Bambino + Sviluppo del Bambino + sviluppo fisico Bambino + Sviluppo del Bambino + sviluppo fisico
da uno a tre anni

Sviluppo fisico

Dato il rapido sviluppo del bambino e le sue crescenti esperienze, potresti trovare impegnativo stare al passo con lui. Una volta che il bambino comincia a muoversi e a correre, la prospettiva dei genitori cambia, e né tu né la tua casa sarete più gli stessi. Svilupperà la capacità di pensare autonomamente, imparare parole nuove da te e da chi lo circonda a una velocità sorprendente e il modo di giocare si evolverà insieme allo sviluppo fisico.

Ecco alcuni aspetti dello sviluppo fisico di un bambino:

Sviluppo cognitivo

Mentre il bambino cresce ogni giorno di più, inizierai a notare un cambiamento del suo sviluppo cognitivo e di pensiero. A quest’età è in grado di pensare in anticipo e sviluppa la capacità di pensare da solo attraverso i propri sensi, sperimentando e manipolando oggetti.

I bambini piccoli scoprono e apprendono in vari modi, dal metodo sensoriale al problem solving. Ogni avventura contribuisce ad aumentare le esperienze di apprendimento!

Il sonno del bambino

Gli schemi del sonno variano da un bambino all’altro, ma la maggior parte finisce per individuare una routine in cui si sente a proprio agio. Una volta addormentati, in generale continuano a dormire senza svegliare mamma e papà. A quest’età, la sfida principale solitamente è metterli a letto! Alcuni bambini urlano, piangono e si disperano, il che è duro quando siamo stanchi e non sappiamo cosa fare; tuttavia, basterà stabilire un orario per dormire preciso e costante per creare una routine valida per te e per il tuo piccolo.

Alcuni attraversano la fase di chiamare, una volta a letto, o alzarsi dopo la buonanotte. Tenta di persuaderlo gentilmente a tornare a letto, con calma, lasciando anche un giocattolo o una copertina che gli dia sicurezza, persino un libro come confort, finché non si tranquillizza.

Possiamo inoltre gestire i piccoli che si alzano prestano e farli restare a letto fino a un’ora decente del mattino. Prova a insegnare i numeri sull’orologio in modo che vedano l’ora giusta in cui iniziare la giornata. Riempi la stanza di libri e giocattoli sicuri, ma divertenti, con cui il bambino potrà intrattenersi in attesa che i genitori si sveglino.

Sviluppo del linguaggio

Imparare a comunicare è uno degli obiettivi più difficili da raggiungere per un bambino. Quando è in grado di parlare e comunicare, può interagire ogni giorno di più con l’universo che lo circonda.

Pronuncia frasi semplici e modella il linguaggio che vorresti usasse, in modo che possa gradualmente allargare il suo vocabolario. Ricorda di rispondere in modo positivo, se necessario ripeti le cose e, soprattutto, parla, leggi, gioca e ascoltalo!

Fase del gioco

A quest’età i bambini sono molto attivi e apprendono anche giocando. Succedono molte cose durante il gioco che sarà diverso dai maschi rispetto alle bambine. Le differenze di genere nel gioco riflettono quanto appreso dai genitori e il modo di pensare. La ricerca in materia di genere suggerisce che maschi e femmine giochino in effetti in maniera molto diversa ed esprimano preferenze nette nei giocattoli fin dalla più tenera età. Queste capacità relazionali ed emotive durante il gioco conferiscono al bambino l’autostima e la fiducia in se stesso di cui ha bisogno per continuare ad apprendere e creare rapporti personali, preparandolo per la scuola e il futuro.

Gruppo di gioco

I gruppi di gioco sono organizzati e gestiti da genitori ed educatori, mentre i bambini scelgono tra una serie di attività volte a soddisfare le diverse esigenze. Si possono tenere ovunque sia sicuro per i bambini e possano incontrarsi gruppi di persone, e non sono rivolti soltanto ai bambini! I gruppi di gioco sono positivi anche per gli adulti, in quanto sono momenti per confrontarsi, allentare lo stress, stringere amicizie e condividere esperienze. I bambini ne beneficiano in quanto apprendono cose nuove, ampliano le proprie capacità relazionali, imparano a collaborare e adottano semplici routine che facilitano la vita!

Giochi di fantasia

I giochi di fantasia o immaginazione stimolano i sensi del bambino e creano modi per esplorare e ampliare il pensiero creativo. Sviluppano le principali capacità che alimentano la crescita intellettuale ed emotiva in vista del successo sociale, mentre i giochi di fantasia migliorano memoria, linguaggio e capacità di valutazione.

I giochi di immaginazione aiutano inoltre i bambini a collaborare e scendere a patti con gli altri bambini, in quanto apprendono capacità importanti per avere successo con i coetanei. Incoraggia i giochi di fantasia, i bambini si impegneranno nello sviluppo della loro immaginazione e parteciperanno ad attività costruttive.

Si ritiene che quelli da 3 a 6 siano gli “anni d’oro” per i giochi di fantasia o immaginazione; in nessun altro momento della vita il bambino sarà così immerso in un mondo fantastico. Per contribuire al gioco, puoi procurarti giocattoli e oggetti di base da utilizzare.

Giochi all’aperto

Per uno sviluppo corretto, è importante che i bambini giochino sia al chiuso sia all’aperto. Sebbene ricerche recenti abbiano dimostrato una diminuzione nel numero di bambini impegnati attivamente nei giochi all’aperto, questi ultimi sono essenziale per uno sviluppo sano. Nel passaggio alla scuola materna (2-5 anni), parteciperanno a giochi più attivi, in quanto impareranno a usare giocattoli dotati di ruote e si divertiranno con i giochi da giardino.

Il gioco all’aperto offre inoltre ai bambini l’opportunità di esplorare l’ambiente in relazione a se stessi, creare i propri spazi di gioco e impegnarsi in esperienza fantasiose con oggetti sia concreti (per es, tende, fili da bucato, camioncini) sia simbolici (per es. cartoni, ceppi, pietre). Il gioco attivo all’aperto può essere molto stimolante, crea opportunità di apprendimento e sviluppa l’autocontrollo.

EmptyView