Gravidanza + Benessere in gravidanza + Caffeina Gravidanza + Benessere in gravidanza + Caffeina
Gravidanza

Gravidanza e caffeina

Gravidanza e caffeina

Non sorprende che milioni di persone in tutto il mondo ne facciano uso: le bevande contenenti caffeina, come tè e caffè, sono le droghe psicoattive più diffuse. Dobbiamo preoccuparci della crescente offerta di bevande che la contengono?

Curiosità sulla caffeina

La caffeina si trova nelle foglie e nei chicchi dell'albero del caffè, nelle foglie di tè e, in piccole quantità, nel cacao. La caffeina si trova anche come componente nei farmaci contro il raffreddore, nei soppressori dell’appetito e negli antidolorifici ed è utile per curare alcuni tipi di emicranie e, naturalmente, per combattere la sonnolenza.

Stranamente, sono le foglie della pianta del tè a contenere più caffeina, circa il 3-5% rispetto all’1-2% dei chicchi di caffè. Repellente efficace contro gli insetti, le piante usano in modo ingegnoso la caffeina per la propria sopravvivenza.

Come è noto, la caffeina stimola il sistema nervoso centrale, ci aiuta a restare svegli (sempre pieni di energia) e a combattere la stanchezza.

Il tè rooibos è prodotto da una pianta completamente diversa, non contiene caffeina ed è adatto a tutti.

Cosa c’è nella tazzina?

A prescindere da ciò che c’è scritto, la quantità di caffeina negli alimenti è variabile. Una tazza di tè da 250 ml contiene da 65 a 105 mg di caffeina. Un fattore fondamentale è il modo in cui viene preparato il tè. Il tempo di infusione, le dimensioni delle foglie e la temperatura dell’acqua sono fattori che incidono sul contenuto di caffeina di una tazza di tè.

I chicchi di caffè sono di due varietà: Robusta, che contiene più caffeina, e Arabica. Una tazza da 250 ml di caffè filtro di solito contiene una quantità di caffeina compresa tra 105 e 240 mg, mentre il caffè solubile ne contiene 80-120 mg per 250 ml, a seconda della marca. Un espresso ne contiene circa 105-110 mg per 250 ml.

E il cioccolato?

Una tavoletta di cioccolato da 200 g contiene l’equivalente di circa 460-1100 mg di un mix di metilxantine (composti simili alla caffeina e altri stimolanti). Una barretta da 55 g contiene 3-50 mg di caffeina. Il cioccolato fondente contiene più caffeina e metilxantine di quello al latte. Si tratta di un elemento da non sottovalutare se tuo figlio è particolarmente attivo e goloso di barrette al cioccolato.

Bibite

Considerato che gli adolescenti sono i soggetti che consumano bibite in grandi quantità, è bene tenere sotto controllo l’apporto di caffeina.

Una bottiglia da 375 ml di bibita a base di cola contiene circa 40-50 mg di caffeina, mentre una bevanda energetica da 250 ml ne contiene circa 50-80 mg, quasi la stessa quantità di un caffè solubile. Non c’è da stupirsi se non riusciamo a star dietro agli adolescenti!

La velocità con cui l’organismo metabolizza la caffeina dipende dal fegato e dalla sua capacità di trasformare queste sostanze. Come dimostrano gli studi, le donne eliminano più velocemente degli uomini sostanze come la caffeina dal fegato, ma questo dipende dal livello degli ormoni e dai farmaci. Le donne impiegano di più a smaltire queste sostanze durante la gravidanza o se assumono la pillola anticoncezionale.

La caffeina viene assorbita rapidamente in meno di un’ora. Successivamente, l’emivita della caffeina (ovvero il tempo che l’organismo impiega per eliminarla, o quando scompaiono i suoi effetti) è di 2,5-4,5 ore.

NB: Il contenuto di caffeina nel caffè e nel tè non è quantificabile esattamente, soprattutto nel tè. La preparazione incide notevolmente e il colore non è un indicatore attendibile del contenuto di caffeina. Anche il contenuto approssimativo di caffeina di alcuni tè è di solito molto impreciso.

EmptyView