Bebè + 10 mesi + Mamma Bebè + 10 mesi + Mamma
fino a un anno

10 mesi

10 mesi del bebè

Il tuo piccolo è adesso sempre più autonomo, sta imparando a utilizzare il suo corpo e a controllarne i movimenti. Ciò comporterà inevitabilmente cadute e ruzzoloni: ora il suo obiettivo è perfezionare la coordinazione. Trovare il giusto equilibrio tra essere protettivi e lasciarlo esplorare il mondo può essere molto complicato. Accertati che i luoghi in cui il tuo bimbo è solito giocare siano sicuri e adatti alla sua età. Negli anni a venire potresti dover spostare in alto gli oggetti preziosi e mettere in sicurezza quelli più pesanti. Sebbene rendere la tua casa a prova di bambino potrebbe significare cambiarne un po’ la configurazione, creare un ambiente sicuro in cui il bebè possa giocare liberamente è molto più importante.

Alimentazione e sonno

A dieci mesi, molti bambini passano da tre a due sonnellini al giorno. Quello della mattina inizia generalmente intorno alle 9 o le 10, dopo che il bambino si è svegliato presto e ha fatto colazione. I segni di stanchezza tipici di questa età sono molto evidenti e consistono nello sbadigliare, piagnucolare, pretendere più coccole e persino addormentarsi mentre giocano. A dieci mesi però il bebè tende a protestare in modo molto rumoroso quando non vuole essere messo a dormire. I genitori devono cercare di restare calmi e concentrati e di seguire la stessa routine pre-nanna sia durante il giorno che durante la notte.

Il latte continua a essere un componente essenziale del regime alimentare del tuo bambino, al pari degli alimenti solidi. Non porre limiti alla sua dieta offrendogli sempre gli stessi alimenti. Usa immaginazione e creatività per preparare cose fatte in casa. In genere il cibo cucinato in casa è più gradevole e ha una consistenza migliore. A partire dai dodici mesi, la maggior parte dei bebè iniziano a rifiutare alcuni alimenti. Se il tuo piccolo è stato abituato a mangiare cose molto varie, la sua dieta non subirà troppe restrizioni.

Comportamento

Questa è un’età sociale: osserva come reagisce il tuo bambino quando è a contatto con altre persone. Cercherà prima di individuare i loro occhi, poi la bocca, le orecchie e infine ne visualizzerà tutto il viso. I loro sensi ricevono una tale quantità di informazioni che non c’è da stupirsi se poi dormono per alcuni giorni di seguito. Il cervello del tuo bambino è ora al massimo della sua ricettività ed è letteralmente forgiato dalle esperienze vissute.

Non è possibile cambiare la sua personalità o il suo temperamento, ma è opportuno farlo sentire sempre al sicuro nel suo piccolo universo. In questa fase sei ancora il punto di riferimento più importante per lui e quindi, se senti che ha bisogno di essere rassicurato e coccolato, segui il tuo cuore. Essere genitori non è una scienza esatta e non c’è un solo modo di esserlo.

Se il tuo piccolo non ha voglia di giocare con gli altri bambini, non ti preoccupare. A questa età i bambini sono talmente egocentrici da non accorgersi dei sentimenti di un altro bambino. Sorveglialo attentamente quando è in prossimità di altri bambini o animali, poiché è semplicemente troppo piccolo per sapere qual è il comportamento più appropriato e sicuro da adottare.

Tappe di crescita

Adesso il tuo bebè sa gattonare bene e spostarsi nello spazio in un modo tutto suo. Alcuni esperti ritengono che gattonare sia direttamente collegato alle competenze che il piccolo acquisisce con la crescita, in quanto i movimenti alternati delle gambe e delle braccia consentono agli emisferi destro e sinistro del cervello di comunicare.

L’uso del girello non è più raccomandato perché limita la possibilità del bambino di gattonare. Inoltre, non è sicuro. Per il tuo piccolo di 10 mesi il pavimento è il posto migliore dove stare. Ciò significa che dovrai tenerlo relativamente pulito, almeno per qualche mese.

Questo mese il tuo bambino potrebbe essere in grado di stare in piedi e anche di girare attorno ai mobili. Sa mettersi seduto partendo dalla posizione a pancia sotto e ruotare il corpo facendo oscillare braccia e gambe con estrema abilità.

Ascoltalo mentre impara a dire “mamma”, “papy”, o “papà”. Non è un caso che, nella maggior parte delle lingue del mondo, i nomi delle mamme, dei papà, e perfino dei bebè, corrispondano a queste prime parole. Questo mese, insegna al tuo piccolo a fare “Ciao ciao” con la mano, giocate di più a “bubusettete” e cimentatevi in altri giochi. Il tuo bambino cercherà di coinvolgerti nei suoi giochi e in attività che considera divertenti. Anche se può sembrare noiosa, la ripetizione è un concetto importante, poiché contribuisce a consolidare la memorizzazione e il ricordo.

Crescita

Il bebè adesso peserà quasi il triplo del peso che aveva alla nascita: normalissimo via via che ci avviciniamo ai 12 mesi. Ogni bambino cresce secondo il suo ritmo ed è quasi esclusivamente la genetica a determinare le dimensioni e la crescita. Insieme all’ambiente in cui vive e al suo regime alimentare, naturalmente. Se temi che il tuo piccolo non mangi a sufficienza, portalo a fare un controllo in una clinica vicino casa o dal tuo medico di base. Anche chiedere consiglio a un pediatra in merito all’alimentazione è una buona cosa, in particolar modo quando un bambino non cresce come dovrebbe.

Se è estate, avrai meno occasioni di notare che gli abiti del tuo bambino stanno diventando piccoli. Puoi però utilizzare il lettino, la carrozzina o lo spazio che occupa quando lo tieni in braccio come punto di riferimento per misurarlo. Un giorno, potresti trovarti a osservare il tuo bambino e meravigliarti del fatto che sia diventato così grande. La differenza è molto evidente se lo si confronta con un neonato. La trasformazione che ha subito da allora è enorme. Il ritmo di crescita durante questo primo anno, come anche nel corso dell’adolescenza, è il massimo che si possa raggiungere.

Benessere del bambino

A 10 mesi è pressoché impossibile tenere il bambino perfettamente pulito. Se sei fuori casa, il suo primo pensiero è essere adagiato a terra, cosa non facilissima se ci si trova al parco o in giardino. Prendi l’abitudine di portare la carrozzina con te ovunque vai, oltre a un tappeto per cercare di sistemarvi sopra il bebè. Non sbaglierai di molto se supporrai che tutto ciò che si trova nelle vicinanze finirà prima o poi nella sua bocca.

Se stai ristrutturando la tua casa e sospetti che sia stata applicata della pittura a base di piombo, fai un rilevamento per stare tranquilla. I test si possono acquistare in ferramenta. Neonati e bambini sono particolarmente sensibili al piombo e livelli elevati di piombo nel sangue possono comportare difficoltà di apprendimento. Controlla anche i detergenti che usi in casa, oltre a pesticidi, fertilizzanti e prodotti per la casa in generale. Sii estremamente cauta, poiché i residui potrebbero essere pericolosissimi.

Gioco e interazione

Siamo in un mese in cui potresti sentire il bisogno di riconfigurare la tua casa e di creare zone sicure di facile accesso per il tuo bambino. Mettere cancelletti davanti alle porte può essere un’ottima soluzione per tenerlo al sicuro. Se hai altri figli che hanno a cuore il proprio spazio personale, un cancelletto davanti alla porta della loro camera potrebbe evitare spiacevoli scoppi d’ira. In questo momento il bebè potrebbe voler unirsi agli altri a tutti i costi. Tenerlo separato dai fratelli potrebbe essere impossibile. Dall’interazione fra bambini di età differenti scaturiscono sempre buone cose da imparare. Fratelli e sorelle devono spesso apprendere a soppesare i bisogni e le esigenze di ciascuno, fin da piccolissimi.

Osserva il tuo bambino mentre supplica i suoi fratelli maggiori di giocare con lui. I bambini sono così abili nell’attrarre su di sé l’attenzione degli altri da essere definiti “trappole emotive”. E a farsi irretire dal loro fascino non sono soltanto gli adulti!

E la mamma?

A 10 mesi la tua giornata sarà discretamente strutturata, cosa che facilita l’organizzazione. Se fai ancora fatica ad arrivare indenne a fine giornata, considera la possibilità di fare un check-up medico completo. Alcuni problemi di salute possono travestirsi da estrema stanchezza e può capitare di trascurare inavvertitamente le proprie necessità. Chiedi a qualcuno di occuparsi del tuo bambino mentre vai al tuo appuntamento dal medico. Se hai la sensazione di non riuscire a ricordare tutto, fai un elenco dei sintomi che avverti.

Se non ti senti in forma, anche occuparti del tuo bambino potrebbe essere complicato. Quando il tuo bimbo compirà 10 mesi dovresti recuperare energia e sentirti meno spossata. Le disfunzioni tiroidee, del sistema endocrino e le carenze nutrizionali possono avere un impatto sui livelli di energia.

Le tue emozioni

Se provi risentimento per il fatto di dover provvedere alla maggior parte delle incombenze domestiche, sappi che non sei l’unica. In genere, le donne si occupano di gran parte della cura della casa oltre che del bambino, anche quando hanno ripreso il lavoro retribuito. Parla sinceramente con il tuo partner e trovate un accordo equo in merito alla pulizia e all’ordine della casa.

Il tuo bisogno di riposo

Non ti precipitare se senti il bambino piangere di notte. Se sai che è sazio, al sicuro e a suo agio, e se non c’è un motivo vero e proprio per cui abbia bisogno di te, allora aspetta un attimo. Lascia che provi a calmarsi e a sistemarsi da solo.

Ricorda che anche tu hai bisogno di sentirti a tuo agio. Se possibile, dedica un momento a cambiare le lenzuola, a sistemare i tuoi indumenti e a riordinare la tua camera. Utilizza un po’ del tuo tempo e della tua attenzione per creare un ambiente confortevole. I bambini non dovrebbero assorbire tutta la tua energia. Anche se il resto della casa è in disordine, è importante avere un angolo in cui ritirarsi alla fine della giornata.

EmptyView