Gravidanza + Benessere in gravidanza + Massaggi in gravidanza Gravidanza + Benessere in gravidanza + Massaggi in gravidanza
Gravidanza

Massaggi in gravidanza

Massaggi in gravidanza

Negli ultimi anni il massaggio in gravidanza ha acquisito una certa popolarità. In origine, era limitato a gruppi di donne che preferivano terapie alternative. La ricerca ha dimostrato la sua utilità nel ridurre i normali fastidi tipici della gravidanza. Ricerche recenti e prove hanno dimostrato scientificamente i suoi benefici, sebbene le donne in gravidanza sembravano saperlo da tempo.

Chi fa massaggi in gravidanza?

Se stai pensando di fare un massaggio in gravidanza, è importante cercare un terapeuta qualificato specializzato nel campo dei massaggi prenatali. Chiedi alla tua ostetrica che generalmente ti consiglia qualcuno o cerca uno specialista sulle pagine gialle. Puoi anche fare una ricerca su internet. Quando trovi un terapeuta di massaggi, chiedi le qualifiche e che formazione ha seguito.

Alcuni fisioterapisti hanno particolare interesse nei massaggi (in gravidanza) ostetrici e fanno anche questo tipo di massaggi.

Cosa comporta?

Una delle principali forme di massaggio per la gravidanza si basa sui principi derivanti dalle tecniche di massaggio svedesi. Questo è dovuto ai particolari benefici nella riduzione della tensione muscolare, nel miglioramento del flusso sanguigno e nel drenaggio linfatico.

Alcuni massaggio-terapisti usano oli di aromaterapia e bruciano incenso per aumentare l’esperienza sensoriale. Tuttavia, c’è una gamma di oli che è bene evitare in quanto possono indurre le contrazioni uterine. Questi includono l’origano, la menta piperita, il timo, il basilico, la salvia e il rosmarino. Sarebbe meglio che il massaggio-terapista usasse oli non profumati o poco profumati.

Quanta superficie cutanea esporre al massaggio è totalmente una tua decisione. Alcune donne sono a proprio agio nell’indossare poco niente mentre altre vogliono sentirsi coperte. Vale la pena ricordare che per avere il massimo dal massaggio, il terapista deve poter avere accesso a quanta più superficie cutanea possibile.

Cosa c’è di diverso nel massaggio in gravidanza?

Il massaggio prenatale è diverso da un massaggio tradizionale perché ci possono essere dei rischi se vengono stimolati alcuni punti di pressione. Sono situati ai polsi e alle caviglie e massaggiarli può stimolare le contrazioni. Deve poi anche esserci un certo livello di sensibilità e delicatezza del terapista, per coinvolgere anche il bambino.

Alcune coppie in attesa prenotano un massaggio-terapista per fare un massaggio di coppia e lo trovano un buon modo per connettere e aumentare il legame emotivo. Il massaggio-terapista potrebbe anche voler mostrare al tuo partner alcune tecniche di massaggio che potreste poi provare da soli.

Ma non riesco nemmeno a sdraiarmi!

Ciò che serve per un massaggio in gravidanza può essere un po’ diverso dalla normale attrezzatura. La posizione del corpo durante un massaggio prenatale è importante per massimizzare l’efficacia del massaggio e per ottenerne i massimi benefici. Molti professionisti della salute e dei massaggi consigliano una posizione sdraiata su di un lato per le donne in gravidanza durante il massaggio.

Ricerche attuali consigliano l’uso di lettini di massaggio standard, piuttosto che quelli con il buco per il pancione. Il buco può far sì che l’addome penzoli senza sostegno e possa causare l’allungamento dei legamenti uterini. Tuttavia, se vengono usati lettini coi buchi o cuscini, non si dovrebbero utilizzare per lunghi periodi di tempo, al massimo 10-15 minuti (lasso di tempo consigliato).

NB: Potrebbe essere utile contattare il tuo massaggio-terapista prima del primo appuntamento e chiarire in quale posizione dovrai stare durante il massaggio.

Sdraiarti sulla schiena non è consigliabile dopo il primo trimestre quindi le uniche due posizioni sono sulla pancia o di lato. Il massaggio-terapista dovrebbe avere una gamma di cuscini ergonomici anche in schiuma per sostenere la pancia ed evitare ulteriore tensione muscolare.

Alcuni terapisti offrono un servizio di massaggio a domicilio e hanno lettini da massaggio portatili che si piegano diventando grandi quanto una valigia. Se, a causa della dimensione del pancione, ti senti insicura o non stabile sul lettino da massaggio, dillo al massaggio-terapista. Potete scegliere insieme un’alternativa comoda e sicura come base su cui sdraiarsi.

Benefici del massaggio prenatale:

Quando effettuato bene, è stato dimostrato che riduce gli ormoni dello stress nel corpo di una donna incinta. Aumenta anche i livelli di ormoni che tendono ad essere bassi nelle donne depresse.

Diminuisce ansia e preoccupazioni ingiustificate. I massaggi spesso aiutano a migliorare l’umore generale.

Quando sei in dolce attesa i massaggi sono davvero rigeneranti, perché rappresentano un’occasione per riposarti e rilassarti.

Per alcune donne, i massaggi sono utili ad alleviare il senso di nausea e acidità di stomaco. Altre, invece, ritengono che i massaggi peggiorino queste condizioni.

I massaggi aiutano ad alleviare i fastidi quotidiani della gravidanza come mal di collo, mal di schiena, pesantezza alle ossa pelviche, crampi alle gambe, gonfiore alle caviglie e ai piedi ed edema (ritenzione dei liquidi).

Il massaggio rilassa i muscoli e migliora i dolori articolari. Il massaggio in gravidanza può essere particolarmente salutare per le donne che soffrono di dolore al nervo sciatico.

Attraverso il massaggio si crea un legame e si rafforza il rapporto con un’altra persona. Molte donne incinte riferiscono di aver sperimentato un cambiamento nei rapporti intimi con il proprio partner e di soffrire di “mancanza di carezze”.

I massaggi in gravidanza aiutano ad affrontare meglio il travaglio con ripercussioni positive sia per la salute della mamma che del bambino. Se le donne sono più rilassate, si riduce il rischio di un eventuale intervento durante il travaglio e la nascita.

Per le donne incinte, i massaggi sono un’ottima occasione per rallentare un po’ e concentrarsi sul piacere di avere qualcuno che si occupi di loro.

Anche il sonno ne beneficia, grazie al miglioramento della tensione muscolare e al benessere in generale.

Quando i massaggi in gravidanza sono sconsigliati:

Nel caso in cui il ginecologo o il medico te li abbiano sconsigliati.

Alcuni massaggio-terapisti preferiscono non praticare i massaggi alle donne incinte nel primo trimestre di gravidanza. Questo perché, nelle prime 12 settimane di gestazione, vi è un rischio maggiore di aborto spontaneo.

Se la tua è una gravidanza a rischio o in precedenza hai avuto un parto prematuro.

Se soffri di ipertensione gestazionale, ovvero pressione sanguigna alta.

Se soffri di preeclampsia, ovvero gonfiore improvviso con ritenzione di liquidi.

Se soffri di emicranie frequenti.

Se il massaggio ti provoca nausea, capogiri, mal di testa o se è un’esperienza che non ti piace. Non essere costretta a farlo solo perché gli altri pensano che sia una buona idea. Ad alcune donne non piace essere toccate e considerano i massaggi come un’invadenza della loro intimità.

Se pensi che il massaggio-terapista sia troppo energico, devi dirglielo. Chiedigli di essere un po’ più delicato e mantieni una comunicazione aperta. In fondo si tratta di un’interazione terapeutica e deve essere vantaggiosa per entrambe le parti per ottenere il massimo beneficio possibile.

Posso ricorrere ai massaggi durante il travaglio?

Durante il travaglio, il massaggio è un’ottima terapia per alleviare il mal di schiena e le tensioni muscolari generalizzate. È un metodo valido ed efficace per aiutare il partner a sentirsi coinvolto. A non tutte le donne però piace essere massaggiate durante il travaglio e lo considerano una fonte di distrazione o un fastidio. Alcuni massaggio-terapisti utilizzano olii aromatizzati per indurre il travaglio. Insieme ai massaggi aiutano a superare meglio la fase del travaglio.

EmptyView