Bebè + 7 mesi + Mamma Bebè + 7 mesi + Mamma
fino a un anno

7 mesi

7 mesi del bebè

Questo è un mese interessante: quando pensi di conoscere il tuo piccolo e di aver instaurato una buona routine, fa qualcosa che ti riempie di dubbi. Le abitudini legate al sonno possono cambiare, può diventare più appiccicoso, non voler più mangiare quel che prima divorava, o anche mostrare cambiamenti meno evidenti.

Sette mesi è un’età di passaggio, in cui il bebè ha acquisito un po’ di mobilità, ma non abbastanza da cacciarsi seriamente nei guai. Ci saranno momenti in cui vorrà afferrare un giocattolo ma non riuscirà a farlo da solo. Ciò può indurre frustrazione e proteste, le prime di una lunga serie. A 7 mesi il tuo bambino sta imparando sulla sua pelle cosa significhi desiderare qualcosa e non essere in grado di ottenerlo. Cerca di non rispondere troppo velocemente alle sue richieste d’aiuto. Le competenze si sviluppano grazie alle sfide e sebbene tu sia tentata di assolvere rapidamente ogni suo bisogno, farlo non gli sarà d’aiuto nel lungo termine.

Alimentazione e sonno

Se il tuo bambino continua a prendere il latte materno, potrebbe ancora dover mangiare almeno una volta nel corso della notte. Quando, intorno ai sei mesi di vita, nella loro dieta vengono introdotti alimenti solidi, molti bebè iniziano a dormire tutta la notte senza interruzioni. Il sonno è un aspetto fortemente individuale e ogni bambino ha le proprie esigenze e abitudini. Se intendi modificare alcuni aspetti del sonno del tuo bebè, pensa prima a come reagiresti tu. È davvero necessario restargli accanto mentre si addormenta? Visita il sito Huggies.it per ottenere informazioni specifiche su come risolvere problemi legati al sonno.

Ormai il tuo bambino assume diversi alimenti solidi, ne esplora il sapore, la consistenza, l’aroma e perfino il colore. Non esitare a introdurre nuovi alimenti, a meno che il bebè non abbia un’allergia alimentare comprovata o ne siano state diagnosticate nella tua famiglia. I bambini hanno bisogno di un regime alimentare il più vario possibile. Tuttavia, potresti dovergli proporre lo stesso alimento più volte prima che si abitui al nuovo sapore, quindi sii paziente. Non ti innervosire.

Cerca di essere di esempio per lui consumando alimenti sani e non considerare la sua alimentazione come qualcosa che è sotto il tuo controllo diretto. Limitati a preparargli e servirgli gli alimenti: che li mangi o meno è completamente indipendente dalla tua volontà.

Comportamento

Il tuo piccolo potrebbe iniziare a protestare un po’ quando è ora di andare a dormire. A sette mesi i bebè possono essere molto rumorosi nel rendere chiaro a tutti coloro che sono nelle vicinanze di non essere contenti. Usa la voce per calmarlo e le espressioni del viso per rassicurarlo. Coccolalo se si sente insicuro.

Cerca di non considerare il suo comportamento come un gesto di sfida. I bebè non sono in grado di formulare pensieri che abbiano come obiettivo rendere la vita difficile ai genitori. Sono ancora in fase di apprendimento e talvolta nemmeno loro hanno ben chiaro quello che desiderano. Se ti trovi in difficoltà, non esitare a chiedere aiuto. L’antico detto che per crescere un bambino ci vuole un intero villaggio non è poi così infondato. I genitori non sono costretti ad allevare i loro figli in isolamento; tutti abbiamo bisogno di aiuto prima o poi.

Tappe di sviluppo

Sette mesi è un’età affascinante, all’insegna dello stupore e dell’esplorazione. Pur non essendo ancora in grado di gattonare, quando lo metti sul pavimento, il tuo bebè riesce ad assumere mille posizioni differenti. Cerca di non limitare la sua mobilità lasciandolo nel suo lettino o nella carrozzina per troppo tempo.

Questo mese il tuo bebè sta imparando a sedersi da solo o quasi. Continua ad aver bisogno di essere sorvegliato, perché non riesce ancora a tenersi in equilibrio assumendo una posizione stabile. Se mostra ancora poco interesse in tale direzione, non preoccuparti. Molti bambini non riescono a stare seduti prima di aver imparato a gattonare.

Sette mesi è un’età molto importante per il bebè, perché ha ormai acquisito molta familiarità con coloro che si occupano di lui. Sta sviluppando competenze sociali ed emotive, imparando a riconoscere le persone di cui si può fidare e che rispondono meglio alle sue esigenze. Se vuole essere tenuto in braccio e coccolato soltanto da te, se non gli interessa conoscere altre persone e se piange quando non ti vede, non te la prendere. Al contrario, pensa di aver fatto un buon lavoro nell’alimentare il suo senso di sicurezza. Ti vuole vicino a sé perché ti ama.

Adesso il tuo bambino risponde prontamente quando sente una voce familiare, voltando la testa in direzione del suono, ed è anche in grado di emettere dei suoni fra sé e sé. Questo mese, gioca con lui a “bubusettete” e dedica sempre un momento della giornata a leggergli e a mostrargli dei libri.

Crescita

Adesso il peso del tuo bambino è il doppio di quello che aveva al momento del parto. Vedrai cambiare la sua testa, la lunghezza e la forma del corpo, mentre lui prenderà sempre più le sembianze di una persona piccola e compatta. A sette mesi il bebè è facile da tenere in braccio: sa tenere la testa dritta e stare seduto sulle gambe dei genitori senza troppo bisogno di sostegno, a parte quello sotto al sederino, naturalmente.

Le sue gambe sono sempre più lunghe e per vestirlo potresti dover passare a una taglia più grande. Di solito, a questa età le femminucce hanno le gambe più lunghe dei maschietti, ma le caratteristiche individuali rivestono un ruolo talmente importante che non esiste una regola generale in tema di aspetto fisico.

Benessere del bambino

Il tuo bambino non ha bisogno di essere visitato da un professionista sanitario, a meno che non sia malato. Ricordati di lavargli le mani prima di mangiare se ha giocato a contatto con il pavimento. Prendere precauzioni igieniche è importante, ma cerca di non focalizzarti sul mantenere un ambiente eccessivamente pulito. Il suo sistema immunitario è concepito per combattere le infezioni e ha bisogno di essere esposto a tantissimi microrganismi per essere efficace.

Gioco e interazione

Riscopri il bambino che c’è in te giocando e interagendo con il tuo piccolo. Non reagirà in modo critico, ma trarrà soltanto benefici dall’attenzione e dal piacere che gli mostri in questi momenti di gioco. Cerca di associare il linguaggio del corpo alle parole che usi per rivolgerti a lui. La parola e il linguaggio si imparano collegando le azioni con i suoni ed è grazie a ore e ore di comunicazione che i bebè imparano a esprimersi. Cerca di non isolare troppo il tuo bambino, né di porre un freno alle sue esperienze. Se si sente amato e al sicuro, l’esposizione al rumore, al colore, al gioco e al movimento non potrà che fargli bene.

Procurati dei giocattoli che facciano rumore e con i quali può interagire in un modo o nell’altro. A 7 mesi il bebè sviluppa il concetto di causa ed effetto e si diverte a imparare che può modificare e far muovere i suoi giocattoli.

Quando giochi con lui, osservalo mentre guarda l’oggetto che ha appena gettato a terra. Questo mese il bambino impara un concetto importante, detto permanenza dell’oggetto. Non aderisce più alla filosofia “lontano dagli occhi, lontano dal cuore”. Prova a nascondere il suo giocattolo preferito sotto l’angolo di una coperta e osservalo mentre lo cerca.

Sette mesi rappresentano anche una fase in cui il tuo bambino adora giocare con l’acqua. D’estate, è un ottimo modo per passare del tempo giocando. Una piscinetta per bambini può essere divertentissima, in particolar modo se contiene giocattoli dai colori vivaci con i quali versare acqua. Tieni bene a mente la sicurezza e resta sempre accanto al tuo bebè mentre gioca con l’acqua. Non lasciarlo mai da solo.

BC1.136_Image _C

E la mamma?

È arrivato il momento di cogliere qualche frutto del tuo duro lavoro. Quando il bambino compie 7 mesi, la gioia delle madri è tanta e anche se ti senti ancora molto stanca, l’estrema spossatezza dei primi mesi si sta ridimensionando. Adesso il tuo bambino è più gestibile, più prevedibile. Inoltre, le routine relative all’alimentazione e al sonno si stanno regolarizzando. Ciò significa che puoi iniziare a pianificare qualche uscita, e che vi sono momenti in cui il bebè non ha più bisogno di molta attenzione.

Se dal giorno del parto fino ad oggi hai trascurato la cura del tuo aspetto, prendi appuntamento dalla parrucchiera o dall’estetista, oppure prenditi del tempo in casa per coccolarti. Lascia che un amico o un’amica si occupino del tuo bebè e inverti i ruoli godendoti la sensazione che si prova a farsi coccolare da qualcuno. Un paio d’ore dedicate a sé possono essere altamente benefiche per la propria autostima.

Le tue emozioni

Se il tuo umore ha avuto alti e bassi, dormire di più ti aiuterà senz’altro. Se invece non riesci ancora a goderti la maternità come vorresti, rivolgiti a un medico o a un professionista sanitario. Le oscillazioni ormonali dei primi mesi influiscono in modo considerevole, ma a 7 mesi puoi aspettarti di sentirti di nuovo in forma come prima, o quasi.

Soffermati a riflettere sui tuoi sentimenti per il tuo bambino e domandati se sei legata a lui come vorresti. Per innamorarsi di lui potrebbe essere necessario del tempo, e a sette mesi quello passato insieme dovrebbe essere abbastanza da suscitare questo sentimento.

Il tuo bisogno di riposo

Se ripensi al tempo trascorso dalla nascita del tuo bambino, potresti chiederti come tu abbia fatto a sopravvivere con così poche ore di sonno. Se nel pomeriggio ti senti ancora stanca, fai un sonnellino e prenditi una pausa. Cerca di mangiare sano e di non sgranocchiare cibo spazzatura. I tuoi livelli di energia dipendono direttamente dal tuo regime alimentare e se non assumi cibo sano e di qualità, affrontare la giornata potrebbe rivelarsi molto complicato. Qualche sgarro occasionale è consentito, ma accertati di dedicare alla tua alimentazione lo stesso tempo ed energia che dedichi a quella del tuo bambino.

Le tue relazioni

Cerca di non tenere il tuo bebè tutto per te e lascia che se ne occupino anche i tuoi familiari. I bambini spesso uniscono famiglie i cui membri, per i motivi più disparati, si erano allontanati. Anche se non sei sempre d’accordo con le raccomandazioni dei tuoi familiari più anziani, cerca di accettarle di buon grado. Se i tuoi genitori o i tuoi suoceri si prendono cura del tuo bambino, concentrati sulla visione d’insieme dei benefici che ognuno ne trae. I bambini imparano molto dalle diversità, e noi dovremmo trarre insegnamento dal loro essere flessibili.

EmptyView