Le evidenze scientifiche hanno dimostrato che le probabilità di concepimento, per l’uomo come per la donna, si riducono se uno dei due è sovrappeso. Una delle prime raccomandazioni data alle coppie in sovrappeso che affrontano problemi di infertilità è dimagrire. L’aumento naturale della fertilità va di pari passo con la diminuzione del peso e il ripristino dell’indice del metabolismo basale entro livelli normali, cioè tra 20 e 25 nelle donne in età fertile. Secondo la ricerca, il 29 sarebbe il valore di BMI “perfetto” in termini di impatto sulla fertilità. Le donne con BMI maggiore o uguale a 30 hanno maggiori probabilità di concepire naturalmente. Quando il BMI è superiore a 35, le probabilità di rimanere incinta diminuiscono del 43%! Quindi mantieniti entro un range di BMI ideale e cerca di ridurlo, se è troppo alto. Analogamente, le probabilità di concepimento possono ridursi anche nelle donne prive di una quantità sufficiente di grasso sotto-cutaneo (sotto la pelle).

I disturbi alimentari e l’esercizio eccessivo possono compromettere la regolarità di ovulazione e cicli mestruali. Nelle donne particolarmente snelle, spesso le probabilità di concepimento aumentano grazie all’aumento di peso e al rientro in un range di peso ideale.

Cerca di ridurre il livello di stress. Ognuno affronta lo stress in diversi modi e, sebbene alcune persone abbiano un approccio alla vita molto rilassato, la maggior parte di noi non è così accomodante. Pensare di isolarsi dallo stress non è realistico e probabilmente saremmo decisamente meno motivati. Alzarsi ogni mattina e andare al lavoro implica un certo livello di stress. Esiste tuttavia un equilibrio tra passare da un estremo all’altro e reggere alti livelli di stress giorno dopo giorno. Esercizio regolare, yoga, meditazione, ipnoterapia e musica sono mezzi per ridurre lo stress delle nostre vite. Talvolta, per ridurre i livelli di stress e aumentare le probabilità di gravidanza, le coppie devono prendere decisioni importanti sullo stile di vita, come licenziarsi o cambiare lavoro, traslocare o ridurre gli impegni economici. Soltanto tu puoi decidere cosa sia bene per te.

Smetti di fumare e/o di assumere sostanze illecite. Le ricerche dimostrano una chiara correlazione tra l’assunzione di stupefacenti e l’abbassamento della fertilità, sia per gli uomini, sia per le donne. Anche l’uso occasionale di stupefacenti per uso ricreativo fa la differenza.

Riduci o interrompi l’assunzione di alcol e caffeina.

Ruolo della medicina complementare

Alcune coppie ricorrono ad alcune forme di medicina complementare. In verità, le evidenze scientifiche a supporto della sua utilità sono davvero poche e confuse. Per quanto innocue, agopuntura, aromaterapia, formazione su mindfulness e naturopatia sono innocue, aumentano davvero le probabilità del concepimento? Dipende dalla persona a cui ti rivolgi.

Consigli alimentari per rimanere incinta

A seconda della persona che fornisce le informazioni, il regime alimentare può fare un’enorme differenza nell’aumentare le probabilità di concepimento, per cui sembra essere fondamentale individuare alimenti e composti nutritivi specifici.

Cerca di ridurre l’assunzione di:

Grassi saturi.

Cibi pronti/tipo fast-food.

Alimenti lavorati chimicamente.

Proteine animali. Evita il consumo eccessivo di carne rossa.

Zuccheri e carboidrati raffinati. Farina e zucchero bianco, riso bianco e pasta sono tutti raffinati per risultare gradevoli alla vista occhi e al palato.

Cerca di aumentare l’assunzione di:

Alimenti ad alto contenuto di grassi monoinsaturi, come olio d’oliva, avocado, pesce e frutti di mare.

Cereali integrali, frutta e verdura fresca. Pane, pasta, riso, zucchero e cereali sono più completi e meno lavorati se sono simili a com’erano in origine.

Il grasso è essenziale nella dieta. Piccole quantità di latticini interi, frutta secca e oli contribuiscono ad aumentare le probabilità di concepimento.

Per produrre sperma sano, l’uomo deve prevedere l’assunzione giornaliera di zinco, presente in abbondanza in pesce, verdura a foglia verde e carne rossa.

Ricorda

È importante per le coppie provare ad avere un bambino, prima che sia tardi. Aggiungere il concepimento a obiettivi formativi, carriera e sicurezza economica può essere difficoltoso. Nei paesi sviluppati le coppie tendono a posticipare la nascita del primo figlio con conseguente impatto sulla dimensione del nucleo familiare.

Non sempre i bambini rientrano nei piani dei genitori e spesso il concepimento è dovuto alla fortuna e alla tempistica. Per quanto i processi di gestione siano utili in qualunque tipo di scenario professionale e di vita familiare, la procreazione spesso esula dal nostro controllo.

EmptyView