Bebè + 12 mesi + Mamma Bebè + 12 mesi + Mamma
fino a un anno

12 mesi

12 mesi del bebè

Il primo compleanno è arrivato! È ufficiale: il tuo bebè sta diventando bambino. Anche se non te ne sei quasi resa conto, è già passato un anno dalla nascita del tuo bambino. Sembra impossibile ricordare com’era la vita prima di avere figli; stai certa però che, nonostante tutti i cambiamenti, il tuo bebè ha aggiunto alla tua vita un’altra dimensione.

Aspettati un mese movimentato: il tuo bimbo raggiungerà nuovi traguardi di sviluppo. Se ancora non cammina, potrebbe essere arrivato il momento. Alcuni bambini traballano e barcollano per mesi e mesi, mentre altri si mettono in piedi e iniziano subito a correre. Molti di loro tornano a gattonare quando si trovano in ambienti non familiari o quando non si sentono al sicuro.

È probabile che il tuo piccolo alternerà il gattonare al camminare finché non si sentirà abbastanza stabile su due arti e non quattro. Cerca di non lasciarlo per troppo tempo nella carrozzina o nel seggiolino dell’auto. Camminare è prima di tutto una questione di pratica, come qualsiasi altra competenza, sia in tema di motricità fine, sia globale.

Alimentazione e sonno

Se il tuo piccolo prende il latte artificiale, questo mese puoi passare al latte vaccino intero, a meno che un professionista sanitario non ti abbia consigliato di continuare con il latte in polvere. Il latte vaccino gli fornirà i nutrienti indispensabili per la crescita. L’ideale è servigli due porzioni di latte al giorno, associati a tre pasti solidi e a due spuntini. Potresti ora considerare l’idea di smettere di dargli il biberon. Se sa già bere dalla tazza e lo fa con una sempre maggiore dimestichezza, inizia a ridurre l’uso del biberon. Ciò contribuirà a proteggere i suoi vulnerabili dentini e a ridurre la quantità di tempo di esposizione al lattosio, lo zucchero del latte.

Il tuo piccolo avrà bisogno di fare due sonnellini al giorno fino a quando non avrà compiuto 14 mesi. Non vedrai l’ora di fare queste pause e ne avrai bisogno quanto lui. Sappi che questa potrebbe essere una fase molto faticosa dal punto di vista fisico. La tua vigilanza è indispensabile anche soltanto per capire dove si è andato a cacciare il tuo bambino.

Comportamento

Il tuo piccolo è in una fase molto impegnativa e intensa dal punto di vista sociale. Cercherà stimoli ovunque possa trovarne. La natura lo ha concepito per ricercare situazioni che gli occupino la mente e che lo aiutino ad acquisire nuove competenze.

Riempi la tua casa di musica, libri, amici e attività stimolanti: tutte cose estremamente benefiche per il tuo bebè. Osservarti mentre ti relazioni con altre persone interagendo in modo adeguato e sensibile sarà per lui un’ottima lezione sulla comunicazione e sui rapporti interpersonali. Il tuo bambino ti guarda in continuazione; sebbene possa sembrarti troppo piccolo per capire, non farti ingannare, a questa età sono delle vere e proprie spugne.

Adesso il tuo bebè conosce tutta la gamma delle emozioni. Rabbia, gioia, frustrazione, noia e l’effetto che possono avere sulle persone che lo circondano. I bebè sono straordinariamente efficaci nell’ottenere ciò che vogliono. La loro capacità di incantare i cuori e le menti dei loro amorevoli genitori è leggendaria. Ma gestire gli scoppi d’ira di un bambino richiede fiducia e pazienza: sapere esattamente cosa fare quando il piccolo è in difficoltà può essere molto difficile.

Tappe di sviluppo

Questo mese sarà all’insegna della motricità globale del bambino, il che significa che sarà un periodo tanto entusiasmante quanto difficile da gestire per un genitore. I tempi in cui potevi sistemare il tuo piccolo in un luogo dove restava finché non lo spostavi ti sembreranno essere stati una passeggiata. Adesso avresti bisogno di un paio di occhi dietro alla testa per sapere esattamente dove si è andato a infilare.

Il tuo bambino è più indipendente nel mangiare e sa comunicarti ciò che desidera. Sebbene le sue competenze linguistiche siano ancora limitate, fa continuamente esperimenti con suoni e sillabe. Tu diventerai molto più abile nel decifrare cosa sta dicendo e nell’interpretare il linguaggio del suo corpo. Adesso sa indicare, salutare, battere le mani e trasferire oggetti da una mano all’altra. Pur non avendo ancora imparato a camminare, sa stare in equilibrio tenendosi con una mano.

Crescita

Il peso del tuo bebè potrebbe essere triplicato rispetto alla nascita e lui continua a crescere a vista d’occhio. Confronterai le foto del suo compleanno con quelle fatte alla nascita e ti meraviglierai degli enormi cambiamenti avvenuti in appena 12 mesi. Se è un bambino prematuro, potrebbe impiegare più tempo a raggiungere le principali tappe dello sviluppo. Tempo, pratica, ambiente, genere e grado di prematurità sono tutti fattori che influiscono sul tempo necessario al tuo bebè per svilupparsi.

Gioco e interazione

Questo mese, dedica del tempo a festeggiare il compleanno del tuo bambino e condividi questo momento di gioia con la famiglia e gli amici. Organizza la festicciola al risveglio da un sonnellino, quando è più incline ai contatti sociali.

In questo giorno puoi allentare la presa sulla sua routine e rilassarti. Non dimenticare di fare foto e video che ritraggano te e tutti i tuoi familiari. Se possibile, fai una foto in cui sono presenti tutte le generazioni: le opportunità per fare una cosa del genere non capitano spesso nella vita.

Utilizza un cassetto o un armadietto alla portata del bambino come strumento di gioco. I contenitori di plastica riscontrano sempre un discreto successo e non si rompono se vengono lanciati da una parte all’altra della stanza. Il tuo bebè vuole stare ovunque tu sia, quindi goditi la sensazione che ti segua come una piccola ombra. L’esserti sempre vicino lo fa sentire protetto. Verranno tempi in cui non ne avrà più bisogno quindi, per adesso, gustati questa prossimità.

E la mamma?

Nonostante l’eccitazione, potresti sentirti un po’ triste di vedere il tuo piccolo raggiungere un traguardo così importante. Ma un anno non è ancora nulla rispetto a tutti quelli che ha davanti a sé. Adesso potresti tenere seriamente in considerazione di iniziare a programmare un’altra gravidanza, oppure decidere di aspettare ancora un po’. Parla con il tuo partner della vostra situazione specifica e di cosa è meglio per la vostra famiglia.

Se hai ancora addosso i chili in eccesso presi durante la gravidanza, cerca di perderli. Ti sentirai molto meglio e avrai l’impressione di dare il giusto spazio alla cura della tua persona.

Non esistono formule magiche: la perdita di peso avviene soltanto mangiando meno e bruciando più calorie. Le diete non sempre funzionano e perdere peso non equivale a essere determinata. Il segreto è mangiare in modo corretto eliminando il cibo spazzatura e facendo del sano esercizio fisico. Potrebbero essere necessarie fino a sei settimane per vedere miglioramenti, quindi sii paziente e abbi fiducia nella tua capacità di migliorare la tua salute.

EmptyView