Bebè + 14 mesi + Mamma Bebè + 14 mesi + Mamma
da uno a tre anni

14 mesi

14 mesi del bebè

A 14 mesi, il bambino è sempre impegnato in qualcosa, un vero e proprio impegno anche per te. Se hai figli più grandi, cercheranno di intrattenere il nuovo arrivato, coinvolgendolo in giochi e in altre attività. Non ti aspettare però che vadano sempre d’accordo. In questa fase i bambini sono estremamente egocentrici, pensano che il mondo e tutti coloro che lo abitano siano a loro completa disposizione. Quattordici mesi non è certo un’età in cui si possono tenere in considerazione i sentimenti del prossimo. Condividere i giocattoli, aspettare il proprio turno o essere premurosi sono tutte competenze sociali che si svilupperanno con il tempo, ma per adesso sono ancora lontane.

Essere genitori di un bimbo di questa età è diverso dall’essere genitori di un bambino più grande. Occorre ancora sorvegliarlo da molto vicino e anticipare i suoi bisogni. La sua proprietà di linguaggio è ancora molto immatura: comunica con gli altri quasi esclusivamente attraverso il linguaggio del corpo, parole elementari e suoni oltre che con le azioni. È importante che tutti gli abitanti della casa si sforzino al massimo per comunicare. Racconta al tuo piccolo di 14 mesi le tue attività quotidiane e coinvolgilo il più possibile in ciò che stai facendo. Sebbene ciò significhi impiegare più tempo per fare le cose, gli offrirai l’opportunità di comprendere in che modo le azioni si riflettono sul linguaggio e come si portano a compimento.

Crescita e sviluppo

Adesso il tuo bambino dovrebbe avere imparato a camminare. Ma non preoccuparti troppo se a volte si rimette a gattonare. Potresti fargli indossare il suo primo paio di scarpe per proteggere i piedini quando è fuori casa. Scegli scarpette con suole pieghevoli e flessibili, che sostengano il suo piede facendolo sentire comodo. L’ideale sarebbe un paio morbido, ancora meglio se hanno suole antiscivolo. Ad ogni modo, l’ideale sarebbe non utilizzare calzature e lasciare il più possibile il tuo piccolo a piedi nudi. Ciò contribuirà a perfezionare il suo equilibrio e la sua coordinazione. Imparerà quali parti del corpo utilizziamo per camminare e per trasferire il nostro peso da un piede all’altro e sulle dita.

In questa fase il bambino potrebbe mettere su un po’ di pancetta, caratteristica molto comune a questa età. Tronco più lungo degli arti, pancia prominente, sederino piccolo e gambe arcuate sono peculiarità tipiche in questa fascia di età. Non preoccuparti se sembra sproporzionato. La sua forma cambierà radicalmente via via che le sue ossa si allungheranno e che il suo corpo maturerà. Ma già in questa fase sarà possibile notare la somiglianza con te o con il tuo partner.

Se ha pochi capelli, o se non ne ha affatto, questa è di solito l’età in cui iniziano a crescere. Capelli fini e chiari potrebbero impiegare più tempo ad apparire rispetto a capelli più scuri. Per alcuni bambini è il momento del primo taglio dal parrucchiere. L’emozione può essere singolare, in particolar modo per le madri. Si tratta di uno dei primi segnali che indicano che il tuo bambino sta crescendo. Ricorda di conservare qualche sua ciocca di capelli in modo che non vada persa.

Gioco e interazione

Questa è un’età divertente, in cui il tuo bambino cercherà in tutti i modi di attrarre l’attenzione. Ogni volta che farà qualcosa che susciterà l’ilarità generale, la ripeterà infinite volte. In questa fase iniziano a svilupparsi i concetti di schema, ripetizione, causa-effetto e aspettativa. Sforzati di partecipare ai suoi giochini, mostrandoti entusiasta anche quando ti annoi un po’.

Leggi al tuo piccolo qualcosa ogni giorno e lascia che ti guardi mentre lo fai. Portalo in libreria e scegli un libro insieme a lui. I negozi dell’usato, le fiere e i mercatini sono sempre stracolmi di libri per bambini a poco prezzo. Mostragli che leggere è normale ed entusiasmante, nonché un’abitudine quotidiana in casa vostra. I bambini che crescono confrontandosi con il linguaggio e i libri hanno una marcia in più per affrontare i primi anni di scuola.

Cos’ha in serbo questo mese

Il bambino potrebbe iniziare ad assumere un atteggiamento di sfida, in quanto adesso sa cosa può e cosa non può controllare. Cerca di mantenere la calma e non prendere le sue proteste come un tentativo di approfittare della tua fiducia. Imparerai insieme a lui cosa è davvero importante e cosa non lo è. Fai in modo che le tue azioni siano coerenti con le tue parole e più semplici possibile. Il tuo bambino ha bisogno di routine e di giornate ben strutturate, ma per crescere in maniera sana necessita anche di un ambiente che soddisfi le sue esigenze primarie.

Vi saranno giorni in cui penserai che essere genitori sia semplice e lineare, mentre in altri che sia complicatissimo. Questa è una fase ricca di scoperte e di curiosità, durante la quale il tuo bambino dovrà spingersi oltre i confini familiari per imparare cose nuove. Ciò comporterà inevitabilmente momenti interessanti in cui vorrà giocare con cose con cui non può giocare e andare in luoghi dove non può andare. Tieni sempre presente che il tuo compito non è assecondarlo sempre, ma proteggerlo. È inoltre necessario garantirgli un ambiente che gli offra tutto ciò di cui ha bisogno per crescere nella maniera più sana possibile. Vi saranno momenti in cui dovrai ricordare a te stessa che, nonostante il tuo bambino sappia ciò che vuole, sei tu a sapere di cosa ha bisogno.

Cibo e alimentazione

D’ora in poi il seggiolone diventerà uno degli oggetti d’arredo più utilizzati della tua casa. Prendi l’abitudine di legare sempre il tuo piccolo quando vi è seduto; in questa fase i bambini adorano arrampicarsi ovunque e, quando vogliono, sanno essere velocissimi. Sistemalo nei pressi del tavolo in cui la famiglia è solita mangiare. Durante i pasti, spegnete la televisione e parlate tra di voi, partecipando tutti alla conversazione. I pasti sono momenti in cui ricevono nutrimento sia la mente che il corpo. I bambini che, mentre mangiano, si lasciano distrarre da televisione, DVD e altri dispositivi elettronici, non hanno l’opportunità di sviluppare buone abilità legate al cibo.

Questo è il mese in cui il bambino dovrebbe imparare a mangiare da solo. Quindi, se ancora lo imbocchi, cerca di smettere. Adesso è in grado di controllare ciò che mangia e di smettere se si sente sazio, a meno che non abbia un ritardo nello sviluppo. Aspettati che il tuo piccolo di 14 mesi voglia mangiare dal tuo piatto oltre che dal suo. Ciò è perfettamente normale: sta imparando quali sono gli alimenti giusti e adatti al suo fabbisogno. Cerca di proporgli alimenti di vario tipo, anche se all’inizio sembrerà non apprezzarli. I bambini hanno spesso bisogno di assaggiare un alimento dalle 10 alle 20 volte prima di accettarlo. Temere l’ignoto ed essere cauti con le novità fa parte di un percorso di sviluppo sano.

La salute del tuo bambino

Potresti chiederti perché il tuo piccolo è così schizzinoso con il cibo, mentre non fa nessuna obiezione quando ha tra le mani qualcosa di sporco (un altro dei misteri dell’infanzia). Sta letteralmente conoscendo il mondo utilizzando tutti i suoi sensi, compreso il gusto. Non esagerare nel rendere il suo ambiente il più sterile possibile. Il suo sistema immunitario è concepito per affrontare ogni giorno migliaia di microbi. È però importante ricordare che fertilizzanti, pesticidi, piombo, feci animali e altri agenti inquinanti possono persistere nel terreno per molti anni e costituire un rischio per i bambini più piccoli.

Questo mese il tuo piccolo potrebbe avere il suo primo raffreddore, cosa che lo metterà a dura prova. Il raffreddore è molto comune fra i bambini in età prescolare, semplicemente perché non hanno ancora avuto l’opportunità di sviluppare gli anticorpi necessari per combatterlo. Per alleviarne i sintomi non devi somministrargli farmaci, ma riempirlo di coccole. Se il bambino non vuole bere né mangiare, non bagna i pannolini, ha febbre, tosse o disturbi respiratori, è opportuno farlo visitare da un medico.

Sorveglialo mentre gioca con il cane se ne avete uno, anche se ormai si conoscono a menadito. I cani possono essere imprevedibili e non devono mai essere lasciati soli insieme ai bambini più piccoli. Non aspettarti che il tuo piccolo di 14 mesi lo tratti gentilmente e non lo faccia innervosire. Imparare a maneggiare, coccolare, accarezzare e prendersi cura degli animali sono competenze che richiedono capacità cognitive di livello avanzato. A questa età il bambino è semplicemente troppo piccolo per sapere come comportarsi.

Consigli utili

BC1.143_Image _D

Lava i denti del tuo piccolo almeno due volte al giorno.

L’ideale è uno spazzolino da denti piccolo, con setole morbide e acqua corrente. Consulta la nostra sezione dedicata ai denti per informazioni aggiornatissime sui dentini dei più piccoli.

Questo mese il tuo bambino potrebbe iniziare a fare un solo sonnellino al giorno.

Fare il riposino pomeridiano potrebbe ora compromettere una routine notturna regolare. Organizza la tua giornata dando priorità al suo bisogno di riposo. Non è affatto facile gestire bambini stanchi e scontrosi. Quando lo sono fisicamente sia mentalmente, la soluzione è una sola: metterli a letto.

A questa età dovrete cambiarlo continuamente, dato che è attratto da tutto ciò che è sporco.

Procurati una buona scorta di “abiti da gioco” resistenti e adatti alla vita di tutti i giorni. Anche se preferiresti non vestire il tuo piccolo con abiti usati, a questa età utilizzarli è molto conveniente.

In questa fase, la crema solare è d’obbligo.

Cappello a tesa larga, occhiali da sole e crema solare con protezione totale sono fondamentali per i giochi all’aperto. Cercate di non uscire di casa dalle dieci del mattino alle tre del pomeriggio e fermatevi in luoghi ombreggiati. Proteggi anche la tua pelle e insegna al tuo bambino a ripararsi accuratamente dai raggi del sole.

Non fate a gara a chi di voi sia il genitore più esperto, bensì avvicendatevi nella cura del vostro piccolo.

I bambini e le bambine traggono insegnamenti importanti sul prendersi cura di un’altra persona quando i genitori se ne occupano in egual misura. Se sei una ragazza madre, cerca di circondarti di persone all’altezza della situazione e premurose, che sappiano presentarsi a tuo figlio come modelli da seguire.

Non è ancora il momento giusto per mettere il tuo bambino a dormire in un letto normale.

Sebbene possa sembrare un po’ troppo cresciuto per stare in un lettino per bambini, è opportuno attendere qualche mese in più prima di effettuare questo passaggio. I lettini per bambini permettono di tenere sotto controllo un neonato scatenato, ancora troppo piccolo per capire quando è il caso di restare a letto.

EmptyView