Gravidanza + Benessere in gravidanza + Carenza di iodio Gravidanza + Benessere in gravidanza + Carenza di iodio
Gravidanza

Carenza di iodio in gravidanza

Carenza di iodio in gravidanza

In gravidanza, il fabbisogno di ormoni tiroidei aumenta di circa il 50% rispetto ai livelli nei periodi precedenti. La carenza di iodio in gravidanza può esercitare un impatto significativo sullo sviluppo del cervello nei bambini, sia nell’utero materno che dopo la nascita. Inoltre, in caso di carenza di iodio, i bambini possono presentare problemi di sviluppo e di apprendimento. Se la carenza è grave, il bambino potrebbe soffrire di patologie legate alla carenza di iodio.

Ad oggi, la carenza di iodio è la causa prevenibile più comune dei ritardi mentali e danni cerebrali in tutto il mondo. Tuttavia, una volta che il danno è fatto, è irreversibile.

Lo iodio è utilizzato dalla ghiandola tiroidea per produrre l’ormone della tiroide, uno degli ormoni più importanti che regolano il nostro metabolismo. Se lo iodio è carente, la mamma (o il bambino) non riescono a produrre una quantità sufficiente di ormoni tiroidei per il corretto sviluppo cerebrale del feto. Se all’inizio della gravidanza la madre sviluppa l’ipotiroidismo (funzionamento insufficiente della tiroide) esiste un rischio elevato di aborto, parto prematuro e di arrecare danni neurologici al feto.

In che modo è possibile prevenire la carenza di iodio?

Innanzitutto, l’alimentazione da sola non è sufficiente. Dovresti mangiare enormi quantità di cibo. L’Organizzazione mondiale della sanità consiglia di assumere 250 ug di iodio al giorno durante la gravidanza.

Per garantire un apporto ottimale di iodio, puoi:

usare sale iodato. Non si tratta di un semplice sale marino. Verifica che sia quello corretto, perché il sale marino non apporta la quantità sufficiente di iodio.

Mangiare alimenti ricchi di iodio. Il pesce e le alghe (come l’alga kelp e nori) sono particolarmente ricchi di iodio.

Assumi un integratore multivitaminico che contenga anche iodio. La maggior parte di essi contiene una quantità di iodio pari a 50–150 ug, quando la dose giornaliera consigliata è di 250 ug al giorno. Verifica che gli integratori che assumi contengano iodio, perché la maggior parte ne sono privi.

EmptyView