Gravidanza + Consigli + Supporto finanziario Gravidanza + Consigli + Supporto finanziario
fino a un anno

Supporto finanziario

Supporto finanziario

Crescere un bambino

Tutti abbiamo letto articoli su quanto costi crescere un bambino dalla nascita fino a quando se ne andrà di casa, ma le cifre non mentono mai? Ci sono molte decisioni da prendere lungo il percorso che potranno influenzare il calcolo finale. Ad esempio, scegliere fra scuola pubblica o scuola privata fa già una grande differenza.

E poi ci sono le lezioni di ... danza, canto, pianoforte, rugby, calcio o tennis? o tutte? Si accontenterà di giocare nel giardino di casa e incontrare gli amici? Avrà bisogno dell’apparecchio per i denti? Trascorrete le vacanze in camper o acquisterai una multiproprietà al mare?

Le alternative sono talmente numerose che è impossibile valutarle tutte. Inoltre, è inutile pensare alla fortuna che costerebbe crescere un bambino se quei soldi non potresti spenderli in altro modo, è solo un modo per sentirsi depressi e per scoraggiarci dal mettere al mondo altri bambini.

Noi donne siamo molto ingegnose e potremo crescere con successo i nostri bambini con le sole risorse disponibili. La verità è che i bambini non hanno bisogno di corsi di yoga, musica e jazz fin dal momento in cui sanno stare seduti. Molti di noi non ne hanno mai frequentati e siamo cresciuti benissimo!

I nostri genitori ci hanno fornito naturalmente tutto il necessario per sopravvivere nel modo: una casa, del cibo, l’acqua, una buona salute, l’educazione, valori solidi e soprattutto sentirsi protetti, amati e desiderati. Come molti bambini e teenager diamo tutto per scontato, ma finché non si diventa genitori non ci si rende conto di quanto altruisti e quando spirito di sacrificio avessero i nostri genitori. Quindi per crescere un figlio che possa un giorno diventare un giovane adulto equilibrato, gentile, premuroso e felice, ci sono alcuni sacrifici che bisogna essere pronti a fare e che rappresentano i veri “costi” del crescere un bambino.

Ecco alcuni “costi e sacrifici” che potrai dover mettere in conto:

La perdita della propria identità individuale.

La perdita del sonno.

Il cambiamento del rapporto con il partner.

L’impossibilità di poter lavorare senza problemi nella professione prescelta.

Essere disponibili 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana (praticamente a chiamata: “mamma, mamma, mamma”).

Non poter andare in bagno o farsi una doccia in solitudine.

La comparsa di smagliature e la trasformazione del proprio corpo.

Non comprare vestiti per se stessi perché i bambini ne hanno più bisogno.

E soprattutto: rinunciare all’ultima fetta di torta al cioccolato per lasciarla ai bambini.

Non stiamo dicendo che le mamme si sentano indispettite da questi “costi”, ma la verità è che questo è il tipo di sacrificio che viene richiesto per diventare genitori, è confortante sapere che siamo tutti nella stessa barca.

Identità individuale

Ognuno di noi è convinto di averne avuta una, o almeno prima dell’arrivo dei bambini, impossibile ricordarla. I bambini sono talmente spossanti a volte che è facile dimenticare di essere stati qualcun altro in un altro tempo e spazio. Quando nasce un bambino la tua identità cambia, che ti piaccia o meno. Improvvisamente non se più solo tu, o solo una compagna o una moglie, sei ufficialmente una mamma e quel ruolo non è solo per il tempo in cui i tuoi figli saranno piccoli, ma per sempre. Abituarsi a questa nuova realtà può richiedere del tempo e la percezione cambierà ancora quando i bambini cresceranno.

Potresti intravedere la vecchia te, solitamente quando dedichi del tempo a te stessa senza i bambini (se sei così fortunata da avere qualcuno che possa supportarti per questi momenti). O magari hai aspettato che i bambini andassero al nido o all’asilo prima di trovare un po’ di tempo per te stessa. Se sei una madre che lavora avrai sempre meno tempo da dedicare a te stessa. Ritagliarsi quegli spazi è importante per ripercorrere la tua vecchia vita. Molti gruppi di mamme o di amiche creano turni o un programma per aiutarsi vicendevolmente a ritrovare del tempo da trascorre da sole o con il partner. Cogli l’attimo e regalati un pomeriggio in palestra o un film al cinema tutta da sola. Qualunque cosa tu scelga di fare, l’importante è trascorrere del tempo da sola: sarai una persona migliore, più felice e una madre migliore.

EmptyView