Bebè + 20 mesi + Mamma Bebè + 20 mesi + Mamma
da uno a tre anni

20 mesi

Il bambino a 20 mesi

In questo periodo si aggirerà per casa un piccolo imitatore, che osserverà e assimilerà tutto ciò che fai e che dici. A 20 mesi, il tuo bambino copierà i tuoi gesti e cercherà di parlare usando il tuo tono e la tua intonazione. Desidererà compiacerti, cercando di coinvolgerti nel gioco ogni qualvolta possibile. Se pensavi di poterti mettere tranquilla sul divano per una mezz'oretta, non andrà proprio così. Arriverà immediatamente il piccolo, portandoti oggetti da guardare e cercando costantemente la tua attenzione. Questo mese, ora che sei diventata la migliore amica di tuo figlio, puoi riscoprire la bambina che è in te.

I bambini di questa età manifestano comunemente una certa ansia da separazione quando uno dei genitori non è presente. Sono ancora troppo piccoli per ragionare, ma abbastanza grandi da aver compreso le dinamiche familiari. Mamma o papà vanno al lavoro, poi rincasano e si sta di nuovo tutti insieme dopo qualche ora: si tratta di eventi a cui si sono abituati. I genitori che salutano con affetto il piccolo tutte che le volte che vanno via, e danno dimostrazioni di contentezza al rivederlo al ritorno, gli danno un ottimo esempio. Stanno infatti insegnando al piccolo che è normale separarsi, e non c’è niente di male, anche perché poi torneranno a casa.

Il piccolo potrebbe voler “parlare” con il genitore al telefono, fare una videochiamata o persino andare a trovarlo al lavoro. Intrecciare la vita professionale e familiare richiede un po’ di pratica, tuttavia i bambini non apprezzano granché gli ostacoli delle dinamiche lavorative. Le loro relazioni primarie devono essere abbastanza solide da convincerli che hanno la priorità assoluta nella vita dei genitori. Questo richiede di trovare un certo equilibrio nella gestione del tempo, soprattutto in questi primi anni.

Crescita e sviluppo

A questa età molti bambini frequentano il nido. Vedere il tuo piccolo di 20 mesi inserito per la prima volta in un gruppo di bambini può metterti a dura prova. Potrebbe persino far nascere un istinto di protezione che non pensavi di avere. Il tuo bambino userà le tue reazioni per orientarsi, quindi cerca di essere positiva e incoraggiante, anche se dentro di te provi qualcosa di molto diverso.

Prima o poi sarebbe accaduto di mettere a confronto il tuo bambino con gli altri, e ti sorprenderai nel vedere come sono tutti diversi tra loro. Potresti persino sentirti più in sintonia con i bambini che assomigliano di più al tuo. Il medesimo colore di capelli o lo stesso modo di vestire potrebbero colpire nel segno. Il motivo è la genetica: i genitori tendono infatti a preferire i bambini che hanno un aspetto simile al proprio figlio. Madre Natura sa sempre come sorprenderci.

Hai notato che i cappelli del bambino gli vanno più stretti? Ciò dipende dallo sviluppo del suo cervello e del cranio, quindi è un buon segno. Scegli cappelli in grado di tenere all’ombra il viso, il collo e il petto.

Gioco e interazione

Evita di sovraccaricare le giornate del bambino con mille attività e stimoli. Deve trovare da solo ciò che lo diverte, ma ovviamente avrà anche bisogno di qualche input. Un’attività ufficiale e programmata al giorno è più che sufficiente a questa età. Quindi, se al mattino frequenta il corso di acquaticità, lascia che trascorra il pomeriggio a casa. Il bambino ha bisogno di imparare a giocare e a divertirsi scegliendo da solo le modalità. Per quanto i suoi giochi possano sembrare semplici, significano moltissimo per un bambino di 20 mesi.

Il suo spirito creativo sarà molto vivace in questo periodo, infatti lo sentirai parlottare tra sé e sé, oppure con i giocattoli, il gatto e persino la staccionata. Nel linguaggio, la pratica rende perfetti, quindi cerca di stimolare queste mini conversazioni. Evita di correggere il bambino quando non pronuncia correttamente una parola o chiama un oggetto con un nome diverso.

Il piccolo sarà molto sensibile alle tue critiche, che potrebbero compromettere la sua fiducia in sé stesso. Evita di confrontare il parlato e il linguaggio di tuo figlio con quelli di altri bambini, soprattutto se di sesso diverso. Le bambine tendono ad essere più precoci nello sviluppo del linguaggio rispetto ai maschi.

Cosa aspettarsi questo mese

In questa fase, è normale avere qualche momento di riflessione, soprattutto se si comincia a pensare a un fratellino. La differenza di età perfetta non esiste, tuttavia molti la identificano nei 2 anni e mezzo. I primi mesi, difficili e spossanti, sono passati, e avere un bambino per casa richiama subito alla mente i momenti divertenti e i piccoli piaceri che caratterizzano la vita in famiglia.

Nelle famiglie numerose si potrebbe avvertire un po’ di pressione in relazione a un nuovo arrivo. Sono possibili allusioni esplicite ed implicite alla decisione dei genitori di allargare la famiglia. Entrano in gioco talmente tanti fattori individuali e personali che un approccio universale è poco realistico. Tu e il partner siete nella migliore posizione per prendere la decisione giusta per voi e per la vostra famiglia.

In questa fase, l’attenzione del tuo piccolo sarà assorbita da un tipo diverso di attività. Potrebbe sentirsi attratto dai gruppi di altri bambini, ma continuare a concentrarsi principalmente sul gioco individuale. Il gioco parallelo è una fase di questa età, dove i bambini giocano vicini ma senza interagire. Il rumore e i movimenti degli altri saranno come una calamita. Non aspettarti che il bambino sia capace di condividere, o di preoccuparsi delle esigenze degli altri. Questa è anche l’età delle spinte e dei morsi, che potrebbero allarmare i genitori.

A 20 mesi i bambini seguono ancora istinti primordiali, generati dal cervello primitivo. Sono semplicemente incapaci di essere gentili e premurosi. Con un po’ di tempo e maturità, oltre a molti esempi positivi, evolveranno come necessario.

Cibo e nutrimento

Porta il bambino a fare la spesa, e lascia che ti aiuti a riempire il carrello. Mostragli come scegliere frutta e verdura, mettendole nei sacchetti. Dai la priorità a colore, varietà e imballaggio minimo. Pianta alcuni semi e coltiva verdure a crescita rapida come zucchine, piselli e mais. Aiuta il piccolo a comprendere le origini del cibo, gli farà senz’altro bene. Evita di crescere un bambino affetto dalla “sindrome da deficit di natura” e riproponiti di uscire ogni giorno.

A questa età i bambini hanno imparato ad aprire il frigorifero e la dispensa e ad attingervi autonomamente. Questo potrebbe non essere un problema per la tua famiglia e, purché mangino sano senza rovinarsi l’appetito, nemmeno per te. Tuttavia vale la pena tenere traccia di ciò che mangiano e limitare il loro consumo di snack.

Porta con te una bottiglia d’acqua ogni volta che esci e fai in modo che il bambino veda che anche tu bevi acqua. Mostragli come aprire il rubinetto e riempirsi il bicchiere, ma assicurati che capisca che non deve prendere l’acqua calda.

Vale la pena acquistare uno sgabellino da usare come rialzo per il bagno e la cucina.

La salute del tuo bambino

A 20 mesi, la maggior parte dei bambini porta ancora il pannolino; sono troppo piccoli per imparare a usare il vasino. Questo significa che sarai costantemente impegnata a cambiarglielo. Molti bambini vogliono rendersi utili togliendoselo da soli, anche quando non hanno fatto solo pipì. Cerca di essere pratica, e non complimentarti con lui. È solo una fase; per il momento, limitati a pulirlo e comportati come al solito. Anche se fai fatica a sopportarlo, per il bambino il contenuto del pannolino è soltanto un’altra cosa con cui giocare.

Il bambino potrebbe stare benissimo e improvvisamente peggiorare. I bambini tendono a stare male in tempi rapidi, e si riprendono con la stessa velocità. La temperatura normalmente oscilla tra i 36,1° e i 37,3°C. Poiché il sistema di regolazione della temperatura nel cervello non è ancora del tutto sviluppato, i bambini non riescono a controllare la temperatura come gli adulti.

Tieni sempre a portata di mano il Paracetamolo e segui le istruzioni riportate sulla confezione. Se la temperatura è molto alta, è necessario che il pediatra visiti il bambino.

Suggerimenti utili

Fai in modo che la vita in famiglia sia abitudinaria e prevedibile. A questa età i bambini amano routine e organizzazione.

Alcuni sono più flessibili di altri, e risultano più facili da gestire. Altri sono più sensibili ai cambiamenti e non sanno come rapportarsi all’imprevedibilità.

Pensa al tuo linguaggio e ai messaggi quotidiani che trasmetti al tuo bimbo di 20 mesi.

Continuare a dire “no” a ripetizione perderà di significato quando sarà davvero necessario. I complimenti, se meritati e offerti con convinzione, permetteranno di rafforzare il suo modo di comportarsi positivo con risultati migliori rispetto a una costante negatività.

Mamma e papà dovrebbero cercare di adottare un atteggiamento coerente e infondere entusiasmo ed energia in parti uguali nel modo di fare i genitori.

Tutti i bambini beneficiano dal vedere l’atteggiamento premuroso e sicuro dei propri genitori. Pensa agli stereotipi che influenzano il tuo bambino, e valuta se mantenerli o meno.

Circa il 90% dello sviluppo del suo cervello si verificherà nei primi 5 anni di vita.

Il suo cervello viene letteralmente plasmato e modellato dalle esperienze che vive in questi anni. Fai in modo che la vita domestica sia arricchita da musica, stimoli, colori e attività divertenti. Gioca col tuo piccolo e vivi momenti di allegria ogni giorno, ne vale davvero la pena.

Affrettarti a mettere a posto se il bambino combina qualche disastro non sarà molto utile.

Riordinare tutto per bene una sola volta alla fine della giornata ti permetterà di conservare le energie e limitare lo stress.

EmptyView