Cura del bebè + Salute + cura dei denti del bebè Cura del bebè + Salute + cura dei denti del bebè
fino a un anno

Cura dei denti del bebè

Cura dei denti del bebè

Domande frequenti

Ecco alcune domande frequenti e le relative risposte riguardo alle soluzioni migliori per la cura dei denti dei bambini.

1) Quando dovrei iniziare a pulire i denti del mio bambino?

Per capire quando è arrivato il momento di iniziare a pulire denti e gengive basta aspettare il primo dentino che buca la gengiva (solitamente tra gli 8 e i 13 mesi).

2) Come dovrei pulire denti e gengive?

Comincia con un panno umido e morbido e strofinalo delicatamente sulle gengive una volta al giorno. Quando iniziano a spuntare i primi dentini potresti passare a uno spazzolino con le setole morbide. Non serve il dentifricio, l’acqua sarà più che sufficiente finché il tuo bambino non avrà imparato a sputare intorno ai due anni. Lo spazzolino dovrebbe essere sostituito periodicamente, ogni tre mesi circa o quando le setole iniziano a rovinarsi.

3) Perché è importante curare i denti dei bambini? Non cadranno comunque?

Ci sono diversi motivi per cui è importante mantenere sana la “prima” dentatura. Senza i primi dentini, i bambini avrebbero problemi di linguaggio, non riuscirebbero a mangiare molti cibi e non avrebbero quel sorriso meraviglioso.

Inoltre, i primi dentini permettono di mantenere lo spazio corretto per quando inizieranno a spuntare i denti permanenti. Una cura regolare dei denti da latte aiuta a creare i presupposti per la salute di denti e gengive per tutta la vita.

4) Posso usare il dentifricio per il mio bambino?

Per iniziare a usare il dentifricio si consiglia di aspettare fino ai due anni di età. E comunque, anche in quel momento, si consiglia di utilizzarne pochissimo. I dentifrici per bambini contengono poco fluoro e molto calcio, per cui sono formulati appositamente per i denti dei più piccoli.

BC1.37_Image _B

5) Quando dovrei portare per la prima volta mio figlio dal dentista?

Preferibilmente intorno al primo compleanno e sicuramente prima dei tre anni. Durante questa visita, il dentista valuterà l’allineamento della mandibola con la mascella, verificherà eventuali segni di carie e darà dei consigli per curare al meglio i denti in futuro.

6) Come posso rendere l’esperienza meno stressante?

Prepara il tuo bambino alla visita dal dentista leggendo dei libri sull’argomento oppure giocate al dentista con gli orsacchiotti o le bambole. Spiegagli che ad alcuni dentisti piace portare delle mascherine sulla bocca. Trasforma la visita in un’esperienza divertente e insegna al tuo bambino ad aprire bene la bocca come una rana in modo che il dentista possa dare un’occhiata.

Ricorda di non usare parole negative come “spaventato”, “ago”, “male” o “trapano” quando parli della visita. Queste parole tendono a spaventare gli adulti, figuriamoci i bambini!

7) Ho sentito parlare alcune mamme della “sindrome da biberon”. Di cosa si tratta?

“Sindrome da biberon” è l’espressione utilizzata per descrivere la carie che colpisce i denti anteriori a causa dell’attacco degli acidi. Questo problema ha inizio dopo il contatto prolungato con qualsiasi liquido che non sia l’acqua. Come suggerisce il termine, solitamente si verifica quando neonati e bambini bevono per molto tempo dal biberon.

Questo può succedere quando si portano il biberon anche a letto. Questa sindrome, però, non si limita al biberon, perché anche i bambini allattati al seno che ciucciano a lungo possono sviluppare questo tipo di carie.

Per evitare questo problema, prova a seguire questi semplici consigli:

Consenti al bambino di utilizzare il biberon per il latte (materno o artificiale) solo durante i pasti e non per trovare conforto al momento della nanna.

Evita di utilizzare il biberon per dare succhi, bibite o altre bevande zuccherate.

Insegna al tuo bambino a bere da una tazza o da una cannuccia non appena sarà pronto a farlo. Di solito questo passaggio avviene intorno ai 12 mesi.

Mantieni delle buone pratiche di igiene dentale e spazzola i denti del bambino con regolarità.

8) Quali cibi dovrei evitare per preservare la salute dei denti del mio bambino?

Evita i cibi molto zuccherati, soprattutto se vanno tenuti in bocca a lungo (come cioccolatini, caramelle dure o appiccicose, lecca-lecca, ma anche bevande e succhi in bottiglia) con una tettarella.

Si è scoperto che anche le compresse masticabili di Vitamina C sono particolarmente dannose per la salute dei denti.

Anche alcuni cibi sani, come la frutta disidratata, contengono molto zucchero e i bambini dovrebbero essere invitati a sciacquare la bocca dopo aver mangiato questi alimenti.

9) La suzione del pollice può causare problemi ai denti a lungo andare?

No, ma se la suzione del pollice continua anche dopo l’infanzia, c’è una grande possibilità che possa provocare il cosiddetto “morso aperto” che potrebbe influire anche sullo sviluppo del linguaggio.

10) Quali sono i principi alla base dell’igiene dentale dei bambini?

Ecco alcune linee guida per preservare la salute dei denti:

BC1.37_Image _C

Scegliere tra un’ampia varietà di cibi nutrienti, soprattutto quelli ricchi di calcio e poveri di acidi e zuccheri.

Mangiare snack salutari, come frutta e formaggio.

Bere molta acqua del rubinetto, soprattutto se fluorizzata.

Spazzolare con cura e delicatezza usando un dentifricio a basso contenuto di fluoro, dai due fino ai sette anni.

Usare uno spazzolino con le setole morbide e la testa compatta.

Spazzolare i denti almeno due volte al giorno, dopo colazione e subito prima di andare a dormire.

Andare regolarmente dal dentista e non aspettare di avere dei problemi.

Le visite dal dentista dovrebbero iniziare presto o comunque entro i tre anni di età.

11) La nostra acqua non contiene fluoro, dovrei dare una dose supplementare a mio figlio?

Il fluoro è sicuramente un elemento importante per la salute dei denti, ma prima di somministrare degli integratori è bene parlarne con il dentista o con l’igienista dentale.

12) Come posso sapere quando il mio bambino inizia a mettere i denti?

Ecco alcuni dei segnali che anticipano l’arrivo dei dentini:

Gengive arrossate, leggermente infiammate ed eventualmente gonfie.

Sotto la gengiva potresti riuscire a vedere un puntino bianco.

Aumento della salivazione e del desiderio di mordere dita e altri oggetti.

Irritabilità e segni di dolore.

Per alleviare questo fastidio, usa del paracetamolo, un gel specifico per la dentizione oppure fai succhiare o mordicchiare al bambino un anello per la dentizione freddo.

13) C’è qualcosa di vero nelle storie delle malattie associate alla dentizione?

Molte mamme riferiscono che il loro bambino abbia sofferto di questi sintomi (uno o tutti) nel periodo della dentizione: ad esempio eritema da pannolino, lieve febbre o diarrea, dolore e irritabilità.

Tuttavia, non esistono prove certe per cui tutti questi sintomi siano associati alla “dentizione”. Non dovresti partire dal presupposto che la dentizione sia causa di malattie. Piuttosto consulta un medico se sei preoccupata.

BC1.37_Image _D

14) Quando riuscirà il mio bambino a spazzolarsi i denti da solo?

Solitamente entro i cinque anni di età i bambini saranno abbastanza abituati a spazzolarsi i denti da soli. Tuttavia, si consiglia di continuare ad aiutarli e a controllare il modo in cui spazzolano i denti fino ai 7-8 anni di età.

15) Con quale ordine spuntano i denti da latte?

I denti del tuo bambino dovrebbero spuntare in quest’ordine:

Incisivi inferiori

Incisivi superiori

Denti laterali superiori

Denti laterali inferiori

Primi molari superiori (denti posteriori)

Primi molari inferiori

Canini superiori

Canini inferiori

Secondi molari inferiori

Secondi molari superiori

Il tuo bambino sfoggerà i suoi primi dentini (chiamati anche denti da latte, primari o decidui) intorno ai due anni e mezzo.

EmptyView