Gravidanza + Benessere in gravidanza + Cambiamenti in gravidanza Gravidanza + Benessere in gravidanza + Cambiamenti in gravidanza
Gravidanza

Cambiamenti in gravidanza

Cambiamenti in gravidanza

La gravidanza è una condizione normale e nella maggior parte delle donne sane e con una buona forma fisica le complicazioni sono poche o nessuna. Ciò nonostante, il corpo subirà notevoli cambiamenti rispetto al suo normale funzionamento, pertanto sarà utile comprendere cosa aspettarsi durante la gravidanza.

È importante ricordare che ogni donna è diversa e, di conseguenza, le reazioni alla gravidanza saranno diverse. Se questa è la tua prima gravidanza, probabilmente starai attenta a qualsiasi cambiamento che vivrai. Alcuni cambiamenti, come ad esempio le maggiori dimensioni del corpo, saranno difficili da ignorare, mentre altri potrebbero essere meno evidenti e potresti persino non accorgertene.

Quando dovrò preoccuparmi?

La distinzione tra ciò che è normale e ciò che deve farci preoccupare non è sempre così nitida. Alcuni cambiamenti sono chiaramente un campanello d’allarme: ad esempio perdite, dolore addominale o un rallentamento dei movimenti del bambino. Altri cambiamenti saranno più difficili da notare: ad esempio, aumento della pressione sanguigna o aumento delle proteine nelle urine. Questo è uno dei motivi per cui è assolutamente importante effettuare regolari controlli prenatali dal proprio medico o ostetrica.

Nessuna domanda è stupida

Non scordarti che cercare rassicurazioni dal tuo specialista è un metodo efficace per ridurre lo stress e goderti al massimo la gravidanza. Parte del loro ruolo è educare e dare supporto, perciò fai una lista di quello che vuoi sapere e diventa parte attiva della tua assistenza prenatale.

Cambiamenti fisici

La maggior parte dei primi cambiamenti durante la gravidanza saranno dovuti allo zigote che percorre le tube di Falloppio per poi giungere alla parete uterina dove avviene la nidazione. Sostenerlo e cercare a tutti i costi di farlo sopravvivere diventerà la priorità numero uno per il tuo corpo.

E io?

Nelle prime settimane di gravidanza, ti sembrerà che il corpo metta il pilota automatico. Anni e anni di biologia evoluzionistica insegnano al tuo corpo come nutrire l’ovulo fecondato e come supportarlo fino al suo completo sviluppo. Tutto ciò significa, ovviamente, che tu e le tue esigenze dovrete mettervi da parte per un po’. Per tutta la durata della gravidanza, confort, mobilità, digestione e metabolismo cambieranno per massimizzare le probabilità di sopravvivenza del bambino.

Non scordarti l’acido folico

Nelle prime settimane, cerca di ridurre al minimo l’esposizione a qualsiasi tossina che potrebbe potenzialmente causare problemi di sviluppo. L’assunzione di integratori di acido folico nella misura di 400 microgrammi al giorno aiuterà a ridurre la probabilità che il bambino sviluppi difetti del tubo neurale.

Primi cambiamenti fisici

Assenza di ciclo. Se hai un ciclo di 28 giorni, probabilmente l’ovulazione sarà avvenuta attorno al 14 giorno successivo al primo giorno dell’ultimo ciclo. Il concepimento normalmente avviene entro un paio di giorni dall’ovulazione.

Lieve perdita vaginale dopo circa 8-10 giorni dal concepimento. Anche nota come perdita da impianto, avviene nel momento in cui lo zigote si annida sul rivestimento uterino che ha un’elevata irrigazione sanguigna. Meno del 50% delle donne di solito ha perdite da impianto, perciò non spaventarti se non le hai.

Cambiamenti al seno e ai capezzoli. Il senso è più sensibile, diventa più grande, i capezzoli diventano più scuri ed è normale avere un senso di pesantezza nella zona pelvica.

Sapore strano o metallico in bocca.

Molte donne in gravidanza dicono che sanno di essere incinta, o parlano di una sensazione diversa, strana.

Frequenza urinaria. Incapacità di resistere a lungo quando si ha bisogno di andare in bagno e svuotare la vescica.

Sentirsi esauste e sopraffatte dalla stanchezza.

Comparsa di nausea e cambiamenti nel normale appetito. Il senso dell’olfatto si acutizza e alcuni odori non si riescono a tollerare. Carne rossa, pollo crudo, pesce e uova possono risultare molto difficili da tollerare nei primi mesi di gravidanza.

Comparsa di brufoli e capillari sul viso e sul petto.

Successivi cambiamenti fisici

La pancia diventa più grande a partire circa dalla settimana 12 di gravidanza. Questo avviene quando l’utero, che è aumentato di volume, comincia a sollevarsi e staccarsi dal tessuto pelvico e a muoversi verso l’alto.

Il seno diventa più grande e l’areola più scura con la comparsa di piccoli brufoli. Verso il terzo trimestre di gravidanza, produzione di colostro con perdite occasionali. Questi cambiamenti avvengono per preparare il seno all’allattamento.

Aumento di peso 10-14 chilogrammi è un aumento di peso normale e sano in gravidanza. Solitamente,nel primo trimestre si aumenta poco, di più nel secondo e si ha l’aumento più significativo nel terzo trimestre.

Movimenti del bebè che si possono sentire e vedere. La maggior parte delle madri alla prima gravidanza riesce a sentire il bebè che si muove (chiamato quickening) tra le settimane 18-20 di gravidanza. Ciò potrebbe avvenire anche alla 16 settimana per le madri che hanno già avuto una gravidanza in quanto sanno quali segnali “ascoltare”.

Affanno dovuto all’utero che aumenta di volume e disloca i polmoni e il diaframma. A partire dalla settimana 36, potrebbe verificarsi un “alleggerimento” in quanto il bebè scende verso il bacino per preparasi alla nascita. Questo tende ad accadere più frequentemente nelle madri alla prima gravidanza piuttosto che in coloro che hanno avuto figli in precedenza.

Vene varicose, emorroidi, smagliature, indigestione, acidità di stomaco, flatulenza, stitichezza e piedi gonfi. Quando li si legge tutti insieme, ci si chiede cosa spinge le donne a riprodursi, vero? Per quanto possa sembrare un cliché, ne vale la pena quando tieni il tuo bambino tra le braccia.

La quantità di sangue pompata dal cuore ogni minuto aumenterà del 40% circa, prima ancora di arrivare alla 20 settimana. Il volume totale del sangue aumenterà da 5 litri a circa 7-8 litri prima del termine della gravidanza. Il che significa che il cuore e tutto il sistema circolatorio aumenterà la sua capienza e si metterà in moto per soddisfare ogni esigenza della gravidanza. Sentirti stanca a volte è perfettamente normale.

Cambiamenti emotivi

Ormoni

Durante la gravidanza, potresti avere l’impressione che siano gli ormoni a controllare la tua vita. Questi ormoni avranno un ruolo fondamentale nel sostenere la gravidanza e nell’assicurarsi che il bebè abbia le più alte probabilità di sopravvivenza. Ma gli ormoni possono anche essere responsabili di cambiamenti d’umore e di instabilità emotiva. Se in genere non hai le lacrime facili e sei abbastanza calma, la gravidanza potrebbe far emergere un lato di te completamente nuovo.

Potresti anche sentirti depressa a volte e un po’ sopraffatta da tutti i cambiamenti che stanno avvenendo nel tuo corpo. Non preoccuparti: questi cambiamenti d’umore non saranno permanenti e si stabilizzeranno dopo la nascita del bambino.

Problemi di salute mentale

Se hai un passato con problemi di salute mentale come disturbi bipolari, tendenze ossessivo-compulsive, depressione o manie, la gravidanza potrebbe aggravare i sintomi o provocare una ricaduta. È importante mantenersi in contatto con uno psicologo durante tutta la gravidanza e nei primi mesi successivi al parto.

Se ti vengono prescritti stabilizzatori dell’umore, è importante mettere al corrente il tuo medico che sei incinta. Durante la gravidanza, potrebbe essere necessario regolare o modificare la tua dose abituale.

Perdita di controllo

Se hai sempre serenamente deciso cosa e quando mangiare, se hai sempre avuto un certo controllo sul tuo peso e sul tuo aspetto in generale, con la gravidanza potresti sentire di aver perso gran parte di questo potere. È inevitabile che forma e dimensione cambino durante la gravidanza. Ma questo non significa che devi rinunciare ad investire sull’essere bella.

Concentrati sulla cura del tuo aspetto, vestiti bene e cerca di contenere l’aumento di peso. Essere infastidita dalla gravidanza ti farà solo stare peggio e non ne otterrai nulla di buono. Cerca di vedere questo periodo in modo positivo e non perdere il senso dell’umorismo.

Ansia

L’ansia è un’emozione comune in gravidanza. Può essere un’ansia generalizzata oppure più specifica e mirata come paura del travaglio e del parto. Alle donne in gravidanza capita di avere gli stessi pensieri e le stesse preoccupazioni. Nei casi più estremi, può essere un sintomo di depressione o di disturbo compulsivo-ossessivo. Parla di come ti senti all’ostetrica o al medico. Avranno sentito storie simili molte altre volte e assicurarti che la tua salute mentale sia stabile è un dovere verso te stessa e verso il tuo bambino.

Aspetti pratici

Preoccupazioni pratiche quali far fronte ad un minor reddito, cura della casa, spese, cura del bambino o semplicemente la responsabilità di avere un’altra persona in casa a cui provvedere possono causare grandi preoccupazioni. Parlane con il tuo partner e la tua famiglia. Trova delle soluzioni pratiche per alleggerire questo fardello.

A chi importa?

Succede spesso alle donne in gravidanza di avere sentimenti contrastanti. A volte magari non stai nella pelle al pensiero del bebè in arrivo, altre volte magari non hai emozioni particolari. Il senso di colpa potrebbe insinuarsi nella testa, specialmente nelle prime ore del giorno quando potresti avere difficoltà a dormire.

Magari sei preoccupata del fatto che il bambino sappia che non era stato programmato, che tu o il tuo partner non aspettavate il suo arrivo, o persino che la relazione col tuo partner non è così sicura come desidereresti che fosse. Confusione, senso di colpa, rimpianto e persino un leggero panico sono tutte emozioni normali in gravidanza.

Critiche

È normalissimo che le donne in gravidanza diventino estremamente sensibili alle critiche. Potresti percepire qualche commento come critica quando in realtà l’intenzione non era assolutamente quella. È normale essere ipersensibili ed emotivamente permalose, perciò concediti di sbagliare interpretazione ogni tanto.

Comportanti da persona matura e scusati se pensi di aver sbagliato. Questo ti aiuta a costruire relazioni empatiche: ti sorprenderà vedere quando possono essere comprensive le persone.

Superstizioni

Ti ritrovi a evitare i gatti neri, a non camminare sotto le scale e a non aprire mai gli ombrelli in casa? Le superstizioni possono regnare sovrane in gravidanza e anche se prima d’ora non ti sei mai preoccupata se metti le scarpe nuove sul tavolo (porta sfortuna, lo sapevi?), adesso ci farai più attenzione. Perciò, se evitare tutto ciò che può essere di cattivo auspicio ti fa stare meglio, fallo. In passato, le superstizioni erano un modo per spiegare cose che ora può spiegare la scienza.

Isolamento e solitudine

Evita di isolarti durante la gravidanza. Più facile a dirsi che a farsi se ci sono altri bambini piccoli in casa. Anche semplicemente uscire di casa con bambini piccoli diventa difficile ed è spesso più semplice rinunciare e stare a casa. Ma per i tuoi bisogni di socializzazione devi interagire e conversare con altre donne.

EmptyView