Genitori + Bambini + animali + gatti Genitori + Bambini + animali + gatti
da uno a tre anni

Bambini e gatti

Gatti e bambini

I gatti possono essere animali domestici perfetti per i bambini, persino meglio dei cani, in quanto necessitano di meno tempo e attenzioni - in primo luogo, dormono circa 18 ore al giorno!

I gatti sono irresistibili

Piccoli, teneri e dolci: non c’è da stupirsi che i bambini siano attirati dai gatti. Tuttavia i felini possono anche provocare antipatiche conseguenze mordendo e graffiando chi non sa gestirli correttamente. Ecco qualche regola importante per garantire la serena convivenza tra micio e bebè.

I gatti non sono giocattoli

È importantissimo che i bambini imparino che i gatti non sono giochi, ma esseri viventi che avvertono il dolore proprio come noi. Per questo motivo, sotto i sei anni di età, i bambini non dovrebbero prendere in braccio il gatto, poiché sono ancora troppo piccoli per capire come trattare il gatto in modo sicuro. I bambini piccoli non possono prevedere se il gatto reagirà e li graffierà.

Quelli più grandicelli dovrebbero prendere il gatto solo sotto supervisione. Fai sedere il bambino sul pavimento (a livello del gatto) per accarezzarlo o giocare. Digli che se il gatto si dibatte, deve lasciarlo andare piuttosto che costringerlo a fare qualcosa che non vuole.

Creare un legame

Il momento del gioco è perfetto per insegnare ai bambini a legare con il gatto. Li aiuta a capire meglio gli istinti e il linguaggio del corpo dell’animale. Evita i giochi che incoraggiano il micio a dare zampate alle dita del bambino. I gatti adorano giocare con scatole, sacchetti di carta e palline da ping pong (che oltretutto non sono molto costosi).

Prendersi cura del gatto

Coinvolgi anche i bambini nella cura del gatto. I più piccoli potranno riempire la ciotola dell’acqua e quelli più grandi potranno spazzolarlo o svuotare la lettiera. In questo modo impareranno molto sull’igiene degli animali domestici. Ricorda ai bambini di lavarsi sempre le mani dopo aver toccato il gatto, soprattutto dopo la pulizia della lettiera.

Invita tutta la famiglia a partecipare alle visite dal veterinario. In questo modo i bambini impareranno a conoscere la salute del gatto e sapranno cosa significa prendersene cura. Capiranno anche qual è il ruolo del veterinario per la salute degli animali domestici (come il medico per gli esseri umani).

Taglia le unghie al gatto in modo da limitare i danni in caso di graffi. Il veterinario potrà aiutarti o mostrarti come fare, ma se il tuo gatto è particolarmente tranquillo puoi fare da sola. Con il gatto in posizione comoda, prendi una zampa e sollevala verso di te. Premi la zampa tra indice e pollice per far uscire l’unghia, quindi tagliala usando l’apposito attrezzo. Puoi anche usare il normale tagliaunghie. La cosa fondamentale è evitare il vaso sanguigno color rosa presente nell’unghia. Se non riesci a vederlo, chiedi un consiglio al veterinario prima di tagliare.

Un po’ di riposo

Assicurati che il gatto abbia sempre a disposizione un posto sicuro in cui rifugiarsi. Predisponi un giaciglio, una lettiera e le ciotole di cibo e acqua in una zona vietata ai bambini. Se necessario, usa un cancelletto per tenere i bambini lontani dal suo rifugio. Insegna ai bambini a rispettare la privacy del gatto e a interagire con lui solo quando si mostra disponibile.

Per maggiori informazioni, vedi le sezioni Bambini e animali o Gravidanza.

EmptyView