Bambino + educazione al vasino + suggerimenti + domande Bambino + educazione al vasino + suggerimenti + domande
da uno a tre anni

Domande sull'educazione al vasino

Domande sull’educazione al vasino

Molti genitori hanno vari dubbi su come e quando educare il proprio figlio all’uso del vasino. Abbiamo chiesto a un esperto di rispondere ad alcune di queste domande, forse qui troverai le risposte che cerchi.

Come capisco di aver bisogno di un aiuto professionale per l'educazione al vasino di mio figlio? Ora ha 4 anni e si trattiene deliberatamente per un sacco di tempo, fino a quando non ce la fa più e se la fa addosso. So che ha lo stimolo e che sa riconoscerlo, perché si trattiene in modo evidente. Aiuto, mi sembra di impazzire!

Comprendiamo la tua frustrazione. È importante ricordare che per avere successo con l’educazione al vasino è indispensabile la collaborazione volontaria del bambino. Come sapete fin troppo bene, lottare con un bambino in età prescolare con una forte volontà porta inevitabilmente a un certo numero di insuccessi e a frustrazione.

I bambini trattengono i propri bisogni per una serie di motivi. Per alcuni è una questione di controllo - questo accade spesso quando altre cose nel loro mondo sembrano essere fuori dal loro controllo, come nei momenti di grandi cambiamenti, l'inizio di una nuova scuola, la nascita di un fratellino o il trasloco.

È importante ridare al bambino il controllo in modo che senta che la decisione di usare il bagno è sua: basta ricordargli che dovrà indossare un pannolino o una mutandina Pull-up finché non deciderà di fare la pupù in bagno. Per altri bambini, trattenere la pupù può essere causato dalla paura - può essere abbastanza spaventoso vedere qualcosa di sé che scompare in una toilette.

Potete incoraggiarlo chiedendogli di aiutarvi a svuotare il vasino nella toilette, in modo che il processo diventi più familiare. Alcuni bambini hanno bisogno di qualcosa di più oltre ai complimenti - le stelline premio sono un ottimo promemoria visivo delle loro conquiste.

Può darsi che si trattenga perché gli fa male fare la pupù - la stitichezza può essere molto comune tra i bambini più piccoli, soprattutto se la loro dieta è composta da poche fibre o liquidi. Se niente di tutto questo funziona, allora è giunto il momento di prendere un appuntamento dal medico di famiglia.

Mia figlia ha 2 anni e mezzo. Abbiamo iniziato l’educazione al vasino quest’anno, quando il tempo era caldo. Ci era quasi riuscita, ma poi siamo andati all’estero. Quando siamo tornati era malata e poi il tempo era troppo freddo per continuare l’educazione al vasino. Ora ogni volta che la porto in bagno piange, mentre due mesi fa, quando andavamo in bagno faceva la pipì ma non ancora la pupù.

Dovrei riprendere l’educazione al vasino quest'inverno? Potrebbe cambiare idea da sola e dire un giorno "niente pannolino oggi, vado in bagno a fare la pipì" o qualcosa del genere?

Non è insolito che i bambini regrediscano durante l’educazione al vasino, soprattutto quando avvengono particolari cambiamenti nella loro vita, come i viaggi all'estero, l'inizio della scuola materna o il trasloco. È importante lasciare che sia la bambina a decidere quando è pronta per ricominciare.

Se si sente troppo sotto pressione o stressata, il processo richiederà più tempo o potrebbe trattenere la pipì o la pupù. La cosa migliore da fare è aspettare che sia pronta e che mostri di nuovo interesse. Prendete spunto dal suo comportamento.

Mio figlio ha 29 mesi e mi avverte quando sente lo stimolo, ma si rifiuta di usare il vasino o il water grande. Cosa devo fare?

Dai a tuo figlio il tempo di abituarsi al vasino prima di cominciare a usarlo.

Coinvolgilo nel processo - portalo con te quando andrete a comprare il vasino. Se non mostra interesse, mettilo via per qualche mese. Cerca di coinvolgerlo nella discussione sull'uso del vasino - leggete libri, raccontagli storie per cercare di renderlo divertente.

Spiega la toilette per imitazione - lascia che tuo figlio ti guardi mentre sei in bagno, in modo che sappia che lo facciamo tutti. Un giorno andrà semplicemente a posto.

Mio figlio compie 3 anni tra qualche mese e l’educazione al vasino è stata un vero fallimento. Lui è felice di star seduto sulla toilette o sul vasino, ma non fa la pipì. Frequenta l'asilo nido a tempo pieno e vuole sedersi sulla toilette quando anche gli altri bambini ci vanno, ma non fa niente.

Lo incoraggiamo ad andare quando ci andiamo io e mio marito, per cercare di mostrargli cosa si fa in bagno, ma senza successo. Abbiamo gli adesivi pronti per essere incollati e abbiamo scelto insieme la sua nuova biancheria intima. Come si insegna a un bambino che deve proprio produrre qualcosa quando è in bagno?

Non c'è un'età magica per insegnare al bambino a usare il bagno. Non è insolito che i maschietti non siano pronti fino ai 3 anni. Soprattutto, non provare fino a quando tuo figlio non mostrerà le capacità necessarie. Queste includono:

  • essere in grado di controllare lo stimolo di andare

  • mantenere il pannolino asciutto per più di 2 ore

  • riuscire a controllare gli sfinteri

Gli indicatori emotivi includono:

  • esprimere un interesse per l'uso del bagno o del vasino

  • imitare il tuo comportamento

  • dimostrare indipendenza (spesso dicendo di no)

I bambini pronti per imparare a usare la toilette hanno il desiderio di compiacere gli adulti (fare regali, godersi le lodi).

Il tuo bambino deve essere in grado di prevedere e indicare quando deve andare in bagno e deve essere in grado di seguire semplici istruzioni. Se si inizia troppo presto o prima che sia pronto, il processo sarà stressante e richiederà più tempo.

Se senti la pressione di togliere il pannolino al bambino a causa dei commenti di amici e parenti, l'ansia che provi sarà molto probabilmente fonte di ansia anche per il tuo bambino.

Rilassati, succederà tutto a suo tempo.

Ho un figlio di 4 anni e mezzo e sto cercando di insegnargli a usare il bagno, ma siccome ha appena iniziato a dire qualche parola è estremamente difficile.

Lui va all'asilo e le educatrici lo stanno aiutano con il linguaggio. Sia all'asilo sia il mio compagno ed io pensiamo tutti che sia solo pigro a parlare, ma questo di fatto ha ritardato anche la sua educazione al vasino.

Gli faccio indossare la biancheria intima ogni giorno e lo porto in bagno almeno 3 volte al giorno, ma non mi sembra di fare nel modo giusto idea e sento che sto combattendo una battaglia persa. Il mio problema principale è che dovrà imparare a usare la toilette entro la fine dell'anno, perché l'anno prossimo deve andare alla scuola materna. Cosa posso fare?

Certo, l'educazione al vasino può essere molto più difficile se il tuo bambino ha un ritardo nelle capacità del linguaggio. Per poter imparare a usare la toilette, tuo figlio deve essere in grado di farti sapere che deve andare, che è sul vasino o che è già stato alla toilette. Non dici nulla sulla sua lingua, ma è importante che sia in grado di seguire semplici istruzioni.

Penso che sia meraviglioso che lavoriate in collaborazione con l'asilo di tuo figlio e che stiate lavorando sul ritardo del suo linguaggio.

Posso suggerirvi di prendere un appuntamento con il vostro medico di famiglia, o farti prescrivere una visita specialistica per una valutazione dello sviluppo: lo specialista potrà escludere eventuali problemi che possano contribuire al ritardo nell'apprendimento o nello sviluppo.

Volevo solo sapere quando dovrei iniziare a insegnare a mio figlio a usare la toilette e il modo migliore per farlo. Ho sentito dire di queste storie dell'orrore di bambini che subiscono un trauma se spinti a farlo. Ma vorrei davvero incoraggiarlo a iniziare il prima possibile.

Non c'è un'età perfetta per insegnare al bambino a usare il bagno. Ogni singolo bambino è pronto in un momento diverso. Più il bambino è pronto, più facile sarà il processo.

Prima di tutto, ricerca i segnali di prontezza, vale a dire gli indicatori fisici, emotivi e di comunicazione.

Fisicamente - il tuo bambino deve essere in grado di riconoscere lo stimolo e di sentire l’urgenza di andare in bagno, oltre a riuscire a controllare gli sfinteri. Tuo figlio deve essere in grado di muoversi in modo indipendente ed essere in grado di abbassarsi e rialzarsi i pantaloni con poca assistenza.

Emotivamente - Deve essere in grado di imitare il tuo comportamento e mostrare interesse nell'uso del bagno. Non è insolito che un bambino, quando mostra segni di prontezza, se ne vada in un angolo tranquillo a fare la pupù.

Comunicazione - deve essere in grado di esprimere il bisogno di andare in bagno e di seguire semplici istruzioni. La durata media dell'educazione alla toilette dura dai 3 ai 6 mesi.

Presta attenzione agli indicatori comportamentali (come le smorfie) quando sente lo stimolo di fare la pupù. A volte i bambini hanno bisogno di un aiuto per capire gli indicatori, come il saltellare da un piede all'altro, cosicché possano capire che questo è il modo in cui il loro corpo dice loro cosa sta per succedere.

I maschietti dovrebbero imparare prima a fare la pipì da seduti, perché devono sentirsi a proprio agio quando si siedono per fare la pupù. Se tuo figlio frequenta l’asilo, assicurati di coordinare le azioni per l’educazione alla toilette in modo da mantenere una certa coerenza. Buona fortuna!

Mia figlia ha iniziato a usare il vasino abbastanza presto, perché era decisamente pronta, era davvero eccitata e faceva la pupù e la pipì nel vasino ogni volta.

Poi, improvvisamente, dopo 2 mesi, non ne ha più avuto voglia e adesso ha smesso del tutto di usare il vasino. Cos’è andato storto?

Non è insolito che i bambini piccoli regrediscano mentre imparano a usare il vasino, soprattutto se ci sono stati dei cambiamenti nella loro vita, come l'inizio dell’asilo, un trasloco o la nascita di un fratellino.

È importante lasciare che sia la bambina a decidere quando è pronta a ricominciare con il vasino.

Se si sente troppo sotto pressione o stressata, il processo richiederà più tempo o potrebbe trattenere la pipì o la pupù. La cosa migliore da fare è aspettare che sia pronta e che mostri di nuovo interesse. In ogni caso, puoi continuare a parlarle dell'uso del vasino, a farla sedere completamente vestita, o anche a guardarti mentre usi il bagno.

Soprattutto, prendi spunto dal suo comportamento per decidere quando ricominciare.

Ciao, mio figlio ha 5 anni e si bagna ancora spesso i pantaloni. Sembra che non gli importi che i suoi pantaloni siano bagnati. Abbiamo provato con incentivi, stelline premio, dolcetti, a dirgli che avrebbe dovuto rinunciare ai dolcetti. Sono davvero preoccupata che continui così anche a scuola. Può aiutarci?

Se tuo figlio sembra essere un ritardatario in questo campo, vorrei rassicurarti del fatto che la capacità di imparare a usare la toilette non è legata in alcun modo alle capacità intellettive.

La maggior parte dei bambini che continuano a bagnarsi i pantaloni dopo i 5 anni tendono ad avere vesciche troppo piccole per trattenere tutta l'urina che si accumula. O occasionalmente la causa può essere dovuta a problemi emotivi, quindi è essenziale non fare un dramma di ciò che succede.

Se sei particolarmente preoccupata e tuo figlio mostra tutti gli altri segnali di prontezza, potrebbe essere una buona idea parlarne con il tuo medico di famiglia per vedere se ci sono motivi fisici o psicologici che stanno impedendo a tuo figlio di riuscire a restare asciutto.

Con il mio primo figlio ho avuto molte false partenze con l'educazione al vasino e credo che entrambi ci siamo sentiti molto frustrati. Ho deciso di aspettare che mio figlio abbia circa 3 anni prima di iniziare a provare questa volta, in modo da farlo una volta sola e in fretta. Mi fanno molte pressioni all'asilo, perché vorrebbero che il bambino fosse autosufficiente il prima possibile (ora ha 2 anni e mezzo). Pensi che dovrei rimanere fedele alla mia idea o dovrei lasciare che siano loro a prendere l'iniziativa?

Il successo dell'educazione alla toilette dipende in gran parte, se non esclusivamente, dalla possibilità e dalla volontà di partecipazione di tuo figlio. È essenziale non iniziare l'educazione alla toilette solo perché qualcuno ti sta facendo pressione.

Più il bambino è pronto, più facile sarà il processo. Nel decidere quando iniziare, ricerca i segnali della prontezza fisica, emotiva e intellettuale. Fisicamente il tuo bambino deve essere in grado di riconoscere lo stimolo ed essere in grado trattenerla.

Deve avere movimenti intestinali regolari e deve essere in grado di andare autonomamente al bagno o sul vasino, oltre a sapersi tirare giù i pantaloni con un'assistenza minima. I bambini pronti a rinunciare al pannolino di solito mostrano interesse ad andare in bagno, il tuo bambino potrebbe essere desideroso di imitare il tuo comportamento.

Deve essere in grado di esprimere il bisogno di andare in bagno e di seguire semplici istruzioni. I maschietti dovrebbero imparare prima a fare la pipì da seduti, perché devono sentirsi a proprio agio quando si siedono per fare la pupù. Quindi, tieni duro e buona fortuna!

Mia figlia ha quasi 4 anni e da un po' di tempo ha completato il percorso e sa andare in bagno senza problemi. Il nostro problema è iniziato di recente: così all'improvviso si trova ad avere lo stimolo da togliersi le mutandine (e pure le scarpe) in un lampo, facendo la pipì ovunque si trovi... per lo più in un luogo pubblico!

Prima invece era molto brava, mi avvertiva per tempo in modo che potessimo correre in bagno. Ma ora sembra distratta fino all'ultimo momento, quando poi è troppo tardi.

Non so se lo faccia perché è imbarazzata, ma in questi casi non mi dice nulla, fa tutto in un batter d'occhio senza dire una parola. E prima che io sappia cosa sta succedendo, è nel bel mezzo del laghetto di pipì.

Perché succede solo ora? E come posso fare per chiederle di prestare più attenzione e darsi il tempo necessario per raggiungere la toilette in tempo?

Questo non è un racconto insolito. Le ricadute nell'educazione al vasino non sono rare; anche dopo che un bambino è stato addestrato per mesi (o anni) non è insolito che abbia di nuovo incidenti. Ci sono molte ragioni per cui questo accade.

la tua bambina potrebbe essere malata, arrabbiata, smemorata, stanca, eccitata o semplicemente non vuole perdersi qualcosa con cui sta giocando (e questo è spesso il caso delle bambine). Semplicemente non vuole trascinarsi via da un gioco in cui è molto coinvolta.

È importante che non ti arrabbi con tua figlia, perché probabilmente anche lei vorrebbe evitare gli incidenti. Invece, puliscila senza preoccupazioni, e ricordale che qualsiasi cosa stia facendo, sarà ancora lì dopo che è tornata dal bagno.

Eventualmente potresti controllarla per un po' ricordandole che potrebbe aver bisogno di andare in bagno, e osservando i segnali che indicano che sente lo stimolo, come ballare o tenersi le parti intime. Più si sente sicura, più è probabile che torni a essere completamente autosufficiente.

Ho un bambino di 3 anni che inizia la scuola materna l'anno prossimo e ho bisogno che abbandoni il pannolino prima che inizi. Ha qualche consiglio su come posso raggiungere questo obiettivo nelle prossime settimane?

Ha avuto un paio di false partenze, ma non sembra rendersi conto che sta per fare la pipì o la pupù. Succede tutto così in fretta che finisce per farla esattamente dove si trova.

La necessità di educare i nostri figli alla toilette per poter iniziare la scuola dell'infanzia può comportare un grande stress sia per i genitori sia per i bambini. Indipendentemente da quanto tu desideri o abbia necessità che tuo figlio sia in grado di utilizzare la toilette in autonomia, può essere molto difficile educare un bambino che non è pronto.

Detto questo, ci sono diverse cose che potrai fare per preparare tuo figlio a imparare a utilizzare la toilette. Ogni volta che vedi tuo figlio fare la pupù o la pipì, puoi commentare: "Oh, hai appena fatto la pipì" (usando un tono neutro), perché questo lo aiuterà a capire cosa sta succedendo al suo corpo.

L'estate è il momento perfetto per iniziare l’educazione al vasino, perché puoi lasciarlo giocare in giardino senza pannolino. Non essere timida nel lasciare che tuo figlio ti guardi mentre usi il bagno, perché deve essere in grado di capire come funziona il processo. Alcuni bambini imparano meglio attraverso i giochi di ruolo, quindi potresti fargli vedere la sua bambola o il suo orsacchiotto preferito sul vasino.

Se scegli di usare il vasino, assicurati che sia facilmente accessibile per ridurre al minimo gli incidenti e fagli indossare indumenti che possono essere tirati giù velocemente. Lascia che si vesta da solo la mattina e si spogli sempre da solo la sera, in modo che faccia molta pratica.

Se il bambino si scarica regolarmente, diciamo a metà mattina, cerca di "cogliere l’attimo" facendolo sedere sul vasino - non dimenticare di festeggiare quando ha finito, ma non troppo, in modo da non sopraffarlo!

Anche leggere libri sull’andare in bagno è una buona idea, ci sono alcuni libricini carini che ho acquistato anche per i miei figli.

Ricorda che la ripetizione e l’incoraggiamento sono le chiavi del successo: continua a parlare di come facciamo pipì e pupù nel vasino o nella toilette e soprattutto, loda tutti i successi (a seconda di ciò che preferisce, potresti usare le stelline premio, elogi verbali o premi commestibili) e ignora i piccoli incidenti.

A 18 mesi è troppo presto per iniziare l'educazione alla toilette? Mia madre continua a dirmi che tutti i suoi figli hanno cominciato a 18 mesi, ma non mi sembra che molti bambini oggi lo facciano.

Vorrei poterle dire con sicurezza che sto aspettando che mio figlio sia pronto per iniziare.

In media, la maggior parte dei bambini inizia a imparare a usare il vasino verso il secondo compleanno, ma, come in tutti gli ambiti dello sviluppo infantile, ogni bambino è diverso.

Le ricerche dimostrano che la capacità della vescica aumenta notevolmente tra i 2 e i 3 anni, ed entro i 4 anni la maggior parte dei bambini è in grado di controllarsi e di restare asciutti per un periodo di tempo ragionevole. Ci sono tuttavia una serie di comportamenti che potrai ricercare in tuo figlio per decidere se è pronto.

Ricerca i segnali di prontezza fisica, come ad esempio quanto tempo riesce a stare asciutto e se va di corpo regolarmente - è anche consigliabile aspettare che il bambino sia in grado di tirarsi su o giù i pantaloni da solo.

I bambini più piccoli devono essere pronti anche dal punto di vista cognitivo o intellettuale - questo significa che deve capire il processo di andare in bagno, che il suo corpo fa venire la pipì e che anche le altre persone usano il bagno quando vogliono fare la pipì (un buon modo per familiarizzare con questo aspetto è lasciare che ti guardi). Dovrebbe anche avere le competenze linguistiche per capire un’istruzione semplice, come "per favore metti a posto i tuoi giocattoli" o "andiamo sul vasino".

Io aspetterei fino a quando il bambino non mostra interesse nell'uso della toilette o del vasino - costringere un bambino riluttante a usare il bagno significa scatenare una battaglia per tutti e potrebbe trasformare la toilette in un oggetto che incute paura.

Non sentirti obbligata a iniziare l'educazione prima che sia pronto - aspettare questi segnali renderà il tutto molto più semplice e molto meno stressante per tutti!

Perché tanti bimbi sembrano avere problemi a capire come funziona la numero 2?

Mio figlio, e alcuni bambini del gruppo delle mamme, hanno imparato a fare la pipì, ma tutti sembrano avere paura di fare la pupù, tranne che nel pannolino. Appena sente lo stimolo chiede un pannolino e poi scompare e si nasconde mentre la fa.

Non ho ancora cercato di forzarlo su questa parte e gli offro sempre l’alternativa del vasino quando mi chiede il pannolino, ma rifiuta sempre categoricamente. Cosa ne pensate?

I bambini trattengono i propri bisogni per una serie di motivi. Per alcuni è una questione di controllo - questo accade spesso quando altre cose nel loro mondo sembrano essere fuori dal loro controllo, come nei momenti di grandi cambiamenti, l'inizio di una nuova scuola, la nascita di un fratellino o il trasloco.

È importante ridare al bambino il controllo in modo che senta che la decisione di usare il bagno è sua: basta ricordargli che dovrà indossare un pannolino o una mutandina Pull-up finché non deciderà di fare la pupù in bagno.

Per altri bambini, trattenere la pupù può essere indotto dalla paura. Può essere abbastanza spaventoso vedere qualcosa di sé che scompare in una toilette. Potete incoraggiarlo chiedendogli di aiutarvi a svuotare il vasino nella toilette, in modo che il processo diventi più familiare, oppure aspettare che esca dal bagno prima di tirare lo sciacquone.

Incoraggia tuo figlio a sedersi sul water o sul vasino nei momenti in cui di solito si scarica, e offrigli una ricompensa quando ha successo. Alcuni bambini hanno bisogno di qualcosa di più oltre ai complimenti - le stelline premio sono un ottimo promemoria visivo delle loro conquiste.

EmptyView