Genitori + Bambini + viaggiare + pianificare Genitori + Bambini + viaggiare + pianificare
da uno a tre anni

Pianificare i viaggi con i bambini

In viaggio con i bambini – come godersi il volo

Per molte famiglie, imbarcarsi su un aereo con bagagli e bambini piccoli al seguito è come affrontare un percorso a ostacoli. Ma seguendo i nostri dieci consigli pratici, riuscirai a partire, godendoti il volo.

Suggerimento 1: La preparazione è fondamentale

Biglietti? Fatto. Bagagli? Fatto. Bambino (o bambini) in buona salute e pronto per il viaggio? Fatto.

È tutto pronto per andare in aeroporto, allora! Giusto? Se hai qualche dubbio sul tuo volo, come i limiti di peso del bagaglio a mano o i liquidi consentiti a bordo per i viaggi internazionali, contatta la compagnia aerea prima di partire. Meglio affrontare tutti i dettagli per tempo, piuttosto che ritrovarsi a litigare con le hostess sull’età del tuo bambino (non dimenticare il certificato di nascita) o scoprire improvvisamente che il passeggino deve essere imballato per essere imbarcato.

Inoltre, ricorda di prenotare la culla per i viaggi intercontinentali. In caso contrario, non avrai la garanzia di trovarne una disponibile al momento del check-in e ti ritroverai a dover tenere in braccio il tuo piccolo per tutta la durata del volo. Inoltre, se il budget lo consente, puoi anche prenotare un posto per il bambino per i voli più lunghi, poiché molte compagnie aeree non consentono l’uso della culla dopo i 18 mesi di età.

Suggerimento 2: Presto che è tardi

Parti presto, in modo da avere tutto il tempo necessario per parcheggiare, fare il check-in e passare attraverso i controlli di sicurezza. Non c’è pensiero più stressante del dubbio di poter perdere l’aereo. Come regola, pensa all’orario in cui arriveresti in aeroporto se viaggiassi da sola, e fai in modo di arrivare un’ora prima. Ricorda, è sufficiente un pannolino molto pieno da cambiare per far saltare i programmi.

Se viaggi con un piccolino in braccio, assicurati di fare il check-in con largo anticipo in modo da farti mettere in un sedile adiacente a un posto vuoto, se possibile. Per quanto breve possa essere il volo, apprezzerai tantissimo lo spazio extra per far sedere il bambino e rilassarti qualche minuto, oppure riordinare la borsa del piccolo.

Suggerimento 3: Le rotelle aiutano

In aeroporto, cerca di avere le mani libere il più possibile, per cercare i biglietti e le carte d’imbarco e per rovistare nelle borse alla ricerca del giocattolo preferito. Verifica con la compagnia aerea se il tuo passeggino è conforme alla dimensione e al peso previsti. Se il tuo bagaglio a mano non è conforme, potrebbero vietarti l’accesso alle Partenze oppure chiederti di rifare il check-in.

Telefona alla compagnia aerea qualche giorno prima per sapere se puoi usufruire di un passeggino di cortesia se preferisci imbarcare il tuo nella stiva. Per i bambini più piccoli, molti genitori usano un marsupio, tuttavia ricordati di toglierlo al momento dei controlli di sicurezza. Per farla breve, tutto il bagaglio a mano deve poter essere infilato sotto al sedile di fronte al tuo o nelle cappelliere. Ricorda che le uscite di emergenza e i corridoi devono essere lasciati liberi.

Suggerimento 4: Salta la fila

Solitamente al gate dell’imbarco le famiglie con bambini piccoli sono invitate a non fare la fila. Approfitta dell’opportunità offerta per sistemarti e organizzare il bagaglio a mano, senza la preoccupazione di bloccare il corridoio agli altri passeggeri in fila. Sistema le salviette, i giochi, gli snack, una copertina (e tutto l’occorrente) nella tasca sotto al tavolino o sotto il sedile di fronte a te.

Oppure, i genitori di figli iperattivi potrebbero voler limitare allo stretto necessario il tempo in aereo, preferendo imbarcarsi per ultimi.

Suggerimento 5: Pulizia delle orecchie

La maggior parte dei genitori è convinta di dover dare da mangiare ai piccoli al momento del decollo e dell’atterraggio per evitare il mal d’orecchie. In realtà, è meglio aspettare a decollo avvenuto, oppure attendere l’annuncio del comandante relativo all’inizio della discesa per atterrare, prima di tirare fuori gli snack o allattare il piccolo. Questo perché le orecchie subiscono gli effetti dell’adeguamento della pressione in cabina all’altitudine durante la fase prolungata di salita e discesa. Se il tuo piccolo sembra parecchio a disagio, puoi alleviare il dolore con il Paracetamolo per bambini.

Suggerimento 6: Tienilo occupato

Così come in altre situazioni di stress per i bambini più piccoli, il fatto di distrarli può evitare forti crisi (di genitori e figli). Non dimenticare una scorta di snack senza zucchero da offrire durante il volo, insieme a una selezione di giocattoli di dimensioni limitate. Porta un paio di giochi preferiti, insieme a qualcuno nuovo (magari impacchettato, così da occupare il bambino più a lungo). Scegli giocattoli che non rotoleranno via. Per i più grandicelli, una lavagnetta magnetica compatta (con penna integrata) è l’ideale.

Suggerimento 7: Sorridi

Anche se la paura di volare è diffusa tra molte mamme e papà, è fondamentale mantenere un atteggiamento coraggioso agli occhi dei più piccoli. Le turbolenze possono essere spaventose per bambini e adulti allo stesso modo, quindi cerca di sdrammatizzare con i bambini. Potete fingere di essere sulle giostre del centro commerciale, commentando con frasi del tipo: “Wow, andiamo fortissimo!”. Ricorda che spesso le emozioni dei bambini dipendono dalle reazioni degli adulti. Proprio come i passeggeri cercano la rassicurazione dagli attendenti di volo, i bambini si aggrappano ai loro genitori.

Suggerimento 8: Prenditi cura anche di te

Spesso i genitori sono talmente impegnati ad occuparsi dei loro figli che si dimenticano delle proprie esigenze durante il volo. Quando il carrello dei pasti si avvicina, solitamente è necessario far mangiare prima i bambini, quindi puoi chiedere alla hostess di tenerti il piatto al caldo per consumarlo più tardi, oppure, se il tuo bambino è molto piccolo e lo tieni in braccio, puoi chiedere qualcosa di freddo, come un sandwich.

Accetta l’offerta di un paio di cuffie per il piccolo e sospendi tutti i divieti di guardare la TV durante il volo. Molte compagnie aeree offrono canali dedicati per i bambini, al fine di intrattenerli e lasciar riposare le mamme e i papà.

Suggerimento 9: Nuove amicizie

Durante i viaggi con i bambini, di qualunque età, non è il momento di esitare nel chiedere aiuto. Accetta le offerte di assistenza degli altri, e se sei in difficoltà chiedi di essere aiutata. La maggior parte dei passeggeri di solito offre volentieri una mano, ma qualche volta non ci si rende conto delle circostanze, soprattutto se non si è mai volato con i bambini.

Non è una cattiva idea cercare di accattivarsi il personale di bordo fin da subito. In qualche caso, la hostess potrebbe persino offrirsi di cullare il tuo bambino, se piange.

Suggerimento 10: E se hai provato di tutto?

Se il piccolo ha una crisi di pianto disperato o il vicino di posto è visibilmente infastidito dal continuo chiacchiericcio del tuo bambino, può essere una buona idea portare il piccolo in fondo al corridoio, lontano dagli sguardi degli altri per alleviare la tensione. In questo modo potrai anche sgranchirti le gambe, far muovere un po’ il bambino e catturare il suo interesse mostrandogli i vari pulsanti e le scritte luminose della cabina.

Se la situazione si fa critica, rispolvera il tuo senso dell’umorismo e pensa che il volo prima o poi finirà.

EmptyView