Bambino + educazione al vasino + problemi + regressione Bambino + educazione al vasino + problemi + regressione
da uno a tre anni

Fase di regressione

Fase di regressione

La regressione è normale. Come ritornare in pista

Ecco uno degli aspetti più frustranti dell’educazione al vasino: il bambino indossa già le mutandine da settimane e improvvisamente cominciano gli incidenti. Tutta l’eccitazione di avercela fatta a insegnare al piccolo a usare il bagno viene subito spazzata via dallo sconcerto di dover affrontare alcuni problemi.

Il figlio di Robin ha finito l'addestramento alla toilette all'età di 2 anni e mezzo, ma ha ricominciato ad avere incidenti quando la famiglia ha accolto un nuovo bebè in famiglia. Robin aveva sentito dire che questo poteva essere comune, ma era comunque molto frustrante, soprattutto se abbinato alle esigenze di un neonato.

Se, dopo aver tolto il pannolino con successo, il bambino ha molti “incidenti” o comincia a rifiutarsi di usare il water, sta vivendo una fase di regressione. La regressione, pur essendo frustrante, è una difficoltà comune a molti genitori e può avere diverse cause. Ma non preoccuparti, potrai ritornare in pista con l'educazione al vasino nonostante la regressione.

Cosa scatena la regressione?

Gli esperti dicono che uno dei motivi principali della regressione è l'arrivo di un nuovo fratellino o di una nuova sorellina in famiglia. La rivalità tra fratelli e sorelle che ne consegue motiva il bambino più grande a comportarsi come il piccolino per riottenere l'attenzione che il bebè gli ha portato via. Il cercare di ottenere l'attenzione è spesso alla base della regressione, anche senza un nuovo fratellino o una nuova sorellina.

Un'altra possibile causa di regressione potrebbe essere un'infezione. Un'infezione delle vie urinarie può rendere difficile e doloroso il controllo della vescica, quindi può manifestarsi come regressione.

E anche se la regressione può avvenire per molte ragioni, di solito è legata allo stress.

Un brusco cambiamento nella routine, cominciare l'asilo nido, l'accoglienza di un neonato in casa, o qualsiasi altro importante cambiamento nella vita del bambino, scombussolerà la mente e il corpo del piccolo. La causa potrebbe essere anche una spiacevole esperienza nell’uso del bagno, come ad esempio un movimento intestinale doloroso, una stipsi o essere preso in giro o punito per un incidente all'asilo.

Alcuni bambini più grandi non vogliono interrompere i giochi e finiscono spesso per arrivare al vasino o alla toilette troppo tardi.

Rimettersi in carreggiata

È consigliabile ritornare alle basi per rimettersi in pista con l'educazione al vasino. Per ritornare alla fonte della modifica del comportamento bisogna impostare aspettative chiare, risposte chiare alle aspettative soddisfatte (ricompense, soprattutto attenzione) e risposte chiare alle aspettative non soddisfatte (ignorando il comportamento inaccettabile).

Il supporto positivo è la chiave - ricorda che il rafforzamento negativo può avere un effetto negativo sui progressi del bambino.

Il supporto positivo rafforza il comportamento, ma anche quello negativo. Se il bambino riceve improvvisamente molte attenzioni a causa di incidenti o per la regressione al pannolino, potrebbe cominciare a dedicarsi proprio a quel comportamento. Certo, preferirebbe ricevere dell’attenzione positiva, ma preferisce un'attenzione negativa all'essere ignorato. Per questo motivo, è importante lodare il bambino ogni volta che torna al vasino e ritorna alle abitudini di prima.

Anche se non va di corpo dopo che si siede sul vasino o sulla toilette, ma si limita a provarci, dagli molti feedback positivi. Fai del tuo meglio per ignorare il comportamento negativo, in modo che il bambino non pensi che sia un modo efficace per attirare la tua attenzione.

Rimettetevi in carreggiata facendolo sedere sul vasino o sulla toilette negli orari regolarmente programmati come parte della vostra routine quotidiana, ogni 3 ore circa. Osservalo quando sembra di aver bisogno di usare il vasino, o ricordagli di usare il vasino o la toilette quando gioca, e fagli un sacco di complimenti propositivi durante questo periodo per rimettervi in pista.

E com’è andata con Robin? Si è concentrata sul dare al figlio l'attenzione in più che desiderava e ha fatto affidamento sull'inizio della scuola per motivarlo a usare il vasino. "Per la scuola, gli ho fato indossare le mutandine e i pantaloni della tuta, in modo che potesse facilmente tirarli giù per andare sul vasino", dice. "Sembra più autonomo adesso, è in grado di usare la toilette da solo, anche a casa".

EmptyView