Cura del bebè + Salute + eczema del bambino Cura del bebè + Salute + eczema del bambino
fino a un anno

Eczema del bambino

Eczema del bambino

Cos’è l’eczema?

L’eczema (dermatite atopica) è una malattia cutanea infiammatoria, ricorrente e non infettiva, che colpisce fino al 40% dei sudafricani ad un certo punto della loro vita. Questo disturbo è più comune nelle persone con una storia familiare di malattie atopiche, come l’asma o il raffreddore da fieno.

L’eczema atopico rappresenta la forma più comune di questa malattia. In caso di eczema, la pelle diventa rossa, secca, squamosa e dà prurito; nei casi più gravi potrebbe trasudare, sanguinare e formare delle croste risultando molto fastidiosa. Alcune volte la pelle può infettarsi. Inoltre, questa malattia può riacutizzarsi o attenuarsi apparentemente senza alcun motivo.

Anche se l’eczema colpisce a qualsiasi età, solitamente compare nella prima infanzia (nei bambini di età compresa tra 2 e 6 mesi) e scompare intorno ai 6 anni. In effetti, più della metà di tutti i soggetti colpiti da eczema ne mostra i segni entro i primi 12 mesi di vita e nell’80% dei casi si sviluppa prima dei 5 anni.

Anche se quasi tutti i bambini si liberano di questa malattia, una piccola parte potrebbe soffrire di una forma grave di eczema in età adulta. Questa malattia non affligge soltanto chi ne soffre, ma ha ripercussioni anche sulla famiglia, sugli amici e sui medici.

Quali sono i sintomi dell’eczema?

Pelle moderatamente o gravemente pruriginosa (questo sintomo permette di distinguere l’eczema da altre eruzioni cutanee)

Eruzioni ricorrenti: pelle secca, rossa, screpolata o a chiazze (nei neonati e nei bambini, l’eruzione cutanea compare generalmente sul viso, sui gomiti o sulle ginocchia. Nei bambini più grandi e negli adulti, l’eruzione cutanea si manifesta più raramente sul viso, ma generalmente su mani, collo, parte interna dei gomiti e posteriore di ginocchia e caviglie)

Trasudazione di un fluido acquoso dalla pelle

Pelle ruvida, spessa, coriacea

Le lesioni possono infettarsi a causa di batteri o virus

Da cosa è provocato l’eczema?

Anche se non se ne conosce la causa precisa, sembra che l’eczema sia associato ai seguenti fattori interni ed esterni:

Fattori interni

Storia familiare per eczema, asma o raffreddore da fieno (il principale fattore predittivo). Se entrambi i genitori soffrono di eczema, la possibilità che anche i loro figli possano esserne colpiti è dell’80%

Alcuni cibi (latticini e prodotti contenenti frumento, uova, frutta secca, frutti di mare, additivi alimentari chimici, conservanti e coloranti) e l’alcol

Stress

Fattori esterni

Agenti irritanti: fumo di tabacco, sostanze chimiche, condizioni climatiche (caldo umido oppure freddo secco) e aria condizionata o riscaldamento eccessivo

Allergeni: acari della polvere, muffe, erba, pollini delle piante, alimenti, animali e capi di abbigliamento, saponi, shampoo e detersivi in polvere, cosmetici e articoli da toeletta

Quanto dura l’eczema?

Col passare del tempo i sintomi tendono a essere sempre meno gravi. In molti casi i sintomi potrebbero scomparire quasi completamente, anche se comunque la pelle tenderà a essere secca e sensibile.

Come si può controllare l’eczema?

Anche se non è una malattia mortale, l’eczema può sicuramente influire sulla qualità della vita dei malati, della famiglia e delle persone che se ne prendono cura. Il prurito notturno può far passare notti insonni al bambino, ai genitori e ad eventuali fratelli o sorelle. Può mettere a dura prova le relazioni familiari. Le riacutizzazioni possono comportare spesso assenteismo da scuola, dal lavoro, da impegni personali e/o da obblighi familiari.

EmptyView