Bambino + Sviluppo del Bambino + musica Bambino + Sviluppo del Bambino + musica
da uno a tre anni

I benefici della musica per i bambini

1. Età pre-scolare

Sia la ricerca ufficiale, sia la semplice osservazione, dimostrano che la musica può essere positiva per il bambino da molti punti di vista.

  • Sviluppo di parole e linguaggio

Cantare canzoncine semplici può aiutare a:

  • Sviluppare la comprensione della struttura base del linguaggio

  • Acquisire familiarità con schemi di linguaggio normali

  • Ampliare il vocabolario

  • Matematica

Sorprende che l’apprendimento del ritmo musicale contribuisca a sviluppare la comprensione di rapporti, proporzioni e frazioni.

  • Capacità relazionali

I bambini che partecipano a lezioni di musica sviluppano livelli più elevati di coesione sociale e capacità come l’empatia.

  • Fiducia ed espressività

La musica offre ai bambini l’opportunità di esprimere una serie di emozioni complesse spesso troppo difficili da comunicare oralmente. I bambini che hanno meno fiducia in se stessi possono partecipare alle lezioni di musica senza doversi affidare alla parole.

2. Alla scuola elementare

  • Le lezioni di musica possono aiutare i bambini rimasti indietro a scuola a recuperare e persino superare i coetanei in lettura e matematica. I benefici delle lezioni di musica risulteranno evidenti anche dal notevole miglioramento del comportamento in classe.

3. Scuola secondaria

  • Gli allievi delle scuole superiori, che partecipano a spettacoli teatrali (musica inclusa) hanno minori probabilità di essere coinvolti in problemi comportamentali, di droga o crimini.

4. La musicale come terapia

La musicoterapia è una disciplina professionale che utilizza la musica per scopi terapeutici. Nei bambini piccoli, implica il ricorso a interazioni musicali per sviluppare e potenziare aree come socializzazione, comunicazione, auto-espressione e abilità sensoriali-motorie. I musicoterapisti lavorano con i bambini in molti ambiti (ospedali, cliniche private) e in base a esigenze diverse (neonatale, disturbo dello spettro autistico, disabilità intellettuale, disturbi della comunicazione/della parola e del linguaggio, difficoltà emotive).

I programmi di musicoterapia sono personalizzati, ma possono prevedere l’uso di:

  • Movimento a tempo di musica

  • Cantare o ritmare

  • Canzoni educative/istruttive

  • Coinvolgimento in un gruppo

  • Improvvisazione

  • Suonare uno strumento

  • Ascoltare musica

EmptyView